Crocchè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crocchè
Starters 15.jpg
Origini
Altri nomi Panzarotti; Cazzilli[1]
Luogo d'origine Italia Italia
Regioni Campania
Sicilia
Dettagli
Categoria piatto unico
 
Vassoio di panelle e crocchè

I crocchè (dal francese croquettes) sono un piatto tipico della cucina napoletana[2] e siciliana a base di patate e uova, che vengono fritte dopo essere impanate in pan grattato[3]. Per rendere più corposo l'impasto, la tradizione napoletana vuole che le patate vengano schiacciate con una forchetta.

Oltre ad essere preparate in casa, sono anche un prodotto tipico di friggitoria insieme a pastacresciute, sciurilli, scagliozzi, fette di melanzane fritte e le palle di riso (piccoli arancini)[1][2].

Si tratta di una specialità diffusa a Napoli ma anche in Sicilia e a Palermo in particolare, città in cui si utilizza il latte anziché le uova ed in cui all'impasto si aggiungono foglie di menta. A Napoli e a Lecce prendono spesso anche il nome di panzarotti[4], a Palermo vengono invece chiamate cazzilli[1].

Possono essere realizzate anche con la purea di patate trattata nello stesso modo. In Piemonte questa versione viene chiamata Subric[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Le crocchè palermitane...ovvero i "cazzilli, su monrealenews. URL consultato il 7 ottobre 2015.
  2. ^ a b Napoli: 8 friggitorie da non perdere, su Agrodolce. URL consultato il 7 ottobre 2015.
  3. ^ (EN) Lonely Planet Publications Staff, The World's Best Street Food Where to Find It and How to Make It, Lonely Planet, 2012, ISBN 1-74321-664-5.
  4. ^ Nome che è invece utilizzato in altre regioni per indicare un tipo di calzone
  5. ^ Subric di patate (e di riso), su il giardino dei ciliegi). URL consultato il 7 ottobre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]