Critica Liberale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Critica Liberale è una rivista fondata nel 1967, in quattro serie, è diretta da Enzo Marzo.

Attualmente la rivista è edita con cadenza mensile. Dal gennaio 2003 “Critica Liberale” è pubblicato per i tipi delle Edizioni Dedalo di Bari.

La rivista è espressione del liberalismo di sinistra e del pensiero laico italiano, seguendo la tradizione che ha avuto per protagonisti figure come Giovanni Amendola e Benedetto Croce, Piero Gobetti e i fratelli Rosselli, Gaetano Salvemini ed Ernesto Rossi, Luigi Einaudi e il "Mondo" di Mario Pannunzio, gli "azionisti" e Norberto Bobbio.

A partire dal gennaio 2005 Critica liberale pubblica, in collaborazione con l'Ufficio Nuovi Diritti della Cgil nazionale, un “Rapporto annuale sulla secolarizzazione e la laicità in Italia”, basato su una capillare raccolta di dati sullo stato della laicità delle istituzioni e sulla secolarizzazione della società italiana.

Critica liberale è membro del Cric, Coordinamento delle riviste italiane di cultura.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]