Cristina Battocletti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cristina Battocletti

Cristina Battocletti (Udine, 15 luglio 1972) è una giornalista e scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Udine, è cresciuta a Cividale del Friuli. Laureata in giurisprudenza, nel 1997 entra alla Scuola di giornalismo IFG, istituto Carlo De Martino e dal 1998 comincia a collaborare con Il Diario della settimana, diretto da Enrico Deaglio, iO Donna e Max. Dal 1999 lavora a Radio 24; nel 2005 passa alla redazione del Lunedì del Sole 24 Ore e dal 2006 fa parte della redazione del supplemento culturale del Sole 24, Domenica, in cui si occupa delle pagine di spettacoli, scrive di cinema, di letteratura mitteleuropea, balcanica e di Trieste.

Commenta come critica cinematografica il ciclo di trasmissioni televisive L'altro Novecento di Isabella Donfrancesco e Alessandra Urbani su Rai 5. Collabora con Gli Asini di Goffredo Fofi e con Doppiozero di Marco Belpoliti. Sul sito de Il sole 24 Ore cura Fuori Campo, una rubrica televisiva di recensioni cinematografiche.

Con la giornalista e scrittrice Giuseppina Manin e il comitato scientifico poetico composto da Nicola Gardini, Giorgio Ghiotti, Vivian Lamarque, Vittorio Lingiardi e l'appoggio di Luca Formenton e Piergaetano Marchetti ha dato vita nel 2018 a Poetry and the city, costola poetica di Bookcity, cui è correlato un concorso di poesia.

Nel settembre 2019 scrive il libretto d'opera contro il femminicidio Re di donne[1] con musiche di John Palmer, opera rappresentata al Teatro lirico sperimentale di Spoleto Adriano Belli, con la regia di Alessio Pizzech.

Come scrittrice si segnala per la co-scrittura di Figlio di nessuno (2012), autobiografia di Boris Pahor, candidato al Nobel[2]; nel 2015, esce il romanzo La mantella del diavolo, recensito da Fahrenheit su Rai Radio 3,[3]; segue nel 2017 Bobi Bazlen. L'ombra di Trieste,[4][5] lavoro biografico dedicato a Roberto Bazlen, vincitore del Premio letterario internazionale Nino Martoglio e del Premio letterario Giovanni Comisso, sezione Biografia.

Dal 2020 è membro della giuria del Premio letterario Giovanni Comisso.

Ha due figlie, Olga (2002) e Nora (2008) con il giornalista e scrittore Gianni Barbacetto con cui è stata sposata per dieci anni (2000-2010).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • AAVV., Racconti del sabato sera, Einaudi, Torino 1993, ISBN 88-06-13705-0
  • Figlio di nessuno: un'autobiografia senza frontiere di Boris Pahor; scritta in collaborazioneRizzoli, Milano 2012, ISBN 978-88-17-05513-0,
  • La mantella del diavolo, romanzo, Bompiani, 2015, ISBN 978-88-452-7915-7
  • Bobi Bazlen. L'ombra di Trieste, La Nave di Teseo, 2017, ISBN 978-88-934-4251-0
  • Hudičevo ogrinjalo, Založba Sanje, Ljubljana 2019, ISBN 978-961-274-602-5, traduzione in sloveno di Patricija Maličev de La mantella del diavolo
  • Bobi Bazlen e Enrico Filippini, due "irregolari", testo all'interno di AA.VV., Enrico Filippini a trent'anni dalla morte, a cura di Massimo Danzi e Martino Fuchs, Mimesis Edizioni, Milano-Udine, ISBN 978-88-5755-719-9

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1994 Premio Grinzane Cavour Scrivi il tuo sabato sera (giuria composta da Paolo Mauri, Fabrizio De André, Giulio Einaudi, Enzo Golino, Michele Mari, Ugo Perone, Gianni Rocca, Giuliano Soria e Demetrio Volčič)
  • 1995 Premio Serenissima, I edizione, Università ‘Ca Foscari di Venezia con il racconto inedito Scarpe (giuria composta da Silvio Ramat, Mario Ruggenini, Mario Barenghi)
  • 1997 Premio Città di Torino, XII edizione con il racconto inedito Dita, pubblicato sulle rivista Cultura e società, anno XVII, quarto trimestre
  • 1998 Premio Città di Gorizia per il racconto inedito Vapore e sudore, pubblicato in AA.VV., Oronero, Leg. Gorizia, ISBN 88-86928-29-7
  • 2012 Premio Manzoni - Città di Lecco, per il romanzo storico Figlio di nessuno[6]
  • 2015 Premio Latisana[7] finalista al premio Bergamo[8], finalista al Premio letterario nazionale per la donna scrittrice, vinto da Valentina D'Urbano;[9] finalista al Premio Asti Corte d'Appello[10] per La mantella del diavolo,
  • 2017 Premio Martoglio categoria saggistica per Bobi Bazlen. L’ombra di Trieste[11]
  • 2018 Premio Comisso per Bobi Bazlen. L’ombra di Trieste.[12]

Collegamenti televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La cronaca contemporanea in teatro, Radio Svizzera del 17/10/2019 italiana per Re di donne www.rsi.ch/play/radio/redirect/detail/12191050
  2. ^ Isabella Bossi Fedrigotti, Figlio di una lingua odiata e proibita, su corriere.it, 3 aprile 2012. URL consultato il 14 marzo 2020.
  3. ^ Fahrenheit Radio Rai 3 del 23/09/2015 per la Mantella del diavolo, su tg1.rai.it, 23 settembre 2015. URL consultato il 15 marzo 2020.
  4. ^ Fahrenheit Radio Rai 3 del 04/09/2017 per Bobi Bazlen. L'ombra di Trieste, su raiplayradio.it, 4 settembre 2017. URL consultato il 15 marzo 2020.
  5. ^ Bobi Bazlen ritrovato. Biografia di un irregolare. Marco Belpoliti su L'Espresso del 24/08/2017 su Bobi Bazlen. L'ombra di Trieste, su espresso.repubblica.it, 28 agosto 2017. URL consultato il 15 marzo 2020.
  6. ^ I vincitori: Premio Romanzo storico 2012, su premiomanzonilecco.it. URL consultato il 17 maggio 2020.
  7. ^ A Cristina Battocletti il Premio Latisana, su ilpiccolo.gelocal.it. URL consultato il 17 maggio 2020.
  8. ^ Intervista con Max Pavan per la Mantella del diavolo per il premio Bergamo www.youtube.com/watch?v=COoio47uVxs&t=516s
  9. ^ Rapallo: ecco le finaliste del Premio per la donna scrittrice, su levantenews.it. URL consultato il 17 maggio 2020.
  10. ^ Premio Asti d'Appello pronto per la cerimonia di assegnazione domenica 27 novembre, su 100torri.it. URL consultato il 17 maggio 2020.
  11. ^ Albo d'oro del premio Martoglio, su circoloathena.org. URL consultato il 14 marzo 2020.
  12. ^ Premio Comisso 2018: Michele Cocchi e Cristina Battocletti i vincitori delle sezioni Narrativa e Biografia, su premiocomisso.it. URL consultato il 16 maggio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]