Cristiano Copelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cristiano Copelli
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Professione Assicuratore
Altezza 189 cm
Peso 85 kg
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1990 - 1994
1995 - 1998
1999 - 2010
2010 - 2012
Serie D
Serie C1 e C2
Serie A e B
Serie A
Arbitro
Assistente
Assistente
Assistente
Attività internazionale
2004 - 2011 UEFA e FIFA Assistente
Esordio UEFA Champions League - Olimpiakos - Valencia 1 - 1
25 ottobre 2000

Cristiano Copelli (Mantova, 14 giugno 1967) è un ex assistente arbitrale di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Assistente della sezione di Mantova, dopo essere stato immesso nella CAN A e B assieme all'arbitro e collega di sezione Massimiliano Saccani, debutta in serie A nel 1999 dopo 6 gare di B.

Il 1º gennaio del 2004 viene promosso al rango di assistente internazionale.

Al suo attivo può contare 223 presenze nella massima serie (tra cui numerose "classiche" del campionato, come 2 Juventus-Inter, 1 Juventus-Milan, 2 Derby di Milano, 5 Derby di Roma, 5 Inter-Roma, 2 Juventus-Roma, 1 Derby della Mole e 1 Derby della Lanterna) oltre che la partecipazione alla finale di andata Coppa Italia del 2003 Roma-Milan, nella terna guidata dall'arbitro Gianluca Paparesta, la finale di Coppa Italia del 2012 Juventus-Napoli (terna guidata da Christian Brighi), le partecipazione alle finali di Supercoppa Italiana 2005, tra Juventus ed Inter, nella terna capitanata dall'ex arbitro Massimo De Santis, ed a quella del 2011, Milan-Inter, partita diretta da Nicola Rizzoli.[1]

Il 3 luglio 2010, con la scissione tra CAN A e CAN B, l'assistente mantovano viene inserito nell'organico della CAN A.

Al termine della stagione sportiva 2011-2012 viene avvicendato dai ruoli per sopraggiunti limiti d'età.

Nel luglio 2013 gli viene conferito l'incarico di membro della commissione arbitrale di serie D.

Internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 partecipa con Rosetti anche nel torneo Confederations Cup 2005 in Germania, disputando anche la semifinale tra Argentina e Messico.

Nel 2006 partecipa ai Mondiali di calcio 2006 svoltisi in Germania in qualità di primo assistente di Roberto Rosetti, arbitro rappresentante della Federazione Italiana Gioco Calcio.

Nel 2009 partecipa come primo assistente al FIFA Club World Cup, sempre con l'arbitro torinese nel Mondiale per club in programma negli Emirati Arabi Uniti nel mese di dicembre.

È stato preselezionato, assieme ai colleghi Paolo Calcagno e Stefano Ayroldi, per assistere Roberto Rosetti nella terna arbitrale per i Mondiali 2010 in Sudafrica.

Il 12 maggio 2010 è designato come primo assistente di Nicola Rizzoli in occasione della finale di Europa League, ad Amburgo, tra Atlético Madrid e Fulham.

Il 31 dicembre 2011 l'AIA, dopo 8 anni di attività internazionale, lo avvicenda per età dalle liste internazionali.

Inchiesta "Calciopoli"[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 viene coinvolto nell'inchiesta Calciopoli, dato che il suo nome compare nei verbali delle intercettazioni telefoniche al centro delle indagini: in particolare emergono contatti con il dirigente milanista Leonardo Meani. Dopo alcuni mesi di sospensione cautelare disposta dall'AIA, a Copelli non viene imputato nessun illecito disciplinare e può tornare a sbandierare, venendosi anche restituita la qualifica di assistente internazionale, in un primo tempo revocata. Nel settembre 2007, però, la Commissione Disciplinare della FIGC gli infligge tre mesi di sospensione in riferimento a quelle telefonate, ritenendo però che questo periodo fosse già stato scontato con il provvedimento cautelare di un anno prima.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]