Crimini bianchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crimini bianchi
Paese Italia
Anno 2008-2009
Formato serie TV
Genere thriller, drammatico
Stagioni 1
Episodi 12
Durata 55 min (episodio)
Lingua originale italiano
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Risoluzione 1080i
Colore colore
Audio Dolby Surround
Crediti
Interpreti e personaggi
Casa di produzione Taodue per R.T.I.
Prima visione
Prima TV Italia
Dal 24 settembre 2008
Al 28 giugno 2009
Rete televisiva vedi qui

Crimini bianchi è una serie televisiva italiana[1] composta da 12 episodi[2] dalla durata di circa 50 minuti ciascuno.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie televisiva ruota attorno alle vicende di alcuni medici che hanno dato vita ad un'associazione che aiuta pazienti e medici vittime della malasanità cioè che hanno subito un danno a causa di un malfunzionamento sanitario nazionale e vogliono far valere i propri diritti.[3] Luca Leoni spinge in tutti i modi a difendere le vittime della malasanità dopo aver visto morire un suo amico a causa di un errore in sala operatoria. Con lui nello staff ci sono la ginecologa Francesca Coronati, l'anestesista Enrico Castelli e la specializzanda in cardiochirurgia Chiara Rinaldi. A cercare di evitare che l'associazione sia a volta soggetta a denunce da parte di strutture ospedaliere e di medici c'è Claudio Bruni, avvocato e migliore amico di Luca Leoni.[2]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 12 2008-2009

Produzione e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Crimini bianchi è prodotta dalla Taodue[2] di Pietro Valsecchi, e non ha origine da un format estero.[2] Il cast artistico della serie annovera Ricky Memphis, Daniele Pecci, Christiane Filangieri, Micaela Ramazzotti, Patrizio Pelizzi, Clemente Pernarella, Antonio Manzini, Alessia Fugardi, Enrico Silvestrin, Diego Verdegiglio, Daniele Formica e Carmela Vincenti.[2]

I primi 4 episodi della serie andarono in onda su Canale 5 in due prime serate: il 24 settembre 2008[4] e il 1º ottobre 2008.[5] Secondo le rilevazioni statistiche di Auditel, la serie fu un flop e venne dunque cancellata dai palinsesti della rete ammiraglia di Mediaset.

Gli episodi 5 e 6 vennero inseriti nel palinsesto di Italia 1[6] che lì mandò in onda il 13 ottobre 2008[2] e il 20 ottobre 2008[2] alle ore 22:05. Ma anche in quella collocazione oraria, gli ascolti furono inferiori alla media di audience normalmente ottenuta da Italia1 durante gli anni 2000. Per questa ragione, la serie venne sospesa anche dalla seconda rete Mediaset.

Dal 24 maggio 2009, il canale a pagamento Joi mandò in onda le repliche dei 6 episodi già trasmessi sulle reti generaliste di Mediaset; dal 14 giugno 2009 al 28 giugno 2009 mandò in onda alle ore 22:35 in prima visione i 6 episodi che erano rimasti inediti dopo l'insuccesso del telefilm nell'autunno 2008.

Universal Studios ha distribuìto Crimini bianchi[7] nel mercato home video. La serie è stata pubblicata in un'unica edizione integrale, composta da tre dischi[8] contenenti quattro episodi ciascuno. Il prodotto utilizza quindi la capacità massima del DVD-Video.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

La AMAMI (Associazione Medici Accusati di Malpractice Ingiustamente) criticò duramente questa serie televisiva[1] affermando che i medici sono additati come criminali da punire[1] e che sembra voglia appassionare la gente contro medici e Sanità in genere[1] contestando in particolar modo lo stesso titolo Crimini bianchi.

Per ragioni analoghe, il telefilm venne criticato da esponenti della Sapienza - Università di Roma[1] e della Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri.[1] L'AMAMI ventilò l'ipotesi di chiedere all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni di fermare la messa in onda della fiction[1] sostenendo che, dato il potere della televisione, il pubblico italiano sarà ulteriormente condizionato da questa fiction.[1]

Il produttore Pietro Valsecchi difese però la serie Crimini bianchi, sostenendo che non è contro i medici, ma solo una serie che intende puntare il dito sui casi di malasanità.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i Fiction sulla malasanità e i medici si ribellano: non mandatela in onda in Corriere della Sera, 23 settembre 2008. URL consultato il 30 maggio 2015.
  2. ^ a b c d e f g Crimini bianchi - Mediaset. URL consultato il 30 maggio 2015.
  3. ^ Affari, sprechi, errori in corsia: nella fiction lo scandalo malasanità in la Repubblica, 22 settembre 2008. URL consultato il 30 maggio 2015.
  4. ^ Crimini bianchi. Puntata del 24-09-2008. Finalmente una bella fiction in Blogapuntate.it, 25 settembre 2008. URL consultato il 30 maggio 2015.
  5. ^ Crimini bianchi. Puntata del 1-10-2008. Francesca sotto accusa: ma è innocente in Blogapuntate.it, 3 ottobre 2008. URL consultato il 30 maggio 2015.
  6. ^ Crimini bianchi in seconda serata su Italia1? in Tvblog.it, 3 ottobre 2008. URL consultato il 30 maggio 2015.
  7. ^ Crimini bianchi. URL consultato il 30 maggio 2015.
  8. ^ Crimini bianchi – serie TV. URL consultato il 30 maggio 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]