Cresta Gastaldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.
Cresta Gastaldi
Cresta Gastaldi.jpg
La Cresta Gastaldi dal ghiacciaio della Tribolazione (versante nord).
StatoItalia Italia
RegioneValle d'Aosta Valle d'Aosta
Piemonte Piemonte
ProvinciaValle d'Aosta Valle d'Aosta
Torino Torino
Altezza3 894 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate45°30′50″N 7°16′36″E / 45.513889°N 7.276667°E45.513889; 7.276667Coordinate: 45°30′50″N 7°16′36″E / 45.513889°N 7.276667°E45.513889; 7.276667
Data prima ascensione12 agosto 1888
Autore/i prima ascensioneWilliam Auguste Coolidge e George Yeld con le guide Christian Almer junior e Rodolphe Almer[1]
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Cresta Gastaldi
Cresta Gastaldi
Mappa di localizzazione: Alpi
Cresta Gastaldi
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Nord-occidentali
SezioneAlpi Graie
SottosezioneAlpi del Gran Paradiso
SupergruppoMassiccio del Gran Paradiso
GruppoGruppo Gran Paradiso-Roccia Viva
SottogruppoGruppo del Gran Paradiso
CodiceI/B-7.IV-A.2.a

La Cresta Gastaldi (3.894 m s.l.m.) è una montagna del massiccio del Gran Paradiso (la quinta per altezza), nelle Alpi Graie. Si trova lungo la linea di spartiacque tra il Piemonte e la Valle d'Aosta, sul confine tra i comuni di Noasca e Cogne.

Il nome di questa imponente montagna, dall'aspetto di un gigantesco triangolo schiacciato al centro, fu proposto dal Baretti in onore dell'alpinista Bartolomeo Gastaldi, in accordo con i primi salitori: William Auguste Coolidge e George Yeld con le guide Christian Almer junior e Rodolphe Almer.[1]

La vetta del Gran Paradiso e, sulla destra, la Cresta Gastaldi visti dalla Tresenta (ovvero da sud).

È attorniata ad est dal Colle Chamonin (3698 m) e dalla Punta di Ceresole (3777 m).; ad ovest dal colle dell'Abeille (Ape) (3873 m) e dal Roc (4026 m). Il suo versante sud scende quasi strapiombante sul ghiacciaio di Noaschetta, il versante nord è quasi totalmente ricoperto e dominato dal ghiacciaio della Tribolazione.

La montagna è ben visibile da Cogne (1534 m) e dalla frazione di Gimillan (1787 m).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]