Crash (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crash
Crash (serie televisiva).png
Titolo originaleCrash
PaeseStati Uniti d'America
Anno2008-2009
Formatoserie TV
Generedrammatico
Stagioni2
Episodi26
Durata43 min
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreGlen Mazzara
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzioneLions Gate Television, Starz Entertainment
Prima visione
Prima TV originale
Dal17 ottobre 2008
Al18 dicembre 2009
Rete televisivaStarz
Prima TV in italiano
Dal21 aprile 2009
Al1º settembre 2010
Rete televisivaCult (prima st.)
FX (seconda st.)
Opere audiovisive correlate
AltreCrash - Contatto fisico

Crash è una serie televisiva statunitense ambientata a Los Angeles prodotta da Starz Entertainment.

La serie è basata sull'omonimo film del 2004, vincitore del premio Oscar.

Trasmessa in Italia in prima visione dal canale satellitare criptato Cult, è stata in seguito trasmessa in chiaro sul canale digitale terrestre Rai 4.[1]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 13 2008-2009 2009
Seconda stagione 13 2009 2010

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Crash si basa sul film premio Oscar 2006, Crash - Contatto fisico . Gli autori del film, Paul Haggis e Robert Moresco, erano interessati a sviluppare una serie sulla base del film. La Lionsgate e Starz hanno collaborato allo sviluppo della serie per la televisione.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

La serie ha come protagonista Dennis Hopper nel ruolo del produttore discografico Ben Cendars, Ross McCall, è l'ufficiale di polizia Kenny Battaglia. Arlene Tur ha il ruolo della poliziotta. Clare Carey interpreta Christine Emory, una madre di Brentwood. Nella seconda stagione tra i nuovi membri del cast figurano Eric Roberts nel ruolo del miliardario Seth Blanchard, Dana Ashbrook nel ruolo di un truffatore e Jenny Mollen interpreta Tess, la nuova fidanzata di Kenny Battaglia.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Le recensioni dei critici sono state contrastanti. Il New York Times l'ha definita "Una serie dal fascino noir e l'ambizione di raccontare una grande storia. " Il Detroit Free Press ha definito il suo debutto in televisione "magistrale". Secondo Matthew Gilbert del Boston Globe, "Nessuna delle storie o personaggi è lontanamente interessante."[2]

Cancellazione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata in seguito cancellata a causa della morte di Dennis Hopper.

Edizione Home Video[modifica | modifica wikitesto]

La prima serie di Crash è stata pubblicata in DVD negli USA il 15 settembre 2009.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ TV DIG – Crash su Rai 4, Antoniogenna.net, 7 ottobre 2009. URL consultato il 3 novembre 2009.
  2. ^ - Matthew Gilbert critica Crash Archiviato il 11 dicembre 2011 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione