Coturnix ypsilophora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Quaglia marrone
Brown Quail Dayboro Feb06.jpg
Coturnix ypsilophora
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Aves
Ordine Galliformes
Famiglia Phasianidae
Sottofamiglia Perdicinae
Genere Coturnix
Specie C. ypsilophora
Nomenclatura binomiale
Coturnix ypsilophora
(Bosc, 1792)

La quaglia marrone (Coturnix ypsilophora (Bosc, 1792)) è un uccello della famiglia dei Fagianidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La quaglia marrone è un piccolo uccello di circa 18 centimetri per 91 grammi di peso. Normalmente è di colore che varia tra il rosso bruno al grigio marrone con striature bianche e nere. Questa quaglia ha l'occhio che va dal giallo-arancio al rosso. In Tasmania questa specie viene chiamata quaglia di palude ed è leggermente più grande e scuro degli esemplari che vivono sul continente. Le femmine sono più grandi dei maschi e possono essere di colore più scuro. I piccoli presentano colori scuri e occhi marroni.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

La quaglia marrone si trova in tutta l'Australia settentrionale e orientale e la Tasmania, così come in Australia sud-occidentale. Si trova anche in Papua Nuova Guinea e Indonesia, ed è stato introdotto in Nuova Zelanda. Questa specie preferisce le folte praterie e i margini di foreste rade. Si possono vedere anche lungo le strade.[3]

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

La quaglia marrone cerca il cibo la mattina presto o la sera, nutrendosi principalmente di semi, germogli e anche insetti.[3]

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Le coppie di questa specie di quaglia nidificano in avvallamenti del terreno ricoperti da erba e nascosti tra la vegetazione. Le femmine depongono dalle 7 alle 10 uova in agosto che la coppia cova per circa 14 giorni. I piccoli lasciano il nido subito dopo la schiusa.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Coturnix ypsilophora in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Phasianidae in IOC World Bird Names (ver 4.1), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 5 luglio 2013.
  3. ^ a b c d Coturnix ypsilophora in Birds in backyards. URL consultato il 5 luglio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli