Costarainera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Costarainera
comune
Costarainera – Stemma
Costarainera – Veduta
Panorama di Costarainera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Liguria.svg Liguria
ProvinciaProvincia di Imperia-Stemma.png Imperia
Amministrazione
SindacoAntonello Gandolfo (lista civica "Continuità e rinnovamento") dal 6-6-2016
Data di istituzione1954
Territorio
Coordinate43°51′16.47″N 7°56′26.74″E / 43.854575°N 7.940761°E43.854575; 7.940761 (Costarainera)Coordinate: 43°51′16.47″N 7°56′26.74″E / 43.854575°N 7.940761°E43.854575; 7.940761 (Costarainera)
Altitudine220 m s.l.m.
Superficie2,52 km²
Abitanti782[1] (30-6-2019)
Densità310,32 ab./km²
FrazioniPiani
Comuni confinantiCipressa, San Lorenzo al Mare
Altre informazioni
Cod. postale18017
Prefisso0183
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT008024
Cod. catastaleD114
TargaIM
Cl. sismicazona 3s (sismicità bassa)
Cl. climaticazona D, 1 645 GG[2]
Nome abitanticostenghi
Patronosan Giovanni Battista
Giorno festivo24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Costarainera
Costarainera
Costarainera – Mappa
Posizione del comune di Costarainera nella provincia di Imperia
Sito istituzionale

Costarainera (Costa di Raineii nella versione locale o Costarainea in ligure[3][4]) è un comune italiano di 782 abitanti[1] della provincia di Imperia in Liguria.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Immagine panoramica del territorio costenghe

Il piccolo comune si trova in un'ottima posizione geografica, posto su un colle a mezza costa di faccia al mare ad un'altitudine di 240 m s.l.m. e dista dal capoluogo soli 12 km.

Grazie al riparo dai venti di Tramontana offertale dal monte Saccarello, al riparo di molte perturbazioni che si scontrano sul monte Faudo a nord ovest del borgo, e all'azione del vicino mar Ligure, Costarainera gode di un microclima particolarmente salubre ed assolato. Proprio per questo venne edificato ai primi del Novecento un ospedale elioterapico, rinomato fino ad un paio di decenni fa a livello nazionale.

Costarainera è divisa tra il borgo antico in collina e la zona moderna (regione Paorelli) che si trova sul mare. Nella regione Paorelli, ora prevalentemente diventata residenziale-turistica, per il clima mite si è sviluppata prima la viticoltura e poi la floricoltura. Dalla sommità della regione Paorelli si può ammirare un panorama del mar Ligure e dal punto di osservazione più alto (nel quale è situata un'antica torre di avvistamento) nelle mattinate limpide invernali si può vedere la Corsica, i monti della Toscana e la Provenza fino a Cap Camarat.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Scorcio del centro storico di Costarainera

Il toponimo del luogo deriva dall'antico possedimento che fu fondato intorno al XIII secolo della famiglia Raineri[5] e che assunse inizialmente la denominazione di Costa dei Raineri, poi tramutato nei secoli in Costa Rainera e nell'attuale forma di Costarainera.

Anticamente l'odierno territorio comunale fu diviso in due aree che fu amministrato nella parte più orientale dalla famiglia della Lengueglia, e quindi assoggettato alla comunità di Lingueglietta[5], mentre la restante parte occidentale alla comunità di Cipressa[5]; quest'ultima legata al capitaneato di Porto Maurizio, nella Repubblica di Genova[5]. Quale "terra di confine" tra due importanti realtà amministrative e politiche, il territorio di Costarainera fu spesso al centro di controversie legate ai confini e ai possedimenti; al 1467 risale, infatti, una sua prima citazione (villam Raineriorum) in una vertenza di confini. E la stessa urbanistica del sempre più nascente nucleo constengo si sviluppò, nei secoli, verso le principali direttrici confinanti quali Lingueglietta, a nord, Cipressa, a est, e San Lorenzo al Mare verso sudovest.

Nella seconda metà del XVI secolo fu interessato da razzie e danneggiamenti dei pirati saraceni.

Una divisione del territorio che, di fatto, perdurò fino e oltre alla dominazione napoleonica di fine XVIII secolo. Nel 1797[5] furono create le due municipalità di Costarainera Orientale e di Costarainera Occidentale: la prima inserita nel cantone di Lingueglietta, la seconda nel cantone di Santo Stefano ed entrambi assoggettati nella giurisdizione degli Ulivi (capoluogo Porto Maurizio)[5]. Un primo accorpamento delle due distinte municipalità avvenne con la riforma amministrativa del 1802[5] della Repubblica Ligure, con la creazione del comune di Costarainera inserito nel cantone di Porto Maurizio della giurisdizione degli Ulivi (capoluogo Oneglia)[5]. Dal 1805, con il passaggio della Repubblica Ligure nel Primo Impero francese, rientrò nel cantone di Santo Stefano del circondario di Porto Maurizio del Dipartimento di Montenotte[5].

Nel 1815 fu annesso al Regno di Sardegna, dopo il congresso di Vienna del 1814, a seguito della caduta di Napoleone Bonaparte[5]. Facente parte del Regno d'Italia dal 1861, dal 1859 al 1926 il comune di Costarainera fu compreso nel V mandamento di Santo Stefano al Mare del circondario di Sanremo facente parte della provincia di Nizza (poi provincia di Porto Maurizio e, dal 1923, di Imperia)[5].

Nel 1928[5] fu soppresso e aggregato al comune di Cipressa e solamente nel 1954[5] riottenne una propria autonomia amministrativa.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Costarainera-Stemma.png

«Bipartito di azzurro e oro. Nel PRIMO una torre d'argento sormontata da merli alla ghibellina, con mattoni profilati di nero e chiusa da una finestra. Nel SECONDO un ulivo sradicato dai frutti neri. Il tutto sormontato da una fascia rosso-argento»

(Descrizione araldica dello stemma[6])

Lo stemma ufficiale e il gonfalone sono stati approvati con l'apposito Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri nº 3475 datato al 6 agosto del 1989.[7]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista nel capoluogo. Di forma ellittica, realizzata nel XVIII secolo, conserva alcune opere scultoree quali il Battesimo di Gesù e la Madonna.
  • L'ex oratorio di San Carlo Borromeo nel capoluogo, orientato ad angolo retto con la parrocchiale.
  • Chiesa di Sant'Antonio abate del XII o XIII secolo. Qui era conservata la tela di San Sebastiano e santa Lucia, opera del pittore Emanuele Macario da Pigna e custodita all'interno del palazzo del municipio.
  • Chiesa di San Sebastiano, lungo la direttrice per la frazione cipressina di Lingueglietta. Nascosta fra gli ulivi, la struttura a due navate è risalente al XV secolo. Tra i simboli religiosi scolpiti nei capitelli delle colonne vi è pure lo stemma nobiliare dei Lengueglia.

Società[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2017, i cittadini stranieri residenti a Costarainera sono 88[9], così suddivisi per nazionalità, elencando per le presenze più significative[10]:

  1. Turchia, 30

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Scorcio del centro storico costengo

Il territorio comunale è costituito, oltre al capoluogo, dalla frazione di Piani per una superficie territoriale di 2,52 km²[11].

Confina a nord, sud ed ovest con il comune di Cipressa, e ad est con San Lorenzo al Mare.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Si basa principalmente sulla produzione agricola e sulla floricoltura.

Il territorio di Costarainera è in larga parte coltivato ad ulivi con produzione di olio extravergine di oliva.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale di Costarainera è attraversato principalmente dalla strada provinciale 47 che permette il collegamento stradale con la frazione cipressina di Lingueglietta, a nord, e, poi come provinciale 77, verso ovest nel comune di Cipressa. Verso meridione scorre inoltre un tratto della strada statale 1 Via Aurelia tra i due comuni di Cipressa (ovest) e San Lorenzo al Mare (est).

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
16 luglio 1988 7 giugno 1993 Antonio Amerigo Democrazia Cristiana Sindaco
8 giugno 1993 28 aprile 1997 Antonio Amerigo Democrazia Cristiana Sindaco
28 aprile 1997 14 maggio 2001 Antonio Amerigo Lista civica Sindaco
14 maggio 2001 30 maggio 2006 Pietro Mareri Lista civica Sindaco
30 maggio 2006 16 maggio 2011 Pietro Mareri Lista civica Sindaco
16 maggio 2011 6 giugno 2016 Antonello Gandolfo Lista civica "Continuità e rinnovamento" Sindaco
6 giugno 2016 in carica Antonello Gandolfo Lista civica "Continuità e rinnovamento" Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Costarainera fa parte dell'Unione dei comuni della Valle del San Lorenzo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2019.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Il toponimo dialettale è citato nel libro-dizionario del professor Gaetano Frisoni, Nomi propri di città, borghi e villaggi della Liguria del Dizionario Genovese-Italiano e Italiano-Genovese, Genova, Nuova Editrice Genovese, 1910-2002.
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 236.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m Fonte dal Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Artistiche, su siusa.archivi.beniculturali.it. URL consultato il 24 maggio 2019.
  6. ^ Fonte dal sito Araldica Civica.it, su araldicacivica.it. URL consultato il 6 novembre 2011.
  7. ^ Tratto dal sito Comuni-Italiani.it
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ Cittadini stranieri residenti secondo i dati Istat del 31-12-2017, su demo.istat.it. URL consultato il 23 maggio 2019.
  10. ^ Dati superiori alle 20 unità
  11. ^ Fonte dallo statuto comunale di Costarainera, su comune.costarainera.im.it. URL consultato il 24 maggio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN169712650 · WorldCat Identities (EN169712650
Liguria Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Liguria