Costanza della Scala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Costanza della Scala
Costanza della Scala.jpg
Signora consorte di Mantova
Stemma della Scala.svg
In carica 1299 –
1306
Predecessore Franceschina Maggi
Successore Alisa d'Este
Nascita 1263
Morte Ferrara, 1306
Dinastia Della Scala
Padre Alberto I della Scala
Madre Verde di Salizzole
Coniugi Obizzo II d'Este
Guido Bonacolsi
Figli nessuno
Signori di Verona
Della Scala
Stemma della Scala.svg

Jacopino
Figli
Mastino I
Figli
Alberto I
Figli
Bartolomeo I
Figli
  • Francesco
  • Cecchino, figlio naturale
  • Bailardino, figlio naturale
Alboino
Figli
Cangrande I
Figli
  • Gilberto, figlio naturale
  • Bartolomeo, figlio naturale
  • Francesco, figlio naturale
  • Margherita, figlia naturale
  • Franceschina, figlia naturale
  • Lucia Cagnola, figlia naturale
  • Giustina, figlia naturale
  • Alboino, figlio naturale
Alberto II
Figli
  • Alboina, figlia naturale
  • Margherita, figlia naturale
  • Gilenetto, figlio naturale
  • Rinaldo, figlio naturale
Mastino II
Figli
Cangrande II
Figli
  • Brunoro II, figlio naturale
  • Antonio II, figlio naturale
  • Nicodemo, figlio naturale
  • Guglielmo, figlio naturale
  • Paolo, figlio naturale
  • Fregnano, figlio naturale
  • Bartolomeo, figlio naturale
  • Oria, figlia naturale
  • Caterina, figlia naturale
Cansignorio
Figli
Paolo Alboino
Figli
  • Silvestra, figlia naturale
  • Pentesilea, figlia naturale
  • Orsolina, figlia naturale
Bartolomeo II
Antonio
Figli
Guglielmo
Figli
  • Nicodemo
  • Antonio II
  • Niccolò
  • Oria
  • Beatrice
  • Caterina
  • Paolo
  • Chiara
  • Fregnano
  • Bartolomeo
  • Brunoro

Costanza della Scala (1263 circa – Ferrara, 1306) fu una nobildonna veronese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlia di Alberto I della Scala, signore di Verona, e di Verde di Salizzole.

Venne data in sposa nel 1289 a Obizzo II d'Este, Signore di Ferrara, divenendone la seconda moglie[1].

Il matrimonio durò fino al 1293, anno in cui Costanza rimase vedova: Obizzo venne probabilmente assassinato per mano del figlio Azzo che gli successe. Nel 1294 Azzo VIII e suo fratello Francesco d'Este allontanarono da Ferrara Costanza. Alberto, adirato, gli dichiarò guerra e, alleatosi coi padovani, riportò sugli estensi una grande vittoria.

Successivamente Costanza venne data dal fratello Cangrande I della Scala in moglie nel 1299 a Guido Bonacolsi, signore di Mantova. Questo matrimonio sancì l'alleanza tra Verona e Mantova, che sarebbe continuata anche dopo la morte di Costanza e Guido tra Cangrande e Rinaldo Bonacolsi. Costanza non diede alcun figlio maschio neanche al secondo marito, morto nel 1309, a cui successe il fratello Rinaldo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Signora consorte di Ferrara Successore Coat of arms of the House of Este (1239).svg
Giovanna di Puglia 1289-1293 Giovanna Orsini
Predecessore Signora consorte di Mantova Successore Coat of arms of the House of Bonacolsi.svg
Franceschina Maggi 1299-1306 Alisa d'Este