Costanza Miriano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Costanza Miriano nel novembre 2014

Costanza Miriano (Perugia, 26 ottobre 1970) è una giornalista, scrittrice e blogger italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureata in lettere classiche all'Università di Perugia[1], dopo aver studiato giornalismo si è trasferita a Roma, dove ha cominciato a lavorare al Tg3.[2]

Ha esordito come scrittrice nel 2011 con Sposati e sii sottomessa, una raccolta di lettere alle amiche alle prese con problemi sentimentali e familiari, in cui sostiene la visione cristiana del matrimonio[3]. L'anno successivo è uscito Sposala e muori per lei, dedicato questa volta agli uomini, ai mariti delle "spose sottomesse". I due titoli sono ispirati a un passo della Lettera agli Efesini di San Paolo (Ef 5,22-33[4]): «Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore [...] E voi, mariti, amate le vostre mogli, come Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei [...]». Entrambi i libri sono poi stati tradotti in spagnolo[5], polacco e francese. [6]

Dopo quindici anni al Tg3, è passata ad occuparsi di informazione religiosa a Rai Vaticano.[2] Ha collaborato con Avvenire, Il Timone, Il Foglio, La Verità.

È stata membro del comitato "Difendiamo i Nostri Figli", che figura fra gli organizzatori dei Family Day del 20 giugno 2015[7] e del 30 gennaio 2016 a Roma.[8] [9] Nel marzo 2016 ha deciso di uscire dal Comitato.[10]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposata con Guido Tombari col quale ha avuto quattro figli, due maschi e due femmine gemelle.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://giovani.chiesacattolica.it/costanza-miriano/
  2. ^ a b Daniele Castellani Perelli, Fenomenologia della donna Sentinella Tutta chiesa, smalto e tacchi a spillo, su espresso.repubblica.it, l'Espresso, 24 novembre 2014. URL consultato il 17 novembre 2016.
  3. ^ Lucetta Scaraffia, Un divertente manuale di evangelizzazione, in L'Osservatore Romano, 20 aprile 2011. URL consultato il 30 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2015).
  4. ^ Ef 5,22-33, su laparola.net.
  5. ^ (EN) Guy Hedgecoe, ‘Get married and be submissive’ book raises hackles in Spain, su irishtimes.com, The Irish Times, 11 dicembre 2013. URL consultato il 29 settembre 2015.
  6. ^ (EN) Sarah Rainey, I’m not signing up to be a Stepford Wife, su telegraph.co.uk, The Telegraph, 12 dicembre 2013. URL consultato il 2 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2015).
  7. ^ Family Day 2015, in IlFattoQuotidiano.it. URL consultato il 15 marzo 2016.
  8. ^ Roma, tutti insieme per un nuovo family day, in L'Espresso. URL consultato il 15 marzo 2016.
  9. ^ Comitato Difendiamo i nostri figli Archiviato il 14 marzo 2016 in Internet Archive.
  10. ^ http://costanzamiriano.com/2016/03/19/una-decisione-importante/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN306307718 · ISNI (EN0000 0004 2655 8707 · SBN IT\ICCU\URBV\392552 · LCCN (ENn2016062220 · BNE (ESXX5332130 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2016062220