Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati

Costanza Miriano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Costanza Miriano

Costanza Miriano (Perugia, 26 ottobre 1970) è una giornalista, scrittrice e blogger italiana.

Biografia

Laureata in lettere classiche all'Università di Perugia, ha poi studiato giornalismo e si è trasferita a Roma, dove ha cominciato a lavorare al Tg3.[1]

Ha esordito come scrittrice nel 2011 con Sposati e sii sottomessa, una raccolta di lettere alle amiche alle prese con problemi sentimentali e familiari, in cui sostiene la visione cristiana del matrimonio[2]. L'anno successivo è uscito Sposala e muori per lei, dedicato questa volta agli uomini, ai mariti delle "spose sottomesse". I due titoli sono ispirati a un passo della Lettera agli Efesini di San Paolo (Ef 5,22-33): «Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore [...] E voi, mariti, amate le vostre mogli, come Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei [...]». Entrambi i libri sono poi stati tradotti in spagnolo[3], polacco e francese.

Sposati e sii sottomessa è diventato un best seller in Spagna, dove è stato pubblicato nell'autunno del 2013 dalla casa editrice dell'Arcidiocesi di Granada con il titolo Cásate y sé sumisa, provocando vivissime polemiche.[4] Il 25 novembre 2013, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, un gruppo di manifestanti ha protestato a Bilbao strappando dozzine di copertine del libro, mentre alcuni giorni dopo davanti all'arcivescovado di Granada è stata inscenata una parodia del "matrimonio sottomesso".[3] Un video firmato Anonymous ha attaccato il libro e il ministro della sanità Ana Mato lo ha definito «inappropriato e irrispettoso nei confronti delle donne».[5] L'arcivescovo Francisco Javier Martínez Fernández ha difeso la pubblicazione, definendo le proteste «ridicole e ipocrite».[6]

Dopo quindici anni al Tg3, attualmente Costanza Miriano si occupa di informazione religiosa a Rai Vaticano,[1] e collabora anche con Avvenire, Il Timone, Il Foglio.

Gestisce un blog, che nel corso del tempo è diventato a più voci: vi collaborano infatti colleghi giornalisti.

È stata membro del Comitato "Difendiamo i Nostri Figli", che figura fra gli organizzatori dei Family Day del 20 giugno 2015[7] e del 30 gennaio 2016 a Roma.[8] [9] Come ha annunciato nel suo blog il 19 marzo 2016 [10], ha deciso di uscire dal Comitato non sentendosi chiamata a sostenere direttamente la nuova connotazione politica assunta dallo stesso dopo l'approvazione in Senato del ddl Cirinnà, riservandosi in tal modo la libertà di difendere l'antropologia cristiana indipendentemente da ogni scelta partitica.

Vita privata

È sposata con Guido Tombari col quale ha avuto quattro figli, due maschi e due femmine gemelle.

Opere

Note

  1. ^ a b Daniele Castellani Perelli, Fenomenologia della donna Sentinella Tutta chiesa, smalto e tacchi a spillo, l'Espresso, 24 novembre 2014. URL consultato il 17-11-2016.
  2. ^ Lucetta Scaraffia, Un divertente manuale di evangelizzazione, in L'Osservatore Romano, 20 aprile 2011.
  3. ^ a b (EN) Guy Hedgecoe, ‘Get married and be submissive’ book raises hackles in Spain, The Irish Times, 11 dicembre 2013. URL consultato il 29-9-2015.
  4. ^ (EN) Lizzie Crocker, Europe's Submissive Wives, The Daily Beast, 14 dicembre 2013. URL consultato il 29-9-2015.
  5. ^ (EN) Sarah Rainey, I’m not signing up to be a Stepford Wife, The Telegraph, 12 dicembre 2013. URL consultato il 2-10-2015.
  6. ^ (EN) Fiona Govan, Book on 'submissive wives' becomes hit in Spain, The Telegraph, 11 dicembre 2013. URL consultato il 29-9-2015.
  7. ^ Family Day 2015, in IlFattoQuotidiano.it. URL consultato il 15 marzo 2016.
  8. ^ Roma, tutti insieme per un nuovo family day, in L'Espresso. URL consultato il 15 marzo 2016.
  9. ^ Comitato Difendiamo i nostri figli
  10. ^ http://costanzamiriano.com/2016/03/19/una-decisione-importante/

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF: (EN306307718