Costa di Sabrina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un'immagine satellitare ottenuta con il MODIS della NASA delle coste, da sinistra a destra, di Knox, di Budd e di Sabrina.
Mappa di localizzazione: Antartide
Costa di Sabrina
Costa di Sabrina
La posizione della costa di Sabrina.

La costa di Sabrina (centrata alle coordinate 67°20′S 119°00′E / 67.333333°S 119°E-67.333333; 119) è una porzione della costa della Terra di Wilkes, in Antartide. In particolare, la costa di Sabrina si estende tra capo Southard (66°32′S 122°05′E / 66.533333°S 122.083333°E-66.533333; 122.083333), a est, e capo Waldron (66°34′S 115°33′E / 66.566667°S 115.55°E-66.566667; 115.55), a ovest, e confina a est con la costa Banzare e a ovest con la costa di Budd.[1]

Il fronte della costa è quasi del tutto occupato dalla piattaforma di ghiaccio Università di Mosca che, dal ghiacciaio Totten, procede verso est fino ad arrivare alla baia di Paulding, nella costa Banzare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

John Balleny fu a lungo accreditato d'aver scoperto questa terra già nel marzo 1839 a circa 117°E. La United States Exploring Expedition (1838-1842), sotto Charles Wilkes delineò poi la configurazione generale di questa costa nel febbraio 1840. Nel 1931 la Spedizione BANZARE, al comando di Douglas Mawson, indicò questa terra a circa un grado di longitudine più a sud rispetto a quello riportato da Balleny e Wilkes.

In riconoscimento allo sforzo di John Balleny, Mawson ribattezzò la costa come Sabrina, da una delle navi che Balleny perse in una tempesta a 95°E nel finire del marzo del 1839.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Costa di Sabrina, GeoNames.Org (cc-by), 20 gennaio 2008.
  2. ^ (EN) Costa di Sabrina, in Geographic Names Information System, USGS.