Corrado Bernicchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corrado Bernicchi
Corrado Bernicchi.jpg
Corrado Bernicchi con la maglia del Parma nella stagione 1955-1956.
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, Terzino destro
Carriera
Squadre di club1
1940-1941 Tiferno 9 (0)
1942-1943 Molfetta 18 (2)
1945-1947 Bologna 9 (1)
1947-1948 Pistoiese 17 (1)
1949-1952 Bologna 101 (11)
1952-1955 Sampdoria 14 (0)
1955-1956 Parma 29 (3)
1956-1960 B.P.D. Colleferro 47+ (5+)
1960-1963 Città di Castello 52 (5)
Carriera da allenatore
1962 Città di Castello
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Corrado Bernicchi (Città di Castello, 1º gennaio 1926Città di Castello, 7 luglio 2001) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo centrocampista o terzino destro.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

In carriera ha disputato complessivamente 120 incontri di Serie A con 11 reti all'attivo, con le maglie di Bologna e Sampdoria, e 46 incontri con 4 reti in Serie B con Pistoiese e Parma. Chiude la carriera in Serie D nel Colleferro e poi nel Città di Castello, ricoprendo anche il ruolo di allenatore nel 1962 dopo l'esonero di Mario Perazzolo[1].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la chiusura della carriera è stato tecnico federale (allenando la Nazionale universitaria e la rappresentativa della Lega Dilettanti dell'Umbria)[2], preparatore atletico della Sampdoria di Fulvio Bernardini e osservatore per la Nazionale italiana[3].

Dopo la sua scomparsa, avvenuta nel 2001 all'età di 75 anni, gli è stato intitolato lo stadio di Città di Castello[2].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bologna: 1945-1946

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Massimo D’Agostino e Alexandru Palosanu, Almanacco storico della Serie D – Stagione 1961/62, 2013, p. 268.
  2. ^ a b A Marcello Lippi premio Corrado Bernicchi, flashsport.info. URL consultato il 23 agosto 2009.
  3. ^ Giuseppe Castelnovi, Quando Bernicchi lesse di essere morto, in La Gazzetta dello Sport, 9 luglio 2001. URL consultato il 23 agosto 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Scheda, carrierecalciatori.it.
  • Dario Marchetti (a cura di), Corrado Bernicchi, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.