Corno Nero (Alpi Pennine)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corno Nero
Corno Nero1.JPG
Il Corno Nero visto dalla Ludwigshöhe
Stato Italia Italia
Regione Valle d'Aosta Valle d'Aosta
Piemonte Piemonte
Provincia Valle d'Aosta Valle d'Aosta
Vercelli Vercelli
Altezza 4 322 m s.l.m.
Prominenza 41 m
Catena Alpi
Coordinate 45°54′53.64″N 7°51′43.2″E / 45.9149°N 7.862°E45.9149; 7.862Coordinate: 45°54′53.64″N 7°51′43.2″E / 45.9149°N 7.862°E45.9149; 7.862
Altri nomi e significati Schwarzhorn (tedesco)
Tête noire (francese)
Schwòarzehòrn (Greschòneytitsch)
Data prima ascensione 18 agosto 1873
Autore/i prima ascensione Marco Maglioli e Alberto Rothschild con le guide Peter Knubel e Niklaus Knubel e Eduard Cupelin, con tre portatori[1]
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Corno Nero
Corno Nero
Mappa di localizzazione: Alpi
Corno Nero (Alpi Pennine)
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Occidentali
Grande Settore Alpi Nord-occidentali
Sezione Alpi Pennine
Sottosezione Alpi del Monte Rosa
Supergruppo Gruppo del Monte Rosa
Gruppo Massiccio del Monte Rosa
Codice I/B-9.III-A.2

Il Corno Nero (Schwarzhorn in tedesco, Tête Noire in francese, Schwòarzehòrn in Greschòneytitsch), è una montagna nel massiccio del Monte Rosa, nelle Alpi Pennine, alta 4.322 m s.l.m.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Localizzazione del Corno Nero nel massiccio del Monte Rosa.

Si trova lungo la linea di cresta che a partire dalla Ludwigshöhe scende verso la Piramide Vincent e la Punta Giordani. Tale linea di cresta separa l'alta valle del Lys dall'alta Valsesia.

Si tratta di uno sperone roccioso dalla forma molto caratteristica e dall'aspetto assolutamente dissimile nei due versanti: quello nord è raggiunto fin quasi sulla vetta da una lingua nevosa; quello a sud-est, strapiomba su Alagna Valsesia con una grandiosa scarpata di roccia e neve, facente parte della Parete valsesiana del Monte Rosa; su questa parete sono stati aperti alcuni tra i più difficili e superbi itinerari delle Alpi.

Salita alla vetta[modifica | modifica wikitesto]

Il Corno Nero può essere salito partendo dal Colle del Lys. La difficoltà maggiore consiste nel superare il pendio nevoso terminale che raggiunge i 50° di pendenza. La salita viene valutata PD+.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Saglio, Boffa, p. 214

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Il Corno Nero (a sinistra), la Ludwigshöhe (al centro) e la Punta Parrot (a destra).