Corno (fiume Lazio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corno
StatoItalia Italia
RegioniUmbria Umbria
Lazio Lazio
Lunghezza56 km
Portata media30 m³/s
NasceMonte Terminillo
SfociaNera

Il Corno è un fiume del Lazio e dell'Umbria lungo 56 km, il più importante affluente di sinistra del Nera dopo il Velino.

Il corso del fiume[modifica | modifica wikitesto]

Il Corno nasce dal monte Terminillo, nel Lazio, ad oltre 2 000 m. di quota, e scorre verso nord con corso inizialmente torrentizio lungo la Vallonina, fino a giungere nell'altopiano di Leonessa dove bagna il borgo omonimo di Leonessa. In questo primo tratto è affiancato dalla strada provinciale 10 della Sella di Leonessa.

Da qui entra poi in Umbria lambendo i comuni di Monteleone di Spoleto e Cascia prendendo a scorrere in un fondovalle decisamente incassato. Presso la località Serravalle il fiume riceve da destra il piccolo torrente Sordo, suo principale tributario che rimpiguato dalle copiose sorgive della Piana di Santa Scolastica gli aumenta assai copiosamente la portata (il Corno diviene un fiume vero e proprio dopo questa confluenza) dopodiché entra nelle suggestive Strette di Biselli, spettacolare e selvaggio tratto ingolato assai noto a chi pratica canoa e rafting con una portata assai copiosa e quasi costante per tutto l'anno (circa 30 m³/s).

Presso Nortosce il fiume cede tramite uno sbarramento gran parte della sua portata per scopi idroelettrici, andando ad alimentare tramite gallerie il sistema Nera-Velino-Lago di Piediluco. Da qui in breve confluisce nella Nera fornendole un notevole tributo d'acque in corrispondenza di Triponzo.