Corilo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corilo
Nome orig. Joxer
Lingua orig. Inglese
Autore Robert Tapert
1ª app. Xena e la vendetta di CallistoXena e il segreto della pergamena
Interpretato da Ted Raimi
Voce italiana Pino Ammendola
Specie Umana
Sesso Maschio
Etnia Greca
Parenti
  • Ceneo: fratello gemello
  • Giacinto: fratello gemello
  • Melania: moglie
  • Virgilio: figlio

Corilo (Joxer) è uno dei personaggi della serie di Xena - Principessa guerriera, in cui è apparso come personaggio ricorrente per tutte e sei le stagioni del telefilm. È anche apparso in un episodio della serie madre Hercules ed è interpretato dall'attore statunitense Ted Raimi.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Da aiutante di Callisto a guerriero leale[modifica | modifica wikitesto]

Terzo figlio di un signore della guerra e di una musicista, Corilo (in originale Joxer) cerca sempre di mostrarsi abile come mercenario. La prima volta che compare nella serie (Xena e la vendetta di Callisto), cerca di servire la malvagia guerriera Callisto, e su suo ordine cerca di rapire l'amica di Xena, Olimpia. Fallisce in tutte e due le occasioni in cui tenta, e sia lui che Olimpia vengono catturati da Callisto, per essere infine salvati da Xena.

In seguito a questa esperienza capisce di voler aiutare la gente e di fare del bene, iniziando così a viaggiare per i villaggi offrendo entusiasticamente il suo aiuto. Ma la convinzione di essere un guerriero coraggioso e bellissimo esiste solo nella sua immaginazione: in realtà è molto ingenuo e incapace, ma spesso molto fortunato e simpatico. La sua vera e forse unica qualità è quella di essere un incantatore: offre infatti il suo aiuto a chiunque incontra, presentandosi come "Corilo il Grande" o "Corilo il Magnifico" ("Joxer the Mighty" in originale). Molto spesso si trova in situazioni disperate, ma riesce sempre a uscirne; diverse volte ha cercato di far riappacificare famiglie in guerra tra loro; in diverse occasioni, la sua incapacità si è rivelata essere utile a Xena per sconfiggere dei nemici.

Corilo appare nuovamente in un ruolo comico quando Venere, la dea dell'amore, gli getta un incantesimo per trasformarlo in un guerriero romantico ed incredibilmente dotato, con un irresistibile fascino (Xena e l'eroico Corilo). Per un solo episodio, è in grado di essere esattamente la persona che ha sempre voluto essere, e, quasi a voler consacrare per una volta il personaggio, la sigla finale di questo episodio non comprende la melodia presente in tutte le altre puntate, bensì la base della canzoncina che Corilo ha creato per autocelebrarsi.

Corilo come amico fidato[modifica | modifica wikitesto]

Mentre il tempo passa, Corilo si rivela essere un amico leale per Xena e Olimpia. Probabilmente è il suo amore per Olimpia, iniziato nell'episodio della seconda stagione Xena e il figlio di Cupido, che riesce a risollevare Corilo dalle sue delusioni; è un amore che però tiene segreto. Molte volte questo amore si rivela in modo assai intenso: è il caso di quello che succede dopo il finale della terza stagione, in cui, dopo che Olimpia si era gettata in un cratere di lava (Xena e il sacrificio supremo), è Corilo che la piange giorno dopo giorno, ed è sempre lui che getta i suoi fiori preferiti nel cratere in cui è "morta". Dopo il finale della quarta stagione (Xena e le Idi di marzo), quando Xena e Olimpia sono state crocifisse da Giulio Cesare, Corilo convince Andromeda (amazzone molto amica delle due guerriere) e Belur (santone indiano che aveva conosciuto Xena e Olimpia in India) a farsi aiutare per riportare i corpi delle amiche in Grecia.

Verso la fine della quinta stagione, dopo che Xena e Olimpia inscenano la loro morte (Xena e le lacrime della Morte), Corilo va alla ricerca dei loro corpi per lungo tempo, invano. Quando il cavallo di Xena, Argo, muore, si arrende. Venticinque anni dopo vediamo un invecchiato Corilo sposato alla ex-prostituta Melania, sosia di Xena. I due hanno avviato una taverna intitolata "La Principessa Guerriera e la Poetessa Combattente", e continuano a litigare infelicemente; nonostante lei sia contrariata, Corilo spende i risparmi di una vita per acquistare una delle pergamene di Olimpia. Lui e la moglie hanno tre figli: due maschi e una femmina, per cui stravede. Il ragazzo più grande è Virgilio, il poeta guerriero.

Una volta saputo che Xena e Olimpia sono vive, i suoi occhi si illuminano di nuovo e gli torna l'entusiasmo che aveva una volta. Corilo e Virgilio viaggiano con le due alla ricerca di Evi, la figlia di Xena. Scoprono che ora è nota come Livia, "Campione di Roma", un'incredibile guerriera che ha ereditato da Xena molte abilità ed è oggetto delle attenzioni di Marte, dio della guerra. Durante una battaglia con lei, Corilo corre verso Livia per salvare Olimpia, e Livia lo uccide brutalmente. Anche se Corilo non significa nulla per Livia, le sue azioni la distraggono abbastanza a lungo da permettere a Xena di salvare Olimpia. Le reazioni delle due amiche alla sua morte mostrano quanto in realtà volessero bene a colui che spesso hanno insultato e preso in giro.

Dopo la morte[modifica | modifica wikitesto]

Corilo appare in altri due episodi dopo la sua morte; il primo è nel finale della quinta stagione (Xena e la caduta degli dèi), in cui appare sotto forma di fantasma a una confusa Olimpia, pedina delle Furie per far sì che uccida Evi. L'ultima apparizione avviene nella sesta stagione (Xena e il segreto della pergamena): questo episodio è ambientato a cavallo tra gli episodi Xena e i cancelli dell'eternità e Xena contro il Distruttore, e vede Corilo e Xena affrontare la morte di Olimpia; mentre Xena è ancora fiduciosa - dopo che la sciamana Antinea le ha inviato una visione della sua morte in cui c'era anche Olimpia - Corilo si è arreso e ha iniziato a bere. I due scopriranno presto che Olimpia è tenuta prigioniera da Marte, che la rilascerà solo se Xena accetterà di sposarlo. Corilo è l'unico a rimanere al fianco della principessa guerriera, e l'accompagnerà in un luogo sicuro dove nascondere la pergamena che prova lo sposalizio.

Le vite future di Corilo[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni episodi della serie televisiva Xena - Principessa guerriera sono stati ambientanti nel futuro, periodo in cui le reincarnazioni di Xena e Olimpia si reincontravano in nuovi corpi. Anche lo spirito di Corilo si è reincarnato, ricongiungendosi anche lui alle due amiche.

La prima reincarnazione di Corilo appare nell'episodio Xena e le antiche pergamene della seconda stagione; ambientato nel 1940, in questo episodio le reincarnazioni di Xena, Olimpia e Corilo ritrovano le pergamene scritte dalla poetessa e devono impedire che Marte si liberi dalla sua prigione. Alla fine, intrappolato il dio nella sua tomba, le pergamene vengono consegnate a un produttore di Hollywood, che ne crea una serie televisiva (Xena - Principessa guerriera).

Gli altri due episodi in cui appare la reincarnazione di Corilo sono ambientati ai giorni nostri. Sono intitolati Xena rivive nel 2000 e il già citato Xena e il segreto della pergamena. Nel primo dei due, lo spirito di Corilo si è reincarnato in Annie, una donna che è convinta di essere la reincarnazione di Xena, a cui tra l'altro somiglia molto; costei è sposata a Harry, che è la vera reincarnazione della principessa guerriera, ma somigliante a Corilo, mentre l'analista che la tiene in cura, Mattie, è la reincarnazione di Olimpia, a cui è uguale. Annie saprà tirarsi indietro quando capisce che Xena e Olimpia (in questa vita Harry e Mattie) sono destinati a stare insieme. Nel secondo episodio, Marte interviene sui tre personaggi, facendo tornare le cose a posto: Annie è ora la reincarnazione di Xena, mentre Corilo si è reincarnato in Harry. Ancora una volta, Corilo saprà farsi da parte.

La famiglia di Corilo[modifica | modifica wikitesto]

Corilo è il più giovane di una tripletta di gemelli. Suo padre, un signore della guerra, è morto in un incidente tra carri, ubriaco, mentre la madre, una musicista, fu uccisa dai creditori di suo padre. I suoi due fratelli, entrambi interpretati da Ted Raimi, sono:

  • Ceneo, visto negli episodi Xena e la regina Cleopatra e Xena contro la dea Discordia (anche se in quest'ultimo appare solo in un manifesto), è un rozzo e spietato assassino che sarebbe in grado di vendere persino sua nonna. Ceneo si burla di Corilo in un modo che ritiene essere fraterno, ma questo comportamento finisce solo per irritare e avvilire Corilo.
  • Giacinto, uno stravagante cantante di musica popolare, che veste con abiti vivaci e parla con un accento spagnolo. Corilo non riesce ad accettare di essere suo fratello, perché è quello che lui chiama "diverso" e perché sta "rovinando la sua vita". Alla fine, comunque, i due si riconciliano nel solo episodio in cui Giacinto appare, Xena e la lira di Tersicore.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione