Cordicepina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cordicepina
Cordycepin.svg
Nome IUPAC
9-(3-deossi-β-D-ribofuranosil)adenina
Nomi alternativi
3'-deossiadenosina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC10H13N5O3
Massa molecolare (u)251,24
Numero CAS73-03-0
Numero EINECS200-791-4
PubChem6303
SMILES
C1C(OC(C1O)N2C=NC3=C2N=CN=C3N)CO
Proprietà chimico-fisiche
Temperatura di fusione225.5 °C (498,65 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta
pericolo
Frasi H301 - 315 - 319 - 335
Consigli P261 - 301+310 - 305+351+338 [1]

La cordicepina (o 3-deossiadenosina) è un derivato del nucleoside adenosina, differente da essa per l'assenza di un atomo di ossigeno nella posizione 3 dell'anello di ribosio.

Veniva inizialmente estratta da un fungo del genere Cordyceps, ma è attualmente sintetizzata in maniera artificiale.

Alcuni enzimi non possono distinguere la cordicepina dall'adenosina, essendo queste due molecole molto simili tra loro. Per questo motivo la cordicepina può partecipare ad alcune reazioni biochimiche, ad esempio essere incorporata in una molecola di RNA, in modo da terminarne prematuramente la sintesi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 29.10.2012

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]