Corbizzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stemma della famiglia Corbizzi, Sansepolcro
Case dei Corbizi a Firenze
Stemma Corbizi

I Corbizzi (conosciuti anche come Corbizi, Chorbici, Corbici) furono un'antica famiglia originaria di Fiesole, che si trasferì nel XII secolo a Firenze; un ramo si trapiantò poi a Forlì (inizi XV secolo).

Storia familiare[modifica | modifica wikitesto]

Come ricorda Nicola Ottokar ne "Il comune di Firenze alla fine del Dugento" (Einaudi, con una introduzione di Ernesto Sestan, 1974) «...Gli Altoviti erano un ramo della nobile famiglia dei Corbizzi» retrodatando ulteriormente la nobile famiglia al tempo delle invasioni longobarde.

Longobardo Corbizzo viene considerato generalmente dagli storici come il capostipite dell'omonima famiglia. Gli scarsi dati al riguardo ci indicano come nel 1192 avesse abitato nel Borgo Santi Apostoli a Firenze e che avesse avuto sette figli: Davanzato, Altovita, Iscorcia, Corbizzo, Squarcialupo, Iacopo e Caccia. Con riferimento ad Altovito si suppone con una certa aderenza storica che tale figlio fosse stato il capostipite dell'omonima famiglia fiorentina degli Altoviti, lo stesso dicasi per Squarcialupo capostipite della famiglia Squarcialupi. In ogni caso la famiglia era nella stessa consorteria degli Altoviti e si dedicò all'attività mercantile, riscuotendo un buon successo nel periodo d'oro dei commerci fiorentini tra il XIII e XIV secolo. Nella famiglia vi furono alcuni gonfalonieri di giustizia (come Filippo Corbizzi, all'epoca di Savonarola) e priori.

Un ramo della famiglia si trasferì a Forlì ai primordi del XV secolo.

Dimore storiche[modifica | modifica wikitesto]

Esponenti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Bonoli, Storia di Forlì, Atesa, 1826, disponibile anche in linea

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia di famiglia