Coppa del Mondo di cricket femminile 1978

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa del Mondo di cricket femminile 1978
Organizzatore India India
Campione Australia Australia (Primo titolo)
Partecipanti 4
Partite 6
Affluenza ND
Affluenza per partita ND
Record di Run Australia Margaret Jennings (127)
Record di Wickets Australia Sharyn Fitzsimmons (7)
Edizione precedente Inghilterra Inghilterra 1973
Edizione successiva Nuova Zelanda Nuova Zelanda 1982

La Coppa del Mondo di cricket femminile 1978 fu la seconda edizione del torneo mondiale di cricket per donne. Fu disputata dal 1º gennaio al 13 gennaio 1978 in India e vide la partecipazione di sole 4 squadre. Al torneo dovevano prendere parte anche i Paesi Bassi e le Indie Occidentali Britanniche ma rinunciarono per via degli alti costi della trasferta.

La vittoria finale andò alla squadra australiana che si aggiudicò il titolo vincendo tutte le partite. Seconda classificata l'Inghilterra campione in carica che perse solo con le australiane

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Dato il numero ridotto di squadre (soltanto 4) si scelse di optare per un unico girone all'italiana con partite di sola andata.

Torneo[modifica | modifica wikitesto]

Cronaca[modifica | modifica wikitesto]

I favori del pronostico andavano tutti alla selezione inglese (campione in carica) o a quella australiana (giunta seconda nella precedente edizione); le rimanenti due squadre erano palesemente inferiori, soprattutto quella indiana. Nonostante la differenza di valore delle due coppie di squadre un successo neozelandese su una delle due favorite poteva essere giudicato improbabile ma comunque possibile, mentre una vittoria indiana su Inghilterra o Australia sarebbe stato un risultato clamoroso e impronosticabile. Proprio per questo il calendario venne fissato sistemando il Big match tra Australia e Inghilterra all'ultima giornata, in modo da avere una specie di finalissima esattamente come era stato nella precedente edizione.

Nella prima giornata si cominciò con la partita tra le australiane e le outsider neozelandesi. Le australiane spensero subito le velleità delle vicine di casa neozelandesi infliggendo loro una sconfitta abbastanza netta, tuttavia lo scarto di 66 runs mostra che, sebbene inferiori, le neozelandesi dimostrarono comunque di aver impegnato le avversarie.

La seconda partita della prima giornata, come da pronostico, non ebbe storia. L'intera formazione indiana venne eliminata in soli 39.3 overs dalle bowlers inglesi, che consentirono alle battitrici indiane di marcare solo 63 runs. Al momento di andare in battuta le inglesi raggiunsero il target in appena 30 overs perdendo un solo wicket.

Il 5 gennaio si giocò quella che sarebbe poi diventata (come del resto ci si aspettava) la finale per il terzo posto tra India e Nuova Zelanda. Le indiane iniziarono in battuta e riuscirono a terminare i 50 overs dell'innings con ancora 1 wicket in piedi marcando il soddisfacente bottino di 130 runs. Le neozelandesi risposero marcando i 131 runs del target in 44 overs perdendo solo una battitrice, ottenendo quindi una vittoria per 9 wickets.

L'8 gennaio furono le inglesi a dover affrontare la mina vagante neozelandese, tuttavia ne uscirono con una vittoria abbastanza convincente. Le neozelandesi giocarono un soddisfacente innings marcando 157 runs, le inglesi attuarono una tattica molto prudente per evitare eliminazioni e riuscirono a raggiungere il target a meno di 10 overs dalla fine, avendo perso solo 3 battitrici lungo il percorso.

Nell'altra partita dell'8 gennaio non si ebbe storia e le australiane vinsero grazie ad una tattica prudente nel loro turno di lancio, infatti più che eliminare le battitrici mirarono a non far marcare loro runs. Nonostante questa strategia le bowlers australiane erano talmente superiori da essere ugualmente in grado di eliminare l'intera formazione indiana quando mancavano 2 overs alla fine.

Dopo 5 giorni di riposo Australia e Inghilterra si giocarono la loro finale come da programma. Usando la stessa tattica usata contro l'India le bowlers australiane limitarono le inglesi a sole 96 runs (con 8 wickets persi) e arrivato il loro turno di battuta raggiunsero agevolmente il target necessitando di poco più di metà dei 50 overs previsti, vincendo partita e titolo mondiale.

Partite[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo In battuta (nel I innings) Al lancio (nel I innings) Risultato
1º gennaio 1978 Keenan Stadium
Jamshedpur
Australia Australia
177/all out (49.2 overs)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
111/8 (50 overs)
AUS vince di 66 runs
1º gennaio 1978 Eden Gardens
Calcutta
India India
63/all out (39.3 overs)
Inghilterra Inghilterra
65/1 (30.2 overs)
ENG vince di 9 wickets
5 gennaio 1978 Moin-ul-Haq Stadium
Patna
India India
130/9 (50 overs)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
131/1 (44 overs)
NZL vince di 9 wickets
8 gennaio 1978 Moin-ul-Haq Stadium
Patna
Australia Australia
150/8 (50 overs)
India India
79/all out (47.2 overs)
AUS vince di 71 runs
8 gennaio 1978 Lal Bahadur Shastri Stadium
Hyderabad
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
157/all out (49.4 overs)
Inghilterra Inghilterra
160/3 (40.3 overs)
ENG vince di 7 wickets
13 gennaio 1978 Lal Bahadur Shastri Stadium
Hyderabad
Inghilterra Inghilterra
96/8 (50 overs)
Australia Australia
100/2 (31.3 overs)
AUS vince di 8 wickets

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Team Pld W L T NR Pts
Australia Australia 3 3 0 0 0 6
Inghilterra Inghilterra 3 2 1 0 0 4
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 3 1 2 0 0 2
India India 3 0 3 0 0 0

Campione[modifica | modifica wikitesto]

Australia Australia
(Primo titolo)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]