Coppa Lombardia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa Lombardia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Tipo Squadre di club
Paese Italia Italia
Storia
Fondazione 1904
Soppressione 1922[1]
Ultimo vincitore Genoa

La Coppa Lombardia era un trofeo calcistico per squadre di club istituito nei primi anni del XX secolo.

Il trofeo fu messo in palio a proprie spese da Pierino Negrotto Cambiaso, presidente del FBC Casteggio. Il trofeo aveva un'originale formula challenge; la "Coppa" veniva messa in palio in gara secca tra la squadra detentrice ed una squadra sfidante. Nella prima edizione della coppa la squadra che fosse riuscito a difenderlo in quattro sfide consecutive si sarebbe aggiudicato definitivamente il trofeo, mentre nella seconda le sfide aumentarono a sette.[2]

La coppa non è da confondersi con l'omonima Coppa Lombardia disputata tra il 1916 ed il 1917 ed organizzata dal comitato regionale lombardo in sostituzione del normale campionato italiano di calcio sospeso a causa della prima guerra mondiale.

Il trofeo era una coppa realizzata dal piacentino Enrico Astorri dal valore di 8.000 lire italiane.[3]

1ª edizione[modifica | modifica wikitesto]

1904[modifica | modifica wikitesto]

  • Semifinali
Casteggio
20 settembre 1904
Milan 2 – 1
referto
Pro Vercelli
Arbitro Italia Bosisio di Milano

Casteggio
20 settembre 1904
US Milanese  –  Casteggio

  • Finale
Casteggio
20 settembre 1904
Milan 3 – 0
referto
US Milanese

1905[modifica | modifica wikitesto]

Casteggio
15 ottobre 1905
Casteggio 0 – 20 Milan
Arbitro Italia Bosisio di Milano

1906[modifica | modifica wikitesto]

Il Milan vincendo per la quarta volta la coppa si aggiudica il trofeo noto come Coppa Casteggio o Coppa Negrotto.

  • Semifinali
Casteggio
21 ottobre 1906
Milan 2 – 1 Juventus
Arbitro Italia Bertinetti di Vercelli

Casteggio
21 ottobre 1906
US Milanese 2 – 1 Genoa

  • Finale
Casteggio
21 ottobre 1906
Milan 1 – 0 US Milanese
Arbitro Italia Bertinetti di Vercelli

1907[modifica | modifica wikitesto]

Al triangolare parteciparono Milan, US Milanese e Torino, I rossoneri milanesi si aggiudicarono il torneo vincendo entrambi gli incontri.

Casteggio
17 novembre 1907
Torino 3 – 0 US Milanese
Arbitro Italia Bertinetti di Vercelli

Casteggio
17 novembre 1907
Milan 3 – 2 US Milanese
Arbitro Italia Bertinetti di Vercelli

Casteggio
17 novembre 1907
Milan 1 – 0 Torino
Arbitro Italia Bertinetti di Vercelli

2ª edizione[modifica | modifica wikitesto]

1910[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente era iscritta anche l'US Milanese che poi diede forfait.[4]

Casteggio
22 maggio 1910
Casteggio 1 – 12
referto
Genoa

1911[modifica | modifica wikitesto]

Genova
1º ottobre 1911
Genoa 3 – 1 Milan Campo sportivo di Ponte Carrega
Arbitro Italia Scamoni di Torino

1912[modifica | modifica wikitesto]

Genova
22 settembre 1912
Genoa 3 – 1 Milan Campo sportivo di Ponte Carrega
Arbitro Italia Scamoni di Milano

1913[modifica | modifica wikitesto]

Il Genoa difese il possesso della Coppa nella sfida contro la Pro Vercelli.[3]

Genova 1913 Genoa  –  Pro Vercelli

1915[modifica | modifica wikitesto]

Il Genoa difese il possesso della Coppa nella sfida contro l'Andrea Doria.[3][5]

Genova
11 04 1915
Genoa 5 – 0 Andrea Doria

1920[modifica | modifica wikitesto]

La competizione tornò ad essere disputata dopo il termine della prima guerra mondiale ed il Genoa difese il possesso della Coppa nella sfida contro l'Alessandria.[3][6]

Genova 1920 Genoa 3 – 2 Alessandria

1922[modifica | modifica wikitesto]

Il Genoa si aggiudica definitivamente la competizione battendo l'US Milanese.[3]

Genova
24 settembre 1922
Genoa 3 – 1 US Milanese Campo di Marassi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Genoa si aggiudicò definitivamente la competizione
  2. ^ 1912 VS. 1915 Il Genoa d’Oro (prima parte), su Genoacfc.it. URL consultato il 26 aprile 2015.
  3. ^ a b c d e Padovano, p.228
  4. ^ Il Genoa vince la Coppa Lombardia, su Pianetagenoa1893.net. URL consultato il 25 aprile 2015.
  5. ^ Campionato 1914/15, il settimo sigillo: il Genoa pareggia col Milan grazie a una contestata rete di Santamaria I, su www.pianetagenoa1893.net. URL consultato il 02 maggio 2016.
  6. ^ Genova per noi, su Blog, 11 dicembre 2015. URL consultato il 02 maggio 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aldo Padovano, Accadde domani... un anno con il Genoa, Genova, De Ferrari, 2005, ISBN 88-7172-689-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio