Coop Reno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coop Reno
Logo
Stato Italia Italia
Forma societaria Cooperativa di Consumatori
Fondazione 1988
Sede principale San Giorgio di Piano
Persone chiave Mario Cifiello(presidente consiglio di Sorveglianza) Andrea Mascherini (presidente consiglio di Gestione)
Settore grande distribuzione organizzata
Prodotti alimentari e beni di largo consumo
Fatturato Green Arrow Up.svg 162,212 milioni di (2014)
Utile netto 820.000 (2014)
Dipendenti 673 (2014)
Slogan «Supermercati Coop Reno, dove la qualità è anche convenienza»
Sito web

Coop Reno è una delle 8 medie cooperative di consumatori del sistema Coop, e come tale aderisce all'ANCC della Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue e al consorzio cooperativo Coop Italia.

Insieme alla più grande cooperativa italiana ed europea Coop Alleanza 3.0[1] e alle medie cooperative Coop Casarsa e Coop Eridana (nonché ad alcune piccole Coop in Emilia-Romagna, Triveneto, Marche ed Abruzzo) aderisce al Distretto Adriatico.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Coop Reno nasce il 22 ottobre 1988 e diventa operativa l'anno successivo. Questa cooperativa nasce come scissione da Coop Emilia Veneto (l'attuale Coop Adriatica) della rete di piccole dimensioni operante nella pianura bolognese, per un totale di 6 punti vendita (Altedo, Baricella, Minerbio, Poggio Renatico, San Giorgio di Piano e San Pietro in Casale). L'obiettivo della scissione è quello di assicurare una qualificata presenza di Coop nei centri compresi tra i 5.000 e i 15.000 abitanti dove non sono previste grandi strutture.

La nuova cooperativa si avviò ad un piano di sviluppo che, da un lato, prevedeva nuove aperture e, dall'altro, la fusione con le piccole cooperative rimaste nella zona. La prima fusione è stata quella con "La Popolare" di Medicina, e, negli anni successivi, si aggiunsero anche nuove aperture: Osteria Grande e Sant'Agata Bolognese (1992), San Vincenzo di Galliera (1993) e Vergato (1994).

Nel 1992 venne incorporata la Coop Tre Valli, con punti vendita in diverse località dell'Appennino bolognese, espandendosi così fuori dalla pianura. Un'altra fusione è stata quella con Coop Delta, una cooperativa che gestiva diverse località tra le province di Rovigo e di Ferrara. A questi si aggiunsero anche due punti vendita ex Coop Estense (Berra e Jolanda di Savoia) e venne incorporata la Coop Bosco Mesola. Tutti i punti vendita furono più volte ampliati e ammodernati, e nel 1998 si arrivò a 25 punti vendita.

Nel 2000 venne acquisito un punto vendita a Silla e si aprì un nuovo supermercato a Molinella. In pianura vennero inoltre acquisiti alcuni spacci già gestiti da Consorzi Agrari. Nel 2003 è stato acquisito da Coop Adriatica il negozio di Castenaso.

Negli ultimi tre anni la cooperativa ha effettuato un forte sviluppo sia tramite acquisizioni (Monteveglio, San Giovanni in Persiceto, Porretta Terme), che attraverso nuove aperture (Casalfiumanese, Castel Guelfo). Il 3 luglio 2009 è stato aperto un nuovo punto vendita a Padulle di Sala Bolognese.

Altri punti vendita sono stati ristrutturati (San Pietro in Casale, Baricella, Poggio Renatico, Osteria Grande, Sant'Agata Bolognese) o rilocalizzati (Altedo di Malalbergo, San Giorgio di Piano e Galliera, da San Vincenzo a San Venanzio).

Dal 5 aprile 2011 l'InCoop di San Giovanni in Persiceto passa da Coop Reno a Coop Adriatica.

Il 2 giugno 2011 la cooperativa è sbarcata per la prima volta in provincia di Ravenna, aprendo il supermercato di Bagnara di Romagna. Questa presenza si è ulteriormente rafforzata il 29 luglio, con l'apertura del supermercato di Riolo Terme.

Nel 2012 sono stati inaugurati i negozi di Minerbio (in una nuova posizione e ingrandito) e Rioveggio di Monzuno. Sono stati poi ristrutturati i negozi di San Pietro in Casale e quello di Molinella (il primo negozio Coop in Italia con il nuovo format Comunicazione) ed è stato ingrandito quello di Castiglione dei Pepoli.

Il 19 ottobre 2013 è stato inaugurato il nuovo punto vendita di Monghidoro.

Continuando il programma di ammodernamento della propria rete di vendita, nel corso del 2014 la Cooperativa ha ristrutturato il supermercato di Silla e quello di Vado (Monzuno), ha terminato i lavori di consolidamento sismico del fabbricato di Poggio Renatico e ha inaugurato due nuovi supermercati ad Argelato e Castello d'Argile.

I soci[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2014 Coop Reno contava su 39 punti vendita (27 nella provincia di Bologna, 7 in provincia di Ferrara, 3 nel Polesine rodigino e 2 nella provincia di Ravenna) per un fatturato annuo di vendite di circa 162 milioni di euro, 88.303 soci, 764 dipendenti, 10.670 soci prestatori.

Coop Reno è l'unica tra le medie coop ad avere una sua edizione della rivista "Consumatori" (utilizzata, con edizioni locali, anche dalle 6 grandi coop dei distretti Adriatico e Nord-Ovest), che viene inviata gratuitamente a tutti i soci.

Da ottobre 2010 Coop Reno ha realizzato un suo portale sociale che prende il nome del suo house organ interno AttivamenteReno[2].

Assetto istituzionale[modifica | modifica wikitesto]

L'Assemblea di Bilancio del 28 giugno 2008 ha sancito il passaggio dal modello tradizionale, al “Sistema duale”. Tale modello si caratterizza per una separazione più marcata tra ruolo della proprietà (soci) e compiti affidati al livello gestionale della Cooperativa (management). Le scelte strategico-imprenditoriali vengono proposte dal Consiglio di Sorveglianza, il quale esercita in primo luogo un ruolo di indirizzo e di controllo dell'azienda, essendo garante della tutela degli interessi dei soci, oltre che dei valori e dell'identità della Cooperativa. Al Consiglio di Gestione spetta l'amministrazione della cooperativa, assicurando attraverso la Direzione Operativa una guida sinergica ed esecutiva, affinché vengano realizzati gli obiettivi aziendali.

Nell'ambito dell'Assemblea generale del 28 giugno 2014, sono stati eletti i nuovi organi della cooperativa che riportiamo sotto.

Consiglio di Sorveglianza

Presidente: Mario Cifiello

Consiglieri: Doriana Ballotti, Chiara Bertelli, Gianluca Capellari, Paolo Ceccardi, Maura Felicani, Daniele Fioresi, Chiara Gambetti, Massimo Mota, Mara Neri, Celestina Rossi,

Savio Sangiorgi, Gabriella Sapori, Guido Toletti (*purtroppo scomparso il 16 ottobre 2014), Guido Turrini.

Consiglio di Gestione (aggiornato al 19 marzo 2015 in carica fino al 2017)

Presidente: Andrea Mascherini

Vice presidente Marco Manzoli

Consiglieri: Gilberto Bianchini, Arturo Panizza, Monica Marchioni

La rete di vendita[modifica | modifica wikitesto]

Coop Reno gestisce 39 punti vendita in 5 province, divisi tra minimercati e supermercati a insegna Coop.

Questo è il dettaglio della rete di vendita:

1 Provincia dov'è presente anche Coop Alleanza 3.0

Come si può notare, Coop Reno gestisce una rete di vendita complementare a quella di Coop alleanza 3.0 (Precedentemente Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense), coprendo alcune zone non raggiunte dalle grandi Coop.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende