Coone (musicista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coone
Coone-1407241968.jpg
Coone nel 2014
Nazionalità Belgio Belgio
Genere Hardstyle
Jumpstyle
Periodo di attività musicale 2002 – in attività
Etichetta Dirty Workz
Album pubblicati 5
Studio 0
Sito ufficiale

Coone, nome d'arte di Koen Bauweraerts (30 maggio 1983), è un disc jockey belga.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 15 anni, nel 1998, ha iniziato a produrre e mixare musica. Successivamente nel 2002 si è spostato verso produzioni hard house.[1] Il primo singolo, rilasciato nel 2002, si chiamava "Protect The Innocent". Sotto lo pseudonimo "The Artist Also Known As" è entrato nelle scene musicali con "Eating Donuts", un remix di "Song 2" dei Blur[2].

Nel 2006 fonda l'etichetta Dirty Workz, che rilascia prevalentemente musica jumpstyle e hardstyle. Ha anche avviato in passato un progetto con DJ Fenix chiamato "Ambassador Inc". In aggiunta, è entrato nella graduatoria di DJ MAG's Top 100 DJ's classificandosi come #41 nel 2011. Coone si ha anche avviato collaborazioni con la Dim Mak Records (etichetta di Steve Aoki),[3] ma comunque senza lasciare il lavoro con Dirty Workz.

Diverse sono le produzioni negli anni. Di rilievo c'è il remix della traccia Madness, prodotta da Dimitri Vegas & Like Mike, con Steve Aoki produce "Can't Stop The Swag" e un remix della canzone "A Light That Never Comes" dei Linkin Park.

Nel 2015 inizia il suo podcast Global Dedication in edizioni mensili, dove raggruppa tracce non ancora rilasciate e vecchi classici hardstyle. Nello stesso anno raggiunge il #49 posto della DJ Mag 2015 Top 100 DJs che lo classifica primo tra i DJ hardstyle dell'anno. Pubblica insieme a Bassjackers il singolo Sound Barrier, un mix di hardstyle su BPM più lenti. A fine anno rilascia un mini album "Mixtape Sampler" contenente 3 tracce di cui due remix e una inedita.

Il 2016 è un anno molto ricco perché viene incaricato di produrre l'anthem dell'evento Reverze in Belgio. Nel corso dei mesi inizia a pubblicare notizie su un suo imminente album chiamato Less Is More[4] con il primo video della traccia Robotz. A breve pubblica un nuovo anthem, quello di Intents Festival con la collaborazione di Hard Driver.

Verso fine anno l'etichetta Q-dance annuncia che Coone produrrà anche l'anthem del Qlimax; partecipazione che il DJ riterrà come la miglior performance della sua carriera. Nello stesso mese vi è anche l'uscita di una speciale compilation chiamata 10 Years Dirty Workz, che raggruppa i migliori singoli prodotti dalla fondazione dell'etichetta.

Il 2017 si apre con un free remix del brano Wildcard di KSHMR e un singolo insieme al producer australiano Code Black.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008 - My Dirty Workz
  • 2009 - Dirty Workz Deluxe
  • 2011 - The Challenge
  • 2013 - Global Dedication
  • 2016 - Less Is More

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • DJ Coone - Protect The Innocent (2002)
  • DJ Coone - And The Beat Goes On (2003)
  • DJ Coone - The Name Of My DJ (2003)
  • DJ Coone - Getting Down (2005)
  • DJ Coone - Love / Nord Station (2005)
  • DJ Coone - Cracked / Life Is Complex (2006)
  • DJ Coone - Gonna Cum EP (2006)
  • FVL - Violin De La Nuit - Violin De La Nuit (Performed By Mr. Pink aka DJ Coone) (2006)
  • DJ Coone - Infected (Reverze Anthem) (2006)
  • Coone & Ghost - Pitch Up (2006)
  • Coone - Bounce On Ya Sneakerz / Keep It Whoat (2007)
  • Coone - The Chosen One (2007)
  • Coone - The Return (Remixes) (2007)
  • Coone Feat. Mr. Eyez - Words From The Gang (2007)
  • Justin Tenzz - Electric Housecleaner (2007)
  • Coone - Doggystyle / Gonna Cum (Ronald-V Remix) (2008)
  • Coone & Ruthless - We Don't Care (2008)
  • Coone - Xpress Yourself / My Dirty Workz (2008)
  • Coone - Feelings In My Head (2008)
  • Coone - Throw Ya Handz / Twilight Zone (2010)
  • Coone / Coone & Ruthless - A Million Miles / D.E.N.S. (2010)
  • Coone - The Undefeated (2010)
  • Coone - Starf*ckers / Fearless (2010)
  • Psyko Punkz vs. Coone - Dirty Soundz (Ra-Ta-Ta) (2010)
  • Coone ft. Scope DJ - Travelling (2011)
  • Coone ft. Da Tweekaz - D.W.X (2011)
  • Coone ft. Nikkita - Monstah (2011)
  • Coone - The Prime Target (2011)
  • Coone Ft. Zatox - Audio Attack(2011)
  • Coone ft. Scope DJ - Free Again (2012)
  • Coone - Chapter 20.12 (2012)
  • Coone - Music is Art (2012)
  • Coone - Dedication (2012)
  • Coone - Chapter 20.12 (2012)
  • Coone - Nustyle Crap (2012)
  • Coone - Headbanger (2013)
  • Coone - Colors of Life (2013)
  • Coone ft. Kritikal - Zombie Killer (2013)
  • Coone ft. K19 - Times Gettin' Hard (2013)
  • Steve Aoki & Coone - Can't Stop the Swag (2014)
  • Coone - Survival Of The Fittest (2014)
  • Coone - Into The Madness (2014)
  • Coone - Aladdin On E (2014)
  • Coone & Hard Driver & E-life - Swoosh Fever (2015)
  • Coone & Dr Rude ft K19 - For The World (2015)
  • Coone - Love For The Game (2015)
  • Coone X Bassjackers X GLDY LX - Sound Barrier (2015)
  • Coone & Max Enforcer - Love X Hate
  • Coone ft MC Sik-Wit-It - THIS (2015)
  • Coone - Deception (Reverze 2016 Anthem)
  • Coone & Hard Driver - It's All In The Game (Intents Festival 2016 Anthem)
  • Coone - Rise Of The Celestials (Qlimax 2016 Anthem)
  • Gareth Emery ft Christina Novelli - Concrete Angel (Coone & Code Black Remix)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN170360463 · ISNI: (EN0000 0001 1917 4914 · GND: (DE138115818 · BNF: (FRcb16278670j (data)