Convitto nazionale Giovanni Falcone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il convitto nazionale "Giovanni Falcone" di Palermo è un convitto con scuole statali interne: primaria, secondaria di I grado e liceo classico. È situato in piazza Sett'Angeli, nel quartiere Monte di Pietà di Palermo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce ad opera dei Gesuiti col nome di "Collegio Massimo", nel 1675. Dopo l'espulsione dei Gesuiti divenne nel 1778 Real Convitto Ferdinando, per ragazzi aristocratici in condizioni disagiate. L'edificio ai primi dell'Ottocento subì un corposo restauro. L'istituto, con R.D. del 18 giugno 1863, n.786 è stato intitolato Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II", primo re d'Italia e parte dei locali ceduti al liceo classico Vittorio Emanuele II[1].

Nel 1999 il Convitto è stato intitolato a Giovanni Falcone che frequentò la scuola [2].

Il Convitto offre possibilità di vitto e alloggio a studenti provenienti da tutti comuni della Sicilia.[3]

Nel 2012 vi è stato girato il film Convitto Falcone di Pasquale Scimeca.[4]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • "Scala della Madonna", opera dei Serpotta[5]
  • "Fonte del Redentore", (XVII sec.)
  • Vergine che offre lo stendardo missionario a Sant'Ignazio di Loyola e a San Francesco Saverio, del pittore fiammingo Geronimo Gerardi [6]

Alunni celebri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Palermo Portale Palermo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Palermo