Conti vampiro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Conti Vampiro sono un esercito protagonista del wargame tridimensionale Warhammer Fantasy Battle. Nelle terre della Provincia Imperiale dello Stirland, si trova una delle nazioni più corrotte e malvagie dell'Impero: Sylvania. Qui, da più di 500 anni vivono i Conti Vampiro, provenienti dalla lontana terra di Nehehakra. I Conti comandano dal palazzo di Drakenhof, e chiunque vi sia entrato, non è mai tornato per raccontarlo. I pochi che vivono abbastanza e riescono a tornare, raccontano di aver scorto spiriti nei cimiteri, scheletri che si alzano dalle loro tombe, e i Ghoul, gli abitanti di Sylvanya, che assaltano i poveri viandanti per mangiarli. Un'armata di non-morti che porta il terrore persino nel cuore dei più coraggiosi, e di solito, i soldati che affrontano le Linee di Sangue [1] scappano, prima ancora che la prima linea di fanteria gli piombi addosso.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Benché siano fisicamente forti, veloci e resistenti, non sono queste caratteristiche a renderli tanto pericolosi, bensì la volontà e l'ambizione che li spingono ad ottenere e mantenere il potere, una forza incalzante, della quale le altre creature non-morte sono prive. Dotati di poteri soprannaturali che gli conferiscono il controllo sui morti, i Vampiri sono leader naturali delle orde dei non-morti che tormentano il mondo. Sebbene gli umani li odino e diano loro la caccia, i Vampiri s'annidano all'interno della società umana, anche sotto le spoglie di nobiluomini e nobildonne, oppure ai confini della civilizzazione. Un tempo umani, non riescono a dimenticare le vite precedenti; che sia uno studioso o un guerriero, l'esistenza immortale di un Vampiro è alimentata dalla brama di potere magico e dominio terreno. Molti di loro si esercitano nei combattimenti diventando abili spadaccini, altri si dedicano alla negromanzia, nel tentativo di creare un enorme esercito di non-morti, con il quale invadere i regni umani.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia dei Conti Vampiro inizia nella terra di Lahmia, nel deserto di Khemri. Alkadizzar il Conquistatore aveva occupato il regno di Lahmia e ucciso i suoi abitanti. L'invasione dei non-morti del Necromante Nagash lasciò la questione in sospeso e la guerra che porta il suo nome, diede abbastanza tempo ai vampiri di risvegliare i loro sudditi, farli diventare non-morti e fuggire al più presto. Si salvarono diversi vampiri dalla guerra: da essi nacquero le linee di sangue: Von Carstein, Lahmia, Necrarchi, Draghi Sanguinari, Strigoi. Poi, dopo un lungo viaggio, giunsero nelle vaste terre a nord del deserto, ma anche lì, gli ultimi sette vennero scacciati dai pelleverde, appena arrivati da est. Dopo molti anni di conflitti giunsero nell'Impero e si stabilirono in Sylvania. A quel tempo regnava su tale nazione, il pazzo Otto von Drak con sua figlia Isabella. Il conte non accettava nessuno dei pretendenti che aspiravano alla sua mano, arrivando in punto di morte privo di un erede. Sul suo letto, il pazzo giurò che avrebbe dato in sposa Isabella ad un demone, piuttosto che lasciare il regno al fratello. Quella notte al castello si presentò uno straniero, avvolto nelle tenebre. L'uomo chiese la mano della ragazza, presentandosi come Vlad von Carstein. Il conte acconsentì, morendo poco dopo. Vlad, al comando della Sylvania, iniziò le sue mire espansionistiche, rivelandosi al popolo, per via dell'esercito di morti, come un vampiro. Durante una campagna a Nord-Ovest, il conte venne ucciso, tuttavia, ricomparve un anno dopo ancora in vita: nelle sue guerre Vlad venne ucciso diverse volte, ricomparendo sempre poco dopo. Perciò, dopo molte conquiste, nella battaglia di Altdorf, il grande Teogonista Wilhelm III scoprì la fonte dell'immortalità del vampiro: l'anello dei von Carstein. Ingaggiò dunque un famoso ladro, Felix Mann, che quella notte rubò il manufatto. Ancora oggi non si sa che fine abbia fatto. Vlad, scoperto il furto, ordinò un immediato attacco alla città ma venne ucciso dal grande Teogonista; Isabella si suicidò e molti vampiri morirono.

Al trono salì Konrad il Sanguinario, un conte umano "vampirizzato" da Vlad, totalmente pazzo. Il conte non voleva altro che guerre e stragi. Incontrò e si alleò con i Cavalieri di Rocca di Sangue, che "vampirizzò". Contro di lui si formarono diverse alleanze, una di queste formata da uomini e nani lo sconfisse poiché i suoi necromanti lo abbandonarono. Il conte fuggì dalla battaglia ma venne catturato dal nano Grufbad, quindi impalato su una Zanna Runica.

L'enorme regno di Konrad passò in mano a Mannfred. Questi aspettò che i contendenti al trono dell'Impero si uccidessero a vicenda, quindi iniziò la sua espansione con una armata gigantesca. Tuttavia una nuova alleanza tra uomini e nani sconfisse l'esercito vampiro di Mannfred nei pressi della Palude Infernale, che cercò di scappare ma venne intercettato dal conte dello Stirland il quale lo maciullò con la sua Zanna Runica, ma il corpo del vampiro non venne mai trovato. si dice che sia ancora vivo.

Von Carstein[modifica | modifica wikitesto]

I vampiri più importanti sono i Von Carstein, dominatori della cupa regione della Sylvania, un tempo in grado quasi di sottomettere l'impero. Il primo fu Vlad von Carstein, colui che diffuse la maledizione del vampirismo tra i nobili dell'Impero creando un vasto esercito di non-morti con cui sottomise gli altri Conti Elettori. Alla sua sconfitta gli succedette Conrad, pazzo assassino privo di poteri magici. A seguito di tale carenza, incoraggiò molti necromanti a unirsi al suo esercito stringendo un'alleanza con i famigerati Cavalieri del Sangue. Forte di questo, marciò con il suo esercito nell'Impero, ma, dopo la fuga dei suoi necromanti, fu fermato da un'alleanza di nani e uomini a Landa Torva. Dopo ciò, i Conti Elettori pensarono di essersi liberati della minaccia dei Conti Vampiro per sempre, ma uno dei Von Carstein riuscì a fuggire. Era Mannfred, un Vampiro dotato di un incredibile talento nelle arti magiche. Vagò per tutto il Vecchio Mondo stringendo molte alleanze con altri vampiri, inclusa la sorellanza di Lahmia. Al suo ritorno in Sylvania, creò un enorme esercito di non-morti muovendo guerra all'Impero. Riuscì quasi a conquistare Altdorf e diventare un Imperatore Vampiro, ma fu fermato dal Grande Teogonista. Seguirono anni di guerra senza quartiere, ma alla fine Mannfred fu messo con le spalle al muro nella Palude Infernale, dove fu sconfitto e sparì. Nessuno sa cosa gli accadde dopo. Si crede sia ancora vivo, pronto ancora a muovere guerra all'Impero, aspettando il momento giusto per colpire.

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

  • -2000 Nasce Nagash.
  • -1968 Costretti dalle tempeste, un gruppo di Elfi Oscuri attraccano Zandri. Nagash cattura molti membri della compagnia e obbliga la Maga ad insegnargli la Magia Oscura. È un allievo dotato, uccidendo in un duello l'Elfa Oscura con la sua stessa magia. I prigionieri sopravvissuti vengono rinchiusi nella Grande Piramide.
  • -1959 Nagash uccide il Re Sacerdote di Khemri e prende il potere. Inizia il progetto della creazione di una propria sfera magica, estrapolata da quella della morte. Tutto il mondo conoscerà in seguito questa sfera come Necromanzia.
  • -1950 Nagash inizia a prolungare la propria vita con pozioni varie estratte da sangue umano. Per poter governare recluta personaggi corrotti. La fedeltà a Nagash viene premiata con il prolungamento della vita, così queste "persone" si ritengono degli dei. Inizia la costruzione della Piramide Nera, la più grande piramide in assoluto mai costruita.
  • -1750 i Re di Nehekhara si coalizzano contro Nagash, che, dopo anni di guerra torna alla Piramide Nera. Nagash viene poi sconfitto e fugge a nord. Si crede che i suoi libri siano ormai distrutti, ma almeno uno arriva tra le mani di Neferata a Lahmia, dove inizia a imparare la magia di Nagash. Lahmia diventa la prima dei vampiri; la regina Khalida la scopre ma viene uccisa da Neferata, così il suo segreto resta al sicuro.
  • -1600 Durante i suoi vagabondaggi Nagash approda a Monte Rotto, una montagna situta nei pressi del Mare Acido. Monte Rotto contiene un'incredibile quantità di mutapietra grezza, la più alta concentrazione nel mondo. Nagash comincia i suoi esperimenti con la warpietra, ma questa immensa massa di Caos allo stato puro lo costringe ad utilizzare i suoi più potenti incantesimi di Negromanzia per prolungare la sua vita, per resistere ai tremendi effetti collaterali dei suoi studi.
  • Dal -1500 al -1350 circa Nagash realizza che una piccola quantità di mutapietra raffinata può essere di aiuto enorme nella pratica della Magia Oscura. A causa della mancanza di servitori, Nagash inizia i suoi esperimenti sui corpi e sugli scheletri avendo successo nel rianimarli. Utilizza così i suoi schiavi non-morti per scavare miniere e costruire sotto il Monte Rotto, Nagashizzar, il Pozzo Maledetto, una gigantesca fortezza sotterranea piena di laboratori alchemici, magazzini, forge ed armerie. Le polveri e le scorie delle miniere in breve mutano le lande circostanti in un deserto, conosciuto come la Desolazione di Nagash. Le tribù primitive di umani iniziano a lavorare per lui e adorarlo come un dio ma i loro corpi iniziano a degradarsi fino a trasformarsi in ghoul mangiatori di carogne. Nel giro di pochi secoli Nagash ha fondato un potente impero tutt'intorno al mare Acido. Nagash ordina a Wsoran, suo più grande e fedele discepolo, di creare un artefatto Magico per convogliare i Venti Oscuri della Magia ed usarlo per controllare i non-morti.
  • -1350 Gli Skaven vengono attirati a Monte Rotto dall'enorme quantità di warpietra e lanciano una guerra contro Nagash, ma il Gran Necromante adesso è abbastanza potente da respingerli. Si crea una sorta di compromesso fra Nagash ed il Concilio dei Tredici.
  • -1222 Un grande terremoto porta alla luce una ricca vena di gromril [2]all'interno delle montagne Nebbiose. Nagash forgia e costruisce la sua portentosa armatura da una miscela di gromril e piombo
  • -1200 I seguaci di Nagash vengono sconfitti da un'alleanza guidata dal Re Sacerdote Alcadizaar. Lahmia viene saccheggiata e la popolazione ridotta in schiavitù.
  • -1163 Nagash attacca i Re Sacerdoti, ma il suo primo assalto viene respinto. Nagash sparge la peste sulla terra. Una nuova armata non-morta invade le terre dei Re Sacerdoti e devasta tutto quello che trova sulla propria strada. Alcadizaar viene condotto in catene per essere torturato.
  • -1154 L'ArciStregone Wsoran completa la Sfera Oscura e Nagash gli ordina di usarla immediatamente. Wsoran, per testare i poteri dell'Artefatto, parte con una schiera di non-morti e s'incammina verso la terra che diverrà l'Impero.
  • -1151 Il Grande Rituale. Nagash consuma warpietra e da inizio al Rituale del Risveglio. Presentendo il pericolo gli Skaven liberano Alcadizaar che trafigge Nagash e fugge con la Corona della Stregoneria. Ascesa di Settra, il Risvegliato. Settra muove guerra ad Arkhan obbligandolo a fuggire in lande desolate. Purga della Necropoli su ordine di Settra. I Nagashiti vengono messi a morte.
  • -1149 Arkhan il Nero saccheggia la città di Bel-Aliad. Per i successivi mille anni Arkhan taglieggia le terre d'Arabia dagli aspri deserti che la circondano.
  • Dal -1148 al -1145 Wsoran giunge a destinazione e inizia a testare i poteri letali della Sfera Nera sui barbari locali: comanda ai suoi non-morti di costruirgli una fortezza dove potrà continuare i suoi studi e preparare il mondo per il ritorno del gran Necromante. Schiavizza numerosi barbari per assisterlo nei suoi lavori, e coloro che muoiono per gli enormi sforzi, vengono usati per ingrandire la sua enorme legione di non-morti.
  • Dal -1145 al -945 Wsoran continua i suoi esperimenti con la Sfera Nera e studia la Necromanzia più di quanto gli aveva richiesto Nagash. Approfondisce molti degli incantesimi di Nagash perfezionandoli, attuando piccole correzioni e migliorie; diventa un maestro nella Magia delle tenebre e comincia a realizzare il vero potenziale di tale potere. Come i suoi domini si espandono, si trova ben presto a scontrarsi con il Reame dei Vampiri di Atavus Manorossa. Si giunge così al conflitto, il Necromante ed il Re dei Vampiri si disputano le terre combattendosi con legioni di non-morti ed incantesimi di magia oscura.
  • Dal -1083 al -893 Atavus torna a nuova vita e si rende conto dell'inutilità della sua vita di violenza scellerata; così decide di creare, per i Vampiri e per se stesso un Reame. Si impossessa dell'area che verrà conosciuta come Sylvania per via dei potenti Venti di Magia Oscura che la permeano costringendo le tribù di barbari a costruirgli la sua Fortezza nera di Grauenstarch. Munita di forge, tombe, prigioni, laboratori, immensi saloni, torri con guglie appuntite e passaggi segreti, Grauenstarch diverrà un centro del Male. Atavus e la sua Prole inizieranno così a studiare la Magia Oscura. La Necromanzia fluisce in Atavus e Arca come acqua inquinata e ben presto intorno a Grauenstarch si raccolgono orde di non-morti e le loro legioni iniziano a marciare sulla terra. Ben presto Atavus Manorossa diventa il re incontrastato di un reame che un millennio dopo diverrà l'Impero. Governa con la forza e con il terrore, un tiranno temuto nello stesso modo sia dai vivi che dai morti. Spezza ogni tentativo di ribellione contro di lui. I Vampiri che tentano di ribellarsi vengono rinchiusi in celle sotto il Grauenstarch e da lì non usciranno mai più. Il suo status rimarrà indiscusso, gli altri Patriarchi si limiteranno ad accrescere i loro Clan ed continuare gli esperimenti con i Poteri Oscuri. Atavus stesso approfondirà la sua conoscenza delle Tenebre, scoprendo nuovi incantesimi Necromantici e Demoniaci, testandoli con i suoi stessi poteri Vampirici, arrivando a stabilire un contatto con il male che risiede nelle Terre di Sylvania.
  • -945 La fortezza di Wsoran viene saccheggiata e distrutta dalle Legioni delle Tenebre di Atavus Manorossa. Le forze del reame dei Vampiri affrontano quelle dell'Oscuro Luogotenente, con a capo il Re Vampiro stesso ed i suoi Patriarchi, così Wsoran soccombe. Il Patriarca Arca uccide Wsoran, ma alcuni dei suoi allievi riescono a scappare e a recuperare la Sfera Nera. Scompaiono da qualche parte nelle montagne dei Confini del mondo senza lasciare tracce di loro né dell'artefatto. Le ricerche e le librerie di Wsoran vengono razziate e aggiunte alla conoscenza di Atavus e Arca.
  • Dal -876 al -847 Caduta del reame dei vampiri. Il Reame di Atavus inizia ad avere i primi i cedimento, nel momento in cui gli elfi ed i nani respingono i tentativi di Atavus di espandere il proprio dominio. Gli altri praticanti delle Arti Oscure iniziano ad affollare i suoi territori, così la popolazione di Vampiri cresce troppo in fretta, causando problemi di cibo e di mantenimento. I clan cominciano a combattere fra di loro ed il Reame dei Vampiri mostra tutti i segni di una nazione cresciuta troppo velocemente. Atavus si stanca della corona, e comincia a considerare l'idea di abbandonare i vampiri e ricominciare da capo.
  • Dal -847 al -817 Atavus entra in Transylvania, una piccola regione della Sylvania, e prende il paesino di Gesiterland come suo dominio. È seguito da un numero ridotto di umani e mostri, che cominciano ad abitare quelle terre. Per i suoi Figli Oscuri comunque Atavus è semplicemente scomparso. Il Reame dei Vampiri si autodistruggerà in una sanguinosa guerra civile che durerà 30 anni. Una guerra che consentirà alle tribù di barbari di sottrarsi facilmente al giogo dei loro padroni non-morti, e agli elfi ed ai nani di sconfiggere quelle che una volta erano le potenti armate non-morte dei Reami dei Vampiri. I Vampiri si disperderanno agli angoli del Vecchio Mondo, i Patriarchi porteranno con sé gli accoliti più fidati e ricostruiranno i loro castelli. La fortezza di Graunstarch rimase come simbolo di terrore dei Reami dei Vampiri e anche ben dopo la loro scomparsa i loro nemici continueranno a temere la loro potenza. La terra intorno alla fortezza rimarrà un deserto riaso un posto protetto da potenti incantesimi e rune protettive.
  • -600 Vorag Dentisanguinati unisce le disperse tribu dei Ghoul, in agguato nei pressi di Picco Zoppo, diventando il primo ed unico Re Ghoul. L'esercito dei Ghoul distrugge la tribù dei Goblin Nuvola Rossa, e i sopravvissuti vengono forzati a costruire la Fortezza di Vorag ad est della Piana delle Ossa. Vorag viene ucciso da una balista mentre assedia la tribu Goblin Grey Hag.
  • -491 Nascita di Helmut Kerzer.
  • -296 Durante una spedizione scientifica, Helmut Kerzer scopre i resti di un avamposto di Elfi Oscuri nella parte ad ovest di Norsca: scopre terribili segreti magici che lo renderanno potente oltre ogni limite umano. Ucciderà ogni membro della spedizione in un orribile rituale allo scopo di aumentare i suoi poteri dannandosi per sempre.
  • -219 Helmut Kerzer muore e diverrà conosciuto come il Signore dei Liche.
  • -186 Atavus Manorossa scrive il suo terrificante volume a proposito sulla vera natura della morte e sui non-morti, il "Lexicana Ex Mortis", contenente anche diversi incantesimi necromantici.
  • -40 Nagash rinasce dopo 1111 anni. Tenta di sottomettere i Re dei Sepolcri, che si ribellano sotto la guida del Re Settra, forzando Nagash a ritirarsi a Nagashizzar. Qui trova la sua fortezza invasa dagli Skaven, riuscendo a scacciarle in una notte.
  • -39 Arkhan segue Nagash.
  • -15 Arkhan il Nero sconfigge gli Skaven nella Battaglia della Roccia Morta. La sconfitta degli Skaven e così devastante, che rinunciano alla ricattura della Fossa Maledetta.
  • +1 Nagash scopre la Corona della Stregoneria nelle mani di Morath che viene sconfitto da Sigmar prima che Nagash prenda la Corona. Nagash attacca l'Impero e viene ucciso da Sigmar nella Battaglia del Fiume Reik.
  • +22 Drachenfels tenta di assassinare Sigmar, rovinando così la sua reputazione a causa della corruzione del Caos, però fallisce. Sigmar entra nel Castello di Drachenfels e distrugge il corpo del Grande Incantatore.
  • +465 Il Necromante, Lothar il Sanguinario, sorgerà dalle ombre di Sylvania grazie al potere diabolico della Sfera nera di Wsoran. Le sue legioni metteranno a ferro e fuoco tutta la Sylvania e parte dell'Impero. I viventi sembrano incapaci di opporsi ai non-morti, mentre la Pioggia Oscura peggiora la situazione, richiamando alla non-vita numerosi cadaveri, ma Lothar scompare nel nulla nel momento massimo del suo trionfo. Le sue legioni ritornano ad essere polvere e la Sfera Nera di Wsoran si volatilizza senza lasciare tracce.
  • +927 Helmut Kerzer scrive i suoi abominevoli testi su come evocare e controllare i non-morti, un decadente libro in pelle umana intitolato "Totentanz".
  • +1104 Parata dei lebbrosi. Quasi un migliaio di essi danno luogo a feste e danze a Castel Drachenfels, costretti a ballare così velocemente che la lebbra fa scivolare via loro la carne dalle ossa.
  • +1111 Lo scoppio della Peste Nera scatenata dagli Skaven stermina i nove decimi della popolazione dell'Impero. Gli Skaven sbucano dalle Sottovie e invadono l'Impero. In Sylvania, il necromante Van Hal crea un'armata di non-morti con i corpi delle vittime della pestilenza, e scaccia gli Skaven.
  • Dal +1112 al +1124 Van Hal costruisce la fortezza di Vanhaldenschlosse e taglieggia l'Impero. Per la successiva decade Van Hal, i sopravvissuti dell'Impero e gli Skaven combattono una guerra apparentemente senza fine. La guerra termina con l'assassinio di Van Hal e la distruzione delle orde non-morte.
  • Dal +1207 al +1244 Il Negromante Dieter Helsnicht cacciato da Middenheim, fugge nella Foresta delle Ombre, organizza un'armata non-morta, ed attacca l'Impero. Sconfitto nella Battaglia di Beeckerhoven da una forza combinata tra l'Impero e Kislev. Il corpo di Dieter non verrà mai ritrovato.
  • +1681 Notte del Morto Senza Riposo. Ritorno di Nagash. Per una notte tutte le terre conosciute del pianeta sono calcate dai morti risvegliati.
  • +1797 Vlad Von Carstein diventa il primo Conte Vampiro di Sylvania, sposa la contessa Isabella von Drak. Per il resto dei due secoli successivi, i nobili di Sylvania rimarranno infettati dalla maledizione del vampirismo.
  • +1851 Drachenfels saccheggia Parravon.
  • +1907 La festa del veleno di Drachenfels.
  • +2010 La Guerra dei Conti Vampiro inizia con la devastazione dell'Ostermark per mano di Vlad von Carstein. Battaglia di Hunger Wood. I Nani combattono a fianco dell'Impero e prendono parte all'Assedio Notturno del castello Tempelhof, sconfiggendo la Contessa Vampiro Emmanuelle.
  • +2025 Il temuto vampiro Vlad von Carstein viene ucciso dal Gran Maestro Kruger dei Templari del Lupo Bianco ma, meno di un anno dopo, Von Carstein è scorto alla testa di un'altra armata ed il cadavere di Kruger viene trovato prosciugato fino all'ultima goccia di sangue alle pendici dell'Ulricsberg.
  • +2051 Vlad von Carstein viene ucciso nell'assedio di Altdorf, Isabella si suicida. Le guerre intestine tra i Conti Vampiro frammentano l'armata dei non-morti.
  • Dal +2094 al +2121 Konrad Von Carstein emerge come il più potente tra i Conti Vampiro. Guida le forze non-morte contro l'Impero, ma viene fermato nel +2100 nella Battaglia dei Quattro Eserciti. Nel +2121 viene sconfitto, da una coalizione di Imperiali e Nani, nella Battaglia di Grim Morr.
  • Dal +2132 al +2145 Manfred Von Carstein, l'ultimo ed il più scaltro tra i Conti Vampiro, lancia un attacco a sorpresa contro l'Impero. Raggiunge quasi il suo scopo, conquistando Altdorf, ma infine viene costretto a ritirarsi a Sylvania da un'armata composta da truppe Imperiali, din Nani e di Elfi. Viene sconfitto nella battaglia di Hell Fenn.
  • +2477 Il Principe Oswald von Konigswald recluta una banda di avventurieri per dare la caccia e distruggere il malefico incantatore Drachenfels, guidandoli tra i Monti Grigi.
  • +2491 Heinrich Kemmler, il Signore dei Liche, trova la tomba di Krell, e riporta il campione del Caos in vita. Risvegliano un'armata di non-morti e lanciano un assalto a Bretonnia. Il Duca di Quenelles riesce a respingere l'esercito di Klemmer all'altezza dell'Abbazina de la Maisontall, esercito che si ritira verso i Monti Grigi.
  • +2495 Forze Non-morte, destate dal Signore dei Liche Heinrich Kemmler, attaccano il reame di Athel Loren, nel tentativo di invadere la Bretonnia, ma vengono distrutte dagli Elfi Silvani nel corso della Battaglia dei Tumuli. Kemmler riesce a fuggire, si dice sul dorso di un necroptero.
  • +2523 Le forze di Vardek Crom invadono i confini invisibili di Sylvania. I conti Von Carstein reagiscono immediatamente annientando gli invasori. Manfred si risveglia ed assalta le truppe di Archaon. Tenta anche di attaccare l'Impero ma il Gran Teogonista Volkmar lo ferma.

Esercito[modifica | modifica wikitesto]

L'esercito dei Conti Vampiro comprende differenti unità, ognuna delle quali presenta diverse caratteristiche diverse, e per questo ciascuna dovrà assolvere sul campo da gioco uno specifico compito. Gli zombie, ad esempio, non sono un'unità da impatto, ma sono perfetti per bloccare l'avversario sul posto. Invece i vargheist sono troppo fragili per poter rimanere a lungo impegnati in corpo a corpo, sono più veloci, sfuggevoli, ma con una incredibile potenza di impatto che al momento giusto può risultare fatale per l'avversario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le famiglie che comandano Sylvanya.
  2. ^ Corrispondente al nostro ferro meteorico


fantasy Portale Fantasy: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fantasy