Contea di Adair (Missouri)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Contea di Adair
contea
Contea di Adair – Veduta
Contea di Adair – Veduta
Tribunale della Contea di Adair a Kirksville
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Missouri.svg Missouri
Amministrazione
CapoluogoKirksville
Data di istituzione1841
Territorio
Coordinate
del capoluogo
40°11′24″N 92°36′00″W / 40.19°N 92.6°W40.19; -92.6 (Contea di Adair)
Superficie1 475 km²
Abitanti25 315 (2020)
Densità17,16 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Contea di Adair – Mappa
Contea di Adair – Mappa
Sito istituzionale

La contea di Adair (in inglese Adair County) è una contea nella parte nordorientale dello Stato del Missouri, negli Stati Uniti. La popolazione al censimento del 2020 era di 25 314 abitanti. Il capoluogo di contea è Kirksville.[1] Al 1º luglio 2021, la previsione per la popolazione della contea è di 25 185, con una variazione di -0,5%. Il capoluogo di contea è Kirksville.[2] La contea venne prima colonizzata da migranti del Kentucky e venne organizzata il 29 gennaio 1841. La Contea di Adair comprende l'area statistica micropolita di Kirksville (Missouri).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo insediamento permanente nella Contea si Adair cominciò nel 1829. Molti dei primi coloni provenivano dalla Contea di Adair, nel Kentucky, che diede poi il nome alla contea del Missouri.[3] La contea prese il nome da John Adair, un rispettabile Governatore del Kentucky.[4][5] Questo avvenne 25 anni dopo l'acquisto della Louisiana, sette anni dopo che il Missouri venisse riconosciuto come Stato, e quattro anni dopo che le tribù native americane Sac e Fox rinunciassero alle loro pretese sulla terra. L'insediamento originario era chiamato "Cabins of White Folks" (lett. le cabine dei bianchi) o semplicemente "The Cabins" (lett. le cabine), ed era a sei miglia (9,7 km) ad ovest rispetto all'odierna Kirksville lungo il fiume Chariton.

La guerra di Grande Collo[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio del 1829, un grande gruppo di nativi americani Iowa, guidati da Capo Grande Collo (Chief Big Neck), ritornarono ai loro precedenti terreni di caccia violando il trattato. Uno dei cani degli Iowa uccise un maiale, e alcuni membri della tribù minacciarono (o insultarono, secondo alcune fonti) le donne bianche. I coloni mandarono messaggeri verso sud nelle contee di Randolph e di Macon per chiedere aiuto. Il capitano William Trammell rispose con un gruppo di circa due dozzine di uomini per aiutarli. Prima che arrivassero, gli Iowa avevano lasciato l'area e avevano risalito il Chariton verso l'attuale Contea di Schuyler. Le truppe di Trammell, rinforzate da diversi uomini provenienti da "The Cabins", inseguirono e raggiunsero gli Iowa in un luogo chiamato Battle Creek, uccidendo diversi nativi americani, inclusi il fratello e la cognata di Grande Collo e il loro figlio.[6] Il gruppo di Trammell perse tre uomini nella battaglia, compreso lo stesso capitano Trammell, e un'altra persona morì per le ferite riportate poco dopo. I bianchi superstiti tornarono alle "cabine", presero donne e bambini, e si spostarono a sud verso l'insediamento di Huntsville nella Contea di Randolph. Successivamente, un gruppo di soldati guidati dal generale John B. Clark inseguirono e catturarono Grande Collo e i suoi il 31 marzo 1890. Molti di loro evasero poco dopo dalla prigione e scapparono nell'attuale Iowa; ad ogni modo, Grande Collo e gli altri rimasti vennero mandati a processo da un grand jury convocato nella contea di Randolph. Il jury disse, a proposito del 31 marzo 1830: "Dopo avere esaminato tutti i testimoni, e considerando le accuse per le quali questi Indiani Iowa sono sotto processo, noi li consideriamo non colpevoli, e devono essere liberati all'istante."[7] L'assoluzione di Grande Collo sembrava avere portato la guerra ad una conclusione pacifica, anche se non facile. Pochi mesi dopo, dei coloni bianchi tornarono alle "cabine" in numero maggiore rispetto a prima, e questa volta per restare in maniera permanente. Lo scoppio della guerra di Falco Nero nel 1832 portò nuovo sbigottimento tra i primi coloni sebbene tutti i conflitti fossero lontani centinaia di miglie negli attuali Stati dell'Illinois e Wisconsin. Per placare le paure, vennero mandate delle truppe militari e vennero costruiti due piccoli fortini. Uno, Fort Clark, era su un altipiano vicino alle "cabine". Diverse miglia a nordest, un altro distacco di truppe costruì Fort Matson. Dopo mesi durante i quali non ci furono azioni ostili da parte dei nativi americani nella Contea di Adair, entrambi i fortini vennero abbandonati. Il sito di Fort Clark oggi è segnalato da un grosso masso e una targa, mentre il sito di Fort Matson divenne poi il terreno di una chiesa e il suo nome venne storpiato in Fort Madison (da non confondere con la città in Iowa). Rimane ancora il cimitero di Fort Matson/Madison.[8]

Tribunale[modifica | modifica wikitesto]

Il tribunale della Contea di Adair è una struttura romanica nel centro della piazza di Kirksville che venne completato nel 1899. L'architetto fu Robert G. Kirsch che successivamente progettò anche i tribunali delle contee di Carroll, Polk, Vernon e Cooper. La contea non ha avuto un tribunale dal 1865 al 1899, svolgendo le funzioni in quartieri temporaneamente affittati o vicino alla piazza. I votanti della contea infine approvarono un'obbligazione nel 1897 per costruire l'attuale tribunale dopo quattro tentativi falliti tra il 1872 e il 1896. Il tribunale venne iscritto sul National Register of Historic Places (lett. registro nazionale dei luoghi storici) nel 1978.[9][10]

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo l'Ufficio del censimento americano, la contea si estende per 1 470 km2, dei quali 1 470 km2 sono di terra e 5,4 km2 sono di acqua (lo 0,4%).[11]

Contee adiacentis[modifica | modifica wikitesto]

Principali autostrade[modifica | modifica wikitesto]

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica
Censimento Pop.
18502 283
18608 436269,5%
187011 44835,7%
188015 19032,7%
189017 41714,7%
190021 72824,8%
191022 7004,5%
192021 404−5,7%
193019 436−9,2%
194020 2464,2%
195019 689−2,8%
196020 1052,1%
197022 47211,8%
198024 87010,7%
199024 577−1,2%
200024 9771,6%
201025 6072,5%
202025 314−1,1%
U.S. Decennial Census[12]
1790-1960[13] 1900-1990[14]
1990-2000[15] 2010-2015[1]

Secondo il censimento[16] del 2000, c'erano 24 977 persone, 9 669 abitazioni, e 5 346 famiglie residenti nella contea. La densità di popolazione era di 44 persone per miglio quadrato (17 per km2). C'erano 1 082 unità abitative ad una densità media di 19 per miglio quadrato (7 su km2). La popolazione della contea era formata per il 95,82% da bianchi, per l'1,20% da persone di colore o afro-americani, per lo 0,26% da nativi americani, per l'1,39% da asiatici, per lo 0,05% da isolani del Pacifico, per lo 0,41% da altre razze, e per lo 0,88% da due o più razze. Approssimativamente l'1,26% della popolazione era ispanico o americo-latino di qualsiasi razza.

C'erano, 9 669 abitazioni, delle quali il 25,20% aveva bambini sotto i 18 anni che vivevano con loro, il 45,50% erano coppie spossate che vivevano insieme, il 7,20% avevano una proprietaria senza un marito presente, e il 44,70% non erano famiglie. Il 31,50% di tutte le abitazioni erano abitate da individui, e nel 10,50% abitavano da soli anziani oltre i 65 anni.

Nella contea, il 19,20% della popolazione aveva meno di 18 anni, il 27,40% tra i 18 e i 24 anni, il 22,80% tra i 25 e i 44 anni, il 18,40% tra i 45 e i 64 anni, e il 12,30% sopra i 64 anni. L'età media era di 28 anni. Per ogni 100 donne c'erano 88,20 uomini. Per ogni 100 donne di almeno 18 anni, c'erano 84,50 uomini.

Il reddito medio di un'abitazione nella contea era di $ 26 677, e il reddito medio per una famiglia era di $ 38 085. Gli uomini avevano un reddito medio di $ 26 323 contro i $ 21 837 delle donne. Il reddito pro capite per la contea era di $ 15 484. Circa l'11,90% delle famiglie e il 23,30% della popolazione era al di sotto della soglia di povertà, inclusi il 16,80% degli under 18 e il 12,00% degli over 65.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo l'Association of Religion Data Archives County Membership Report (2010), la Contea di Cass è vista a volte come sul confine settentrionale della Bible Belt, con i protestanti evangelici come religione dominante. Le confessioni predominanti tra i residenti della Contea di Cass che aderiscono ad una religione sono Southern Baptist (19,73%), metodisti uniti (14,27%) e cattolici (12,72%).

Comunità[modifica | modifica wikitesto]

Città[modifica | modifica wikitesto]

Villaggi[modifica | modifica wikitesto]

Comunità non incorporate[modifica | modifica wikitesto]

Municipalità[modifica | modifica wikitesto]

La Contea di Adair è suddivisa in dieci municipalità (township):

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 2020 Population and Housing State Data, su census.gov, United States Census Bureau. URL consultato il 25 agosto 2021.
  2. ^ Find a County, su naco.org, National Association of Counties. URL consultato il 7 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2011).
  3. ^ Robert L. Ramsay, Adair County, in Survey of Missouri Place Names, University of Missouri, 1928–1945.
  4. ^ Violette, E. M., History of Adair County, The Denslow History Company, 1911, pp. 34.
  5. ^ Eaton, David Wolfe, How Missouri Counties, Towns and Streams Were Named, The State Historical Society of Missouri, 1916, pp. 200.
  6. ^ A Book Of Adair County History, page 34-36. Published 1976 by The Kirksville-Adair County Bicentennial Committee
  7. ^ Archived copy, su freepages.history.rootsweb.com. URL consultato il 1º maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2008). History of Randolph County
  8. ^ A Book Of Adair County History, page 37-38. Published 1976 by The Kirksville-Adair County Bicentennial Committee
  9. ^ National Register - Adair County, su dnr.mo.gov, Missouri Department of Natural Resources State Historic Preservation Office. URL consultato il 17 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2015).
  10. ^ March, David D., Adair County Courthouse National Register of Historic Places Inventory – Nomination Form (PDF), su dnr.mo.gov, 1977. URL consultato il 17 gennaio 2015.
  11. ^ 2010 Census Gazetteer Files (TXT), su census.gov, United States Census Bureau, 22 agosto 2012. URL consultato il 13 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2013).
  12. ^ U.S. Decennial Census, su census.gov, United States Census Bureau. URL consultato il 13 novembre 2014.
  13. ^ Historical Census Browser, su mapserver.lib.virginia.edu, University of Virginia Library. URL consultato il 13 novembre 2014.
  14. ^ Population of Counties by Decennial Census: 1900 to 1990 (TXT), su census.gov, United States Census Bureau. URL consultato il 13 novembre 2014.
  15. ^ Census 2000 PHC-T-4. Ranking Tables for Counties: 1990 and 2000 (PDF), su census.gov, United States Census Bureau. URL consultato il 13 novembre 2014.
  16. ^ U.S. Census website, su census.gov, United States Census Bureau. URL consultato il 31 gennaio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN144270463 · LCCN (ENn82104425 · J9U (ENHE987007555139505171 · WorldCat Identities (ENlccn-n82104425
  Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che parlano degli Stati Uniti d'America