Conti d'Alvernia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Conte d'Alvernia)

La contea d'Alvernia occupava gran parte della regione omonima. Il seguente è l'elenco dei conti d'Alvernia, da non confondere con i duchi d'Alvernia e il delfini d'Alvernia.

Duchi di epoca post-romana[modifica | modifica wikitesto]

  • Victorius, da 475 a 479
  • Apollonarius nel 506
  • Hortensius nel 527

Alto medioevo[modifica | modifica wikitesto]

Conti-duchi sotto i Merovingi[modifica | modifica wikitesto]

  • Becco (532)
  • Sigivaldo (532)
  • Hortensius (533)
  • Evodius
  • Georgius
  • Britianus
  • Firminus, conte verso gli anni 555/558, genero di Britianus, destituito
  • Sallustio, duca verso gli anni 555/558 fino al 560, nipote di Hortensius
  • Firminus (II), duca verso il 560 fino al 571
  • Venerandus, duca prima del 585
  • Nicetius, duca e conte verso il 585
  • Eulalius, duca dal 585 al 590
  • Bobon, duca dal 638 al 656, nominato da Sigeberto II, re dei Franchi
  • Bodilon, duca verso il 675
  • Calminius, duca negli anni 680
  • Genesius, duca negli anni 690
  • Ariberto, duca negli anni 690
  • Blandino, duca fino al 765

Conti sotto i Carolingi[modifica | modifica wikitesto]

La contea, già governata da un visconte, dopo la morte di Guglielmo Testa di Stoppa, fu ridotta definitivamente a Viscontea:

Visconti del Casato di Clermont[modifica | modifica wikitesto]

Conti ereditari[modifica | modifica wikitesto]

Casato di Clermont-Auvergne[modifica | modifica wikitesto]

979-989: Guido I, figlio del visconte di Clermont Roberto II;

989-1016: Guglielmo IV (-1016), fratello di Guy I;

1016-v. 1032: Roberto I (+ verso il 1032), figlio di Guglielmo IV;

v. 1032-v. 1060: Guglielmo V (v. 1000-v. 1060), figlio di Roberto I e di Ermengarda d'Arles;

v. 1060-1096: Roberto II (v. 1025-1096), figlio di Guglielmo V e di Filippa del Gévaudan;

1096-1136: Guglielmo VI (dopo il 1069-1136), figlio di Roberto II e di Judith de Melgueil;

1136-1147: Roberto III (v. 1095-v. 1147), figlio di Guglielmo VI e di Agnese di Sicilia;

1147-1169: Guglielmo VII il Giovane (v. 1130-1169), figlio di Roberto III e di Marquise d'Albon (v. 1115-1196), figlia del conte del Viennois Ghigo IV; da Guglielmo VIII discendevano i delfini d'Alvernia.

Tra il 1155 e il 1169 la contea d'Alvernia si divise in due parti. Una parte rimase contea, l'altra divenne delfinato. Di seguito i conti d'Alvernia:

1155-1182: Guglielmo VIII il vecchio, figlio di Guglielmo VI; Guglielmo VIII usurpò al nipote Guglielmo VII la maggior parte della contea;

1182-1194: Roberto VI (v. 1130-v. 1194), figlio di Guglielmo VIII e di Anna di Nevers (nato verso il 1110);

1194-1195: Guglielmo IX, figlio di Roberto VI e di Matilde di Borgogna;

1195-1224: Guido II, figlio di Roberto IV e di Matilde, fratello di Guglielmo IX;

1224-1247: Guglielmo X, figlio di Guy II e di Perronnelle de Chambon;

Blason de l'Auvergne.svg

1247-1277: Roberto V (v. 1225-1277), figlio di Guglielmo X e di Adélaïde de Brabant (v. 1190-v. 1261), anche conte di Boulogne;

1277-1314: Roberto VI (1250-1314) figlio di Roberto V e di Éléonore de Baffie; anche conte di Boulogne;

1314-1325: Roberto VII (v. 1282-1325), figlio di Roberto VI e di Béatrice de Montgascon, dama di Montgascon; anche conte di Boulogne;

1325-1332: Guglielmo XII (v. 1300-1332) figlio di Roberto VII e di Bianca di Borbone (morta nel 1304); anche conte di Boulogne;

1332-1360: Giovanna I (1326-1360), figlia di Guglielmo XII e di Margherita d'Évreux (1307-1350); era anche contessa di Boulogne, e poi regina di Francia per matrimonio con Giovanni II di Francia;

1338-1346: Filippo di Borgogna Monsieur(1323-1346), conte per matrimonio; primo sposo di Giovanna, figlio del duca di Borgogna Oddone IV e di Giovanna di Francia (1308-1347);
1350-1360: Giovanni II di Francia (1319-1364), secondo sposo di Giovanna I;

Casato di Borgogna[modifica | modifica wikitesto]

1360-1361: Filippo II (1346-1361), ovvero Filippo I di Borgogna, figlio di Giovanna e Filippo di Borgogna;

1361-1386: Giovanni I (morto nel 1386), figlio di Roberto VII e Maria di Dampierre, fratellastro di Guglielmo XII; anche conte di Boulogne e Montfort;

1386-1404: Giovanni II (morto nel 1404), figlio di Giovanni II e Jeanne de Clermont (+ 1383), dama di Saint-Just;

1404-1424: Giovanna II (1378-1424), figlia di Giovanni III e Aliénor de Comminges;

1404-1416: Giovanni IV (1340-1416), primo sposo di Giovanna II, figlio di Giovanni II di Francia; già duca di Berry, duca d'Alvernia e conte di Poitiers;
1416-1424: Georges de La Trémoille (1382-1446), secondo sposo di Giovanna II; già conte di Guines;

Casato d'Auvergne-Montgascon[modifica | modifica wikitesto]

1424-1437: Maria (1376-1437), figlia di Goffredo d'Alvernia (morto v. 1385), signore di Montgascon, e di Jeanne de Ventadour (morta nel 1376), nipote (figlia del figlio) di Roberto VII;

Casato de La Tour d'Auvergne[modifica | modifica wikitesto]

Armoiries de la Tour d'Auvergne.svg

1437-1461: Bertrando I, ovvero Bertrando V de La Tour (morto nel 1461), figlio di Maria e Bertrando IV de La Tour (morto dopo il 1423); anche signore de La Tour;

1461-1497: Bertrando II (1417-1497), figlio di Bertrando I e Jacquette du Peschin (morta nel 1473);

1497-1501: Giovanni V (1467-1501), figlio di Bertrando II e Louise de La Trémoïlle (morta nel 1474), dama di Bomiers, figlia di Georges de La Trémoïlle;

1501-1524: Anna (morta nel 1524), figlia di Giovanni V e Jeanne de Bourbon-Vendôme (1465-1511); Anna sposò nel 1505 John Stuart, duca di Albany, reggente di Scozia dal 1515 al 1524, morto nel 1536; Anna e John non ebbero figli;

1524-1589: Caterina de' Medici (1519-1589), regina di Francia, figlia di Lorenzo II de' Medici e di Madeleine de La Tour d'Auvergne (1500-1519), figlia di Giovanni V de La Tour d'Auvergne.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

  • G. L. Burr, "La rivoluzione carolingia e l'intervento franco in Italia", cap. XI, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 336–357.
  • Gerhard Seeliger, "Conquiste e incoronazione a imperatore di Carlomagno", cap. XII, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, pp. 358–396.
  • René Poupardin, Ludovico il Pio, in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1979, pp. 558–582
  • René Poupardin, I regni carolingi (840-918), in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1979, pp. 583–635
  • (FR) Claude Devic e Joseph Vaissette, Histoire générale de Languedoc Google Books Vol. 1 (1840), Vol. 2 (1840), Vol. 3 (1841), Vol. 4 (1749), Vol. 5 (1842), Vol. 6 (1843), Vol. 7 (1843), Vol. 8 (1844), Vol. 9 (1845)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]