Consoli dei mercanti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Consoli dei Mercanti)

Nell'ordinamento giudiziario della Repubblica di Venezia, i Consoli dei Mercanti erano una magistratura incaricata di dirimere le questioni inerenti al commercio e di promuovere lo stesso.

Storia e funzioni[modifica | modifica wikitesto]

Istituito sin dalla metà del Duecento, questo organo si componeva di tre membri, poi cresciuti a cinque nel 1423, A mano a mano che le originarie funzioni venivano ampliate sino a comprendere quasi ogni tipo di attività e transazione commerciale, economica e finanziaria e attività produttiva. A partire dal Cinquecento le competenze dei consoli vennero via via ridotte, con la costituzione di nuove apposite magistrature, sino a ricondursi alle originarie. Nel 1700 il numero dei consoli venne quindi riportato a tre.

Appello alle loro sentenze era possibile attraverso la magistratura dei Sopraconsoli dei Mercanti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Da Mosto, Andrea: L'Archivio di Stato di Venezia, Biblioteca d'Arte editrice, Roma, 1937.
  • Mutinelli, Fabio: Lessico Veneto, tipografia Giambattista Andreola, Venezia, 1852.
Venezia Portale Venezia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Venezia