Conservatorio Santa Cecilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Conservatorio di Roma)
Santa Cecilia, l'ingresso del Conservatorio da via dei Greci 18

Il Conservatorio di Musica "Santa Cecilia" è la scuola di musica più importante di Roma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita dell'istituzione attuale risale al 1875 per opera di Giovanni Sgambati ed Ettore Pinelli nel quadro della riorganizzazione dell'istruzione operata dallo stato sabaudo, ma l'istituzione musicale dalla quale deriva (la Congregazione de' musici di Roma, poi Accademia) sembra abbia più di 500 anni. È infatti nel XVI secolo che prende corpo La Congregazione dei Musici di Roma. Essa divenne presto la maggiore scuola di musica dell'allora Stato Pontificio e pian piano crebbe di importanza fino a diventare una delle maggiori scuole a livello europeo.

La Sala Accademica fu inaugurata nel 1895: era la sala concerti più grande di Roma; fornita di un grande organo e di un’acustica perfetta, poteva contenere, a detta delle relazioni del tempo, 1200 spettatori “seduti e in piedi”.

Nel 2013 al Conservatorio sono stati destinati nuovi locali, nel complesso di S. Andrea delle Fratte, a pochi passi da p.za di Spagna e dalla storica sede di via dei Greci.

Corsi[modifica | modifica wikitesto]

I corsi di studio per i vari indirizzi (strumenti, canto e discipline teoriche quali composizione e direzione d'orchestra, musica sacra) variano da sei a dieci anni e rilasciano un diploma di primo o secondo livello al termine del completamento del ciclo di studi[1]. Oltre alla pratica della materia principale, lo studio verte sulle materie più disparate tutte attinenti alla cultura musicale.

È attualmente in funzione anche una sede delocalizzata a Rieti presso il "Parco della Musica di Villa Battistini" di proprietà della Provincia di Rieti e già dimora dell'illustre Baritono Mattia Battistini.

Docenti illustri[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della sua storia ha avuto come insegnanti molti grandi musicisti sia italiani che stranieri, fra i quali si ricordano:

i compositori: Alfredo Casella, Ildebrando Pizzetti, Goffredo Petrassi, Ottorino Respighi, Giuseppe Mulè, Franco Evangelisti, Domenico Bartolucci

i violinisti: Remy Prìncipe, Arrigo Pelliccia, Pina Carmirelli

i violisti: Dino Asciolla, Bruno Giuranna

il contrabbassista: Franco Petracchi

i pianisti: Vincenzo Vitale, Lya De Barberiis, Sergio Perticaroli, Renzo Silvestri, Franco Medori, Giuseppe Scotese

gli organisti: Fernando Germani, Luigi Celeghin

il clavicembalista: Ferruccio Vignanelli

gli strumentisti a fiato: Severino Gazzelloni, Giuseppe Tommassini, Vincenzo Mariozzi, Arrigo Tassinari

Grandi insegnanti anche nella cattedra di direzione d'orchestra che ha annoverato fra i suoi docenti Franco Ferrara e Bruno Aprea, i cui corsi sono stati seguiti da moltissimi allievi anche stranieri.

Allievi illustri[modifica | modifica wikitesto]

Molti allievi del Conservatorio sono poi diventati famosi musicisti e fra questi si possono ricordare Ennio Morricone, divenuto uno dei maggiori compositori di musiche da film; il direttore d'orchestra Carlo Maria Giulini; i compositori Aldo Clementi, Ada Gentile, Bruno Maderna, Otmar Nussio, Abdulla Grimci; i pianisti Sergio Perticaroli, Franco Mannino; i cantanti lirici Mariella Devia, Giorgio Gatti Giacomo Lauri Volpi, l'attrice Anna Magnani e i musicisti Gabriele Greco, Gianni Morandi, Maria Elisa Tozzi, Sandro Verzari (trombettista), Carlo Romano (oboista) Bruno Incagnoli (oboista) e Paolo Gatti (chitarrista).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il titolo rilasciato da tali enti è equiparato, ai soli fini concorsuali, ad un titolo di laurea di primo o secondo livello, ai sensi della Legge di stabilità 2012, art. 1 co. 102 e 103.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma A.svg È raggiungibile dalla stazione Spagna.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Conservatorio di Musica Santa Cecilia - Elezioni del Direttore: proclamazione del Direttore (Prot. n. 9969/AG4 del 07.10.2013) (v.: Sito istituzionale