Cono da Teggiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Cono
Statua lignea di San Cono,opera di Domenico Di Venuta (1714)
Statua lignea di San Cono,opera di Domenico Di Venuta (1714)

Monaco

Nascita Teggiano, fine del XII secolo
Morte Cadossa, prima metà del XIII secolo
Venerato da Chiesa cattolica
Santuario principale Cattedrale S. Maria Maggiore, Teggiano
Ricorrenza 3 giugno-27 settembre-16/17 dicembre
Patrono di Teggiano, Italia e della Diocesi di Teggiano-Policastro

San Cono da Teggiano (Diano, fine del XII secoloAbbazia di Santa Maria di Cadossa, prima metà del XIII secolo) è stato un religioso italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

San Cono nacque a Diano, antico nome di Teggiano (SA) da Bernardo (?) Indelli (o Mandelli o De Indella) e Igniva alla fine del secolo XII.

Notizie assai tardive dicono che si diede alla penitenza fin da bambino, fuggì da casa e si ritirò nel monastero benedettino di Santa Maria di Cadossa (ora santuario di San Cono) presso Montesano sulla Marcellana. Un giorno i genitori, avendo scoperto il suo rifugio, andarono a fargli visita, ma Cono per evitarli si nascose in un forno acceso rimanendo, tuttavia, incolume. Morì giovanissimo, sembra nella prima metà del secolo XIII, lasciandosi dietro fama di santità.


Culto[modifica | modifica wikitesto]

Quando il monastero di Cadossa fu abbandonato, il suo corpo fu trasferito nel 1261 a Teggiano, dove è venerato come santo patrono. Un grande santuario del santo è presente anche nella città di Florida in Uruguay.

Il culto fu riconosciuto ufficialmente nel 1871. La festa si celebra il 3 giugno.

Festeggiamenti in suo onore vengono celebrati oltre che a Teggiano e a Florida (Uruguay) anche a Buenos Aires, New York, San Mauro Pascoli, San Cono di Cessaniti.

Date dei festeggiamenti a Teggiano[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 giugno: Festa patronale in onore di San Cono patrono e protettore della Città e della Diocesi di Teggiano-Policastro
  • 2ª domenica di agosto: Pellegrinaggio in onore di San Cono al Monastero di Santa Maria di Cadossa dove San Cono morì.
  • 27 settembre: Festa della traslazione delle reliquie di San Cono dal Monastero di Santa Maria di Cadossa alla città di Teggiano
  • 17 dicembre: Festa del patrocinio dei santi patroni San Cono e San Laverio dopo lo scampato pericolo dai terremoti del 1857 e del 1980

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]