Confraternita di San Jacopo di Compostella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Confraternita di San Jacopo di Compostella è una confraternita con sede a Perugia nata nel 1981. Si propone in particolare di promuovere il Cammino di Santiago di Compostela.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1981, sulle spoglie di una confraternita compostellana perugina del XIV secolo attiva per l'assistenza e il ricovero dei pellegrini che si dirigevano numerosi presso i luoghi santi, nasce la Confraternita di San Jacopo di Compostella. Nel 1989 viene ufficialmente riconosciuta dalle autorità ecclesiastiche competenti in qualità di associazione pubblica di fedeli secondo il Codice di diritto canonico vigente.

Cammino di Santiago di Compostella[modifica | modifica wikitesto]

La Confraternita si è posta l'obiettivo, fin dalla sua costituzione, di promuovere il pellegrinaggio verso la tomba dell'Apostolo san Giacomo a Santiago de Compostela. Nel 1991 a Itero del Castillo, lungo il Cammino francese verso Santiago, la Confraternita ristruttura l'antico Ospedale di San Nicolás (appartenuto all'Ordine di San Giovanni) trasformandolo nel primo luogo di accoglienza per pellegrini gestito da italiani. San Nicolás è in funzione da aprile ai primi di ottobre.

La Via Francigena[modifica | modifica wikitesto]

In anni recenti la Confraternita gestisce anche diverse strutture di accoglienza sulla via Francigena, una in Toscana a Radicofani, lo Spedale di san Pietro e Giacomo, e una a Roma lo Spedale della Provvidenza di San Giacomo e di San Benedetto Labre. Quest'ultimo è aperto tutto l'anno ed offre accoglienza ai pellegrini che, muniti di credenziale, arrivano a Roma dopo aver percorso almeno 100 km a piedi.

Struttura della Confraternita[modifica | modifica wikitesto]

La Confraternita ha sede a Perugia, dispone di un oratorio dove l'ultima domenica di maggio di ogni anno celebra la vestizione dei nuovi confratelli alla presenza del Cappellano responsabile della vita spirituale della confraternita. Rettore della Confraternita di san Jacopo di Compostella è Paolo Caucci von Saucken, segue il Collegio dei Priori in rappresentanza dei Capitoli presenti in tutto il terrirorio nazionale. I confratelli sono distinti in ordinari e confratelli pellegrini ovvero coloro che hanno compiuto il pellegrinaggio a piedi, a cavallo o in bicicletta a Santiago de Compostella.

Attività della Confraternita[modifica | modifica wikitesto]

La Confraternita organizza pellegrinaggi nei maggiori luoghi di culto cristiano. Tra i tanti si ricordano: verso Santiago di Compostela in occasione dell'anno Santo Jacobeo; ad limina Petri (lungo la via Francigena); ad Limina sancti Nicolai (Roma, Monte Sant'Angelo, Bari); Ad Sanctum Sepulcrum (a Gerusalemme); ad Limina Lourdes; "dal Volto Santo alla Sacra Sindone" (Lucca, Torino) e recentemente Ad Sanctum Jacobum Calatahieronis (Da San Giacomo di Camaro a San Giacomo di Caltagirone) e alla Tomba di Sant'Emidio (Cammino Francescano della Marca , Assisi-Ascoli Piceno). La Confraternita ha una propria rivista "Santiago" ed edita una la collana di pubblicazioni “Finisterre” ed è associata al Centro italiano di studi compostellani. Inoltre la Confraternita è l'unico istituto in Italia che rilascia la cosiddetta credenziale ovvero il documento che attesta la condizione di pellegrino e necessario per percorrere le vie di pellegrinaggio in direzione dei luoghi santi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo