Confessions (film 2010)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Confessions
Confessions.png
Titolo originaleConfessions
Lingua originaleGiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno2010
Durata106 Minuti
Dati tecniciColore
rapporto: 1,85:1
Generethriller
RegiaTetsuya Nakashima
SoggettoKanae Minato
SceneggiaturaTetsuya Nakashima
ProduttoreYutaka Suzuki
Produttore esecutivoKôji Hyakutake
Casa di produzioneSony Pictures Classics, Metro-Goldwyn-Mayer
Distribuzione in italianoTucker Film
FotografiaAtsushi Ozawa
MontaggioYoshiyuki Koike
Effetti specialiTakayuki Masuo
MusicheToyohiko Kanahashi
ScenografiaMasaru Ohgawara
CostumiSusumu Takakura
TruccoTomo Hyakutake
Art directorTowako Kuwashima
Character designTowako Kuwajima
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Confessions (告白 Kokuhaku?, lett. "Confessioni") è un film giapponese del 2010 diretto da Tetsuya Nakashima tratto dall'omonimo romanzo di Kanae Minato (in Italia pubblicato da Giano/Neri Pozza con il titolo "Confessione", traduzione di Gianluca Coci).

Il film è stato presentato al Sitges - Festival internazionale del cinema della Catalogna.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un'insegnante delle scuole medie, Yuko Moriguchi, annuncia la sua intenzione di ritirarsi dall'insegnamento. Durante il suo discorso d'addio tenuto alla classe, la donna cerca di dare un'ultima lezione ai suoi alunni sul valore della vita, spiegando come abbia scoperto che due studenti di quella sezione, chiamati "studente A" e "studente B", siano stati gli assassini della sua unica figlia Manami. L'insegnante racconta anche di come lei abbia contaminato il latte che questi due alunni hanno appena ingerito con del sangue del suo compagno, infetto dal virus dell'HIV.

Al ritorno dalle vacanze arriva il nuovo insegnante Yoshiteru Terada che, con il suo ottimismo, peggiora le cose. Uno dei due studenti, per paura di contagiare i compagni di classe e sua madre, sceglie di non uscire più di casa diventando un hikikomori, l'altro continua invece ad andare in classe diventando vittima del bullismo dei compagni.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema