Condimenti tradizionali della pizza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Per Condimenti tradizionali della pizza s'intendono quegli accostamenti di ingredienti, che vengono posti sulla pasta distesa della pizza durante la cottura, strettamente legati alla tradizionale cucina italiana e maggiormente diffusi nelle pizzerie tradizionali italiane.

Gli ingredienti maggiormente diffusi sono: la mozzarella ed il fiordilatte, il pomodoro (alcuni ritengono che il pomodoro debba essere di tipo San Marzano), le acciughe sotto sale, i frutti di mare, gli insaccati tradizionali di carne di maiale e i funghi.

Nella più stretta tradizione della cucina napoletana sono previste solo due varianti per quanto riguarda il condimento: Pizza marinara e Pizza Margherita.

I nomi associati in base al condimento alle pizze possono variare in base alla regione ed agli esercizi. Si elencano gli accostamenti tradizionali più diffusi, con il loro nome più comune:

Pizza marinara
  • Margherita: pomodoro, fiordilatte, basilico, olio;
  • Marinara: pomodoro, aglio, origano, olio;[1]
  • Napoletana (o a Napoli, Romana): pomodoro, acciughe salate, origano, capperi (facoltativi), olio;
  • Capricciosa: pomodoro, mozzarella, funghi, carciofini, prosciutto cotto o crudo, olive nere; talvolta, ma non sempre, è anche presente l'uovo, cotto sulla pizza;
  • Quattro stagioni: normalmente gli stessi ingredienti della capricciosa, disposti ognuno in uno dei quattro quadranti in cui viene suddivisa la pizza, a volte con delle sottili striscioline di pasta per suddividerli;
  • Quattro formaggi: pomodoro (facoltativo), mozzarella, altri formaggi a discrezione, basilico; a Napoli la si fa esclusivamente bianca (ossia senza pomodoro); in genere, soprattutto nel Nord e nel Centro Italia, tra i formaggi è presente il gorgonzola;
  • Funghi: pomodoro, mozzarella, funghi champignon, prezzemolo, olio;
  • Prosciutto e funghi: pomodoro, mozzarella, funghi champignon, prosciutto cotto o crudo;
  • Diavola: pomodoro, mozzarella, salame piccante, peperoncino, olive nere (facoltative);
  • Boscaiola: mozzarella, funghi champignon, salsiccia;
  • Fiori di zucca: mozzarella, fiori di zucca, acciughe salate, olio;
  • Frutti di mare: frutti di mare (gamberetti, cozze, calamari, ecc.), aglio, prezzemolo;
  • Ortolana[2]: pomodoro (facoltativo), mozzarella, peperoni, melanzane, zucchine, altre verdure grigliate a scelta;
  • Mare e monti: pomodoro, mozzarella, funghi, gamberetti e/o cozze e calamari, aglio, prezzemolo;
  • Bismarck: pomodoro, mozzarella, prosciutto cotto, uovo fritto - di solito è un unico uovo che viene disposto nel centro della pizza;[3]
  • Carrettiera: mozzarella, friarielli, salsiccia, scaglie di grana;
  • Mimosa: mozzarella, panna, prosciutto cotto, mais;
  • Primavera: pomodori pachino, mozzarella, rucola, prosciutto crudo, scaglie di grana;
  • Caprese: pomodori pachino, bufala, basilico, olio;
  • Pugliese: pomodoro, mozzarella, cipolle, olive nere;
  • Tirolese: pomodoro, mozzarella, gorgonzola, speck;
  • Valdostana: pomodoro, mozzarella, prosciutto cotto, fontina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La pizza marinara non va confusa con quella ai frutti di mare. Il nome deriva dal fatto che gli ingredienti, facilmente conservabili, potevano essere portati dai marinai per preparare pizze nel corso dei loro lunghi viaggi.
  2. ^ Spesso denominata anche Vegetariana.
  3. ^ Il nome deriva dal cancelliere tedesco Otto von Bismarck; pare infatti che egli fosse un grande consumatore di uova, tanto che gli vennero intitolate anche altre ricette a base di uova fritte, tra le quali la nota bistecca alla Bismarck.
Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina