Concistori di papa Francesco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Papa Francesco.

Papa Francesco

Questa voce raccoglie l'elenco completo dei concistori ordinari pubblici per la creazione di nuovi cardinali presieduti da papa Francesco, con l'indicazione di tutti i cardinali creati. Durante il suo pontificato, Franceso ha creato 56 nuovi cardinale da 39 nazioni, 11 dei quali non avevano mai avuto un cardinale prima. Di questi, 44 sono elettori e 12 non elettori.

22 febbraio 2014[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 febbraio 2014, durante il suo primo concistoro, papa Francesco ha creato diciannove nuovi cardinali (sedici elettori e tre ultraottantenni).[1] I sedici nuovi porporati sono:[2]

Oltre ai sedici cardinali elettori sono stati creati altri tre cardinali ultraottantenni "che si sono distinti per il loro servizio alla Santa Sede e alla Chiesa":

In questo concistoro viene creato il cardinale più anziano di sempre al momento della nomina nella storia della Chiesa cattolica: Loris Francesco Capovilla (98 anni, 4 mesi e 8 giorni). Si tratta del primo concistoro dal 30 giugno 1979 in cui non sono creati nuovi cardinali di Stati Uniti.

14 febbraio 2015[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 gennaio 2015, nel corso dell'Angelus, papa Francesco ha dato lettura dei nomi dei venti cardinali che ha creato nel concistoro del 14 febbraio 2015. Tra questi, quindici sono elettori:

Oltre ai quindici cardinali elettori sono stati creati altri cinque cardinali ultraottantenni "che si sono distinti per la loro carità pastorale nel servizio alla Santa Sede e alla Chiesa":

In questo concistoro viene creato il secondo cardinale più anziano di sempre al momento della nomina nella storia della Chiesa cattolica (dopo Loris Francesco Capovilla, creato il 22 febbraio 2014): José de Jesús Pimiento Rodríguez.

19 novembre 2016[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 ottobre 2016, nel corso dell'Angelus, papa Francesco ha annunciato la creazione di tredici cardinali elettori, cui ha consegnato la berretta, l'anello e il titolo nel concistoro del 19 novembre seguente[3][4]:

Ad essi si aggiungono anche quattro cardinali ultraottantenni, "un arcivescovo e due vescovi emeriti che si sono distinti nel loro servizio pastorale ed un presbitero che ha reso una chiara testimonianza cristiana. Essi rappresentano tanti vescovi e sacerdoti che in tutta la Chiesa edificano il Popolo di Dio, annunciando l'amore misericordioso di Dio nella cura quotidiana del gregge del Signore e nella confessione della fede":

Con il concistoro del 19 novembre 2016 il Sacro Collegio ha raggiunto il numero di 228 cardinali viventi (compresi i non elettori), provenienti da 79 nazioni, nuovo record storico, mai raggiunto prima nella storia della Chiesa cattolica. In questo concistoro è stato creato il primo cardinale nato dopo il Concilio Vaticano II, Dieudonné Nzapalainga, C.S.Sp., arcivescovo di Bangui (Repubblica Centrafricana), attualmente il più giovane cardinale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Angelus, 12 gennaio 2014, vatican.va. URL consultato il 12 gennaio 2014.
  2. ^ Titoli e Diaconie assegnati ai nuovi Cardinali creati nel Concistoro del 22 febbraio 2014, vatican.va. URL consultato il 23 febbraio 2014.
  3. ^ Annuncio di Concistoro il 19 novembre per la creazione di nuovi Cardinali, press.vatican.va. URL consultato il 9 ottobre 2016.
  4. ^ Assegnazione dei Titoli o delle Diaconie ai nuovi Cardinali, press.vatican.va. URL consultato il 19 novembre 2016.
  5. ^ Al momento dell'annuncio era arcivescovo di Indianapolis; trasferito a Newark il 7 novembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo