Conan Meriadoc

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Conan Meriadoc (gallese: Cynan e Conanus; 305395) è stato "sovrano" della Dumnonia e della Bretagna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio del fratello di Ottavio il Vecchio, Geronzio, o dello stesso Ottavio secondo il Sogno di Macsen Wledig. Aveva pensato di ereditare l'influenza che suo zio aveva nel Galles, fino a quando sua cugina, Elena, sposò il cittadino romano, Magno Massimo. Conan fu all'inizio messo fuori gioco dall'aumento di potere ottenuto da Massimo. Per questa ragione organizzò una rivolta, aiutato dai Pitti e dagli Scoti. Sebbene sia stato sconfitto, Conan divenne ottimo amico del suo rivale e si recò con lui nel continente per aiutarlo a diventare imperatore romano d'occidente.

Ebbe il controllo dell'Armorica (odierna Bretagna, nella Francia settentrionale) come ricompensa per aver eliminato un rivale. La nuova provincia fu colonizzata dai suoi uomini, ma siccome mancavano donne da sposare per popolare la zona, Conan chiese all'anziano zio, Donaut di Dumnonia, di inviare donne dalla Cornovaglia. Conan propose di cementare l'alleanza tra questi due popoli prendendo in moglie la figlia di Donaut, Ursula. Costei accettò di sposarsi, ma a condizione che prima potesse recarsi in pellegrinaggio in Europa. Sembra che Conan l'abbia raggiunta a Roma, dove sarebbero stati sposati, forse da Papa Ciriaco. Sembra, invece, che Conan non si sia recato a Colonia, dove Ursula morì.

Dopo la morte del suocero, la sua influenza in Dumnonia crebbe. Dumnonia e Bretagna furono così unite sotto un'unica guida, anche se per breve tempo. Come seconda moglie, Conan sposò Dareca d'Irlanda, forse sorella di san Patrizio (anche se la cosa è poco credibile). Dopo la sua morte, attorno al 395, i suoi domini furono spartiti tra i figli Gadeon e Gradlon.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Early British Kingdom