Comunità montana Valle Cervo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Comunità Montana Valle Cervo)
Jump to navigation Jump to search
Comunità montana Valle Cervo
ex comunità montana
Comunità montana Valle Cervo – Veduta
La sede di Andorno
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Biella-Stemma.svg Biella
Amministrazione
CapoluogoAndorno Micca
Data di soppressione2012
Territorio
Coordinate
del capoluogo
45°36′N 8°30′E / 45.6°N 8.5°E45.6; 8.5 (Comunità montana Valle Cervo)Coordinate: 45°36′N 8°30′E / 45.6°N 8.5°E45.6; 8.5 (Comunità montana Valle Cervo)
Abitanti
ComuniAndorno Micca, Campiglia Cervo, Miagliano, Piedicavallo, Pralungo, Quittengo, Ronco Biellese, Rosazza, Sagliano Micca, San Paolo Cervo, Tavigliano, Ternengo, Tollegno, Zumaglia
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Sito istituzionale

La Comunità montana Valle Cervo era una comunità montana della regione Piemonte.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Una tipica costruzione di montagna in una radura boscosa sopra Piedicavallo
Le case di Rosazza
La Cima di Bo, il punto più alto della vallata

La comunità montana si sviluppava nella Valle Cervo (la cosiddetta Bürsch), nel territorio della provincia di Biella.

Comprendeva la Valle Cervo a monte della città di Biella e si estendeva inoltre ai comuni di Zumaglia, Ronco Biellese e Ternengo (situati nel bacino dello Strona di Mosso) e di Pralungo (in parte compreso nel bacino dell'Oropa).

Il suo territorio includeva i comuni di:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La comunità montana fu formata dall'accorpamento di due preesistenti comunità montane denominate Alta Valle Cervo e Bassa Valle Cervo, entrambe fondate nel 1973. Della prima facevano parte i comuni di Quittengo, Piedicavallo, Rosazza, Campiglia Cervo e San Paolo Cervo, mentre alla seconda appartenevano gli altri comuni inclusi nella comunità montana.[1]

L'ente è stato soppresso, insieme alle altre comunità montane del Piemonte, con la Legge regionale 28 settembre 2012, n. 11[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anna e Giovanni Valz Blin, La valle del Cervo, Pollone, Leone Griffa, 2000, p. 9, ISBN 978-88-87751-05-5.
  2. ^ Regione Piemonte - Disposizioni organiche in materia di enti locali

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]