Comunismo primitivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Per comunismo primitivo, comunità primitiva, o modo di produzione primitivo, si intende, nella teoria marxista e in antropologia, una fase di sviluppo socio-economica caratterizzata da un basso livello di forze produttive, dalla proprietà collettiva dei mezzi di produzione (terra e strumenti rudimentali) e dall'equa distribuzione dei beni. È il primo dei modi di produzione che Marx definì come stadi di evoluzione della storia economica o modi di produzione, nella teoria del materialismo storico, ideata assieme a Friedrich Engels.[1] La divisione del lavoro avviene solo secondo l'età e il sesso, il che significa che i bambini e le donne eseguono lavori a cui sono idonei. Nella teoria del matriarcato (oggi messa in discussione dall'antropologia moderna) in questo tipo di società l'autorità è rappresentata dalle donne più anziane, mentre il patriarcato sarebbe uno sviluppo successivo. Lo stesso vale per la pratica della poliandria, con partner sessuali multipli per ogni donna). Gli strumenti di lavoro erano rozzi, fatti di pietra, legno o di osso.

Secondo Lewis Henry Morgan ed Engels i tipi di famiglia che sono stati individuati sono[1]:

  • la famiglia consanguinea, in cui il matrimonio avveniva tra fratelli e sorelle. Tutti i membri della stessa generazione potevano sposarsi o unirsi tra di loro, ma era vietato farlo con un membro della generazione precedente (genitori, zii) o successivi (figli, nipoti).
  • la famiglia punalua, in cui vigeva il divieto di matrimonio tra fratelli e sorelle.
  • la famiglia sindiasmiana, nella quale le coppie nascevano e si scioglievano spontaneamente.

Per Engels vi sono due fasi di comunismo primitivo[2]:

  • la fase "selvaggia" vera e propria, priva di qualsivoglia sovrastruttura permanente e con un legame strettissimo al mondo naturale, come si riscontra in alcune popolazioni aborigene delle foreste, e
  • la fase barbara, come quella delle popolazioni della Germania antica oltre i confini dell'Impero Romano e degli indiani del Nord America prima dell'invasione degli europei.

Note[modifica | modifica wikitesto]