Como Calcio 1985-1986

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Calcio Como.

Como Calcio
Como Calcio 1985-86.jpg
Stagione 1985-1986
AllenatoreItalia Roberto Clagluna, poi
Italia Rino Marchesi
PresidenteItalia Benito Gattei
Serie A9º posto
Coppa ItaliaSemifinale
Maggiori presenzeCampionato: Fusi, Paradisi (30)
Totale: Paradisi (41)
Miglior marcatoreCampionato: Borgonovo (10)
Totale: Borgonovo (13)
StadioGiuseppe Sinigaglia

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Como Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1985-1986.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il neoacquisto e capitano Dirceu (a destra) in contrasto sullo juventino Platini nella trasferta di Torino del 15 settembre 1985

Grandi cambiamenti per la stagione 1985-1986: fu ingaggiato Roberto Clagluna in panchina, mentre sul fronte mercato al posto del partente Müller, fu acquistato Dirceu (dal Napoli); lasciarono dopo cinque anni Giuliani (sostituito da Paradisi proveniente dall'Avellino), Gobbo, Matteoli, Morbiducci e Ottoni (i quali dopo solo una stagione ritornarono al Perugia); ritornò dal prestito alla Sambenedettese Borgonovo (dove venne mandato in prestito Annoni) e arrivarono Mattei e Moz.

Dopo un inizio non proprio altalenante (4 sconfitte e 3 pareggi), la prima vittoria arrivò ad Avellino all'8ª giornata. Ma dopo la sconfitta (10 novembre 1985) contro la squadra della propria città, il Pisa, Clagluna fu esonerato dal presidente Gattei e rimpiazzato il giorno seguente da Rino Marchesi, il quale risollevò una squadra in piena lotta per la salvezza.

Il tecnico Rino Marchesi, subentrato in novembre a Clagluna sulla panchina lariana, rivitalizzò un Como in crisi portandolo a una tranquilla salvezza in campionato e a una storica semifinale di Coppa Italia.[1]

I primi risultati di rilievo furono le vittorie contro l'esordiente Lecce e la blasonata Inter al Sinigaglia, il pareggio contro il Napoli di Maradona e la vittoria sempre in casa sul Verona campione d'Italia in carica (i lariani si toglieranno la soddisfazione di batterli nuovamente in Coppa Italia, nella sfida di ritorno dei quarti di finale, dopo aver perso l'andata in Veneto), e la vittoria all'ultima giornata contro una Roma (gol di Corneliusson) già demoralizzata per aver perso lo scudetto la settimana precedente: il risultato sarà un sorprendente 9º posto, ottenuto contro ogni pronostico e con la salvezza raggiunta già a due giornate dal termine.

In Coppa Italia, gli azzurri videro sfumarsi una storica finale contro la Sampdoria. Nella doppia semifinale, dopo aver ottenuto un 1-1 a Genova, al Sinigaglia i lariani stavano conducendo per 2-1 (reti di Albiero, Francis e Borgonovo) nel corso dei tempi supplementari, quando un oggetto lanciato dagli spalti ferì l'arbitro Giancarlo Redini: la partita fu sospesa e la vittoria venne poi assegnata a tavolino 2-0 ai blucerchiati.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1985-1986 fu Adidas, mentre lo sponsor ufficiale fu Mita.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta 2
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Alternativa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[2]

Area direttiva

  • Presidente: Benito Gattei
  • Segretario: Carlo Lamburgo

Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[3]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Ruggero Aiani
Italia P Nello Cusin
Italia P Carlo Della Corna
Italia P Mario Paradisi
Italia D Massimo Albiero
Italia D Pasquale Bruno
Italia D Giovanni Guerrini
Italia D Stefano Maccoppi
Italia D Luca Moz
Italia D Mirco Omiccioli
Italia D Antonio Tempestilli
Italia C Francesco Casagrande
N. Ruolo Giocatore
Italia C Giancarlo Centi
Italia C Oreste Didonè
Brasile C Dirceu (capitano)
Italia C Luca Fusi
Italia C Giovanni Invernizzi
Italia C Luca Mattei
Italia C Egidio Notaristefano
Italia C Giovanni Soncin
Italia C Enrico Todesco
Italia A Stefano Borgonovo
Svezia A Dan Corneliusson

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1985-1986.

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
8 settembre 1985, ore 14.30
1ª giornata
Napoli2 – 1ComoStadio San Paolo
Arbitro:  Bianciardi (Siena)

Como
15 settembre 1985, ore 14.30
2ª giornata
Como0 – 1JuventusStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Verona
22 settembre 1985, ore 14.30
3ª giornata
Verona3 – 0ComoStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Coppetelli (Tivoli)

Bari
29 settembre 1985, ore 14.30
4ª giornata
Bari1 – 1ComoStadio della Vittoria
Arbitro:  Leni (Perugia)

Como
6 ottobre 1985, ore 14.30
5ª giornata
Como0 – 0FiorentinaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Longhi (Roma)

Milano
13 ottobre 1985, ore 14.30
6ª giornata
Milan1 – 0ComoStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Pieri (Genova)

Como
20 ottobre 1985, ore 14.30
7ª giornata
Como0 – 0UdineseStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Bianciardi (Siena)

Avellino
27 ottobre 1985, ore 14.30
8ª giornata
Avellino1 – 4ComoStadio Partenio
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Como
3 novembre 1985, ore 14.30
9ª giornata
Como0 – 2AtalantaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Longhi (Roma)

Pisa
10 novembre 1985, ore 14.30
10ª giornata
Pisa4 – 1ComoStadio Arena Garibaldi
Arbitro:  Leni (Perugia)

Como
24 novembre 1985, ore 14.30
11ª giornata
Como2 – 2SampdoriaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Como
1º dicembre 1985, ore 14.30
12ª giornata
Como1 – 1TorinoStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Redini (Pisa)

Lecce
8 dicembre 1985, ore 14.30
13ª giornata
Lecce1 – 4ComoStadio Via del Mare
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Como
15 dicembre 1985, ore 14.30
14ª giornata
Como1 – 0InterStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Lombardo (Marsala)

Roma
22 dicembre 1985, ore 14.30
15ª giornata
Roma0 – 0ComoStadio Olimpico
Arbitro:  Pezzella (Frattamaggiore)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Como
5 gennaio 1986, ore 14.30
16ª giornata
Como1 – 1NapoliStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Torino
12 gennaio 1986, ore 14.30
17ª giornata
Juventus0 – 0ComoStadio Comunale
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Como
19 gennaio 1986, ore 14.30
18ª giornata
Como1 – 0VeronaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Como
26 gennaio 1986, ore 14.30
19ª giornata
Como1 – 1BariStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Lanese (Messina)

Firenze
9 febbraio 1986, ore 14.30
20ª giornata
Fiorentina1 – 0ComoStadio Comunale
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Como
16 febbraio 1986, ore 14.30
21ª giornata
Como1 – 1MilanStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Udine
23 febbraio 1986, ore 14.30
22ª giornata
Udinese2 – 2ComoStadio Friuli
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Como
2 marzo 1986, ore 14.30
23ª giornata
Como1 – 1AvellinoStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Lombardo (Marsala)

Bergamo
9 marzo 1986, ore 14.30
24ª giornata
Atalanta1 – 1ComoStadio Comunale
Arbitro:  Casarin (Milano)

Como
16 marzo 1986, ore 14.30
25ª giornata
Como1 – 1PisaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Genova
23 marzo 1986, ore 14.30
26ª giornata
Sampdoria0 – 0ComoStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Torino
6 aprile 1986, ore 14.30
27ª giornata
Torino1 – 3ComoStadio Comunale
Arbitro:  Lombardo (Marsala)

Como
13 aprile 1986, ore 14.30
28ª giornata
Como2 – 0LecceStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Fabbricatore (Roma)

Milano
20 aprile 1986, ore 14.30
29ª giornata
Inter3 – 2ComoStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Lamorgese (Potenza)

Como
27 aprile 1986, ore 14.30
30ª giornata
Como1 – 0RomaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Lanese (Messina)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1985-1986.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Busto Arsizio
21 agosto 1985
Como1 – 1VareseStadio Comunale
Arbitro:  D'Innocenzo (Ciampino)

San Benedetto del Tronto
25 agosto 1985
Sambenedettese1 – 2ComoStadio Riviera delle Palme
Arbitro:  Bianciardi (Siena)

Rimini
28 agosto 1985
Rimini1 – 2ComoStadio Romeo Neri
Arbitro:  Pirandola (Lecce)

Busto Arsizio
1º settembre 1985
Como2 – 1TriestinaStadio Comunale
Arbitro:  Esposito (Torre del Greco)

Torino
4 settembre 1986
Torino2 – 0ComoStadio Comunale
Arbitro:  Lanese (Messina)

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Como
29 gennaio 1986
Como1 – 0JuventusStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Pezzella (Frattamaggiore)

Torino
12 febbraio 1986
Juventus1 – 1ComoStadio Comunale
Arbitro:  Lombardo (Marsala)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Verona
7 maggio 1986
Verona2 – 1ComoStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  D'Elia (Salerno)

Como
21 maggio 1986
Como3 – 1VeronaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Mattei (Macerata)

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Genova
28 maggio 1986
Sampdoria1 – 1ComoStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Longhi (Roma)

Como
4 giugno 1986
Como2 – 1
sosp. 97'; 0–2 tav.

(d.t.s.)
SampdoriaStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Redini (Pisa)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[4] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 29 15 4 9 2 13 11 15 3 6 6 19 21 30 7 15 8 32 32 0
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 5 3 1 1 7 5 6 2 2 2 7 8 11 5 3 3 14 13 +1
Totale 20 7 10 3 20 16 21 5 8 8 26 29 41 12 18 11 46 45 +1

Statistiche dei giocatori[5][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Albiero, M. M. Albiero 272??110??382??
Borgonovo, S. S. Borgonovo 2910??103??3913??
Bruno, P. P. Bruno 271??110??381??
Casagrande, F. F. Casagrande 240??81??321??
Centi, G. G. Centi 240??110??350??
Corneliusson, D. D. Corneliusson 287??91??378??
Didonè, O. O. Didonè 30??----300+0+
Dirceu, Dirceu 252??63??315??
Fusi, L. L. Fusi 301??101??402??
Guerrini, G. G. Guerrini 30??30??60??
Invernizzi, G. G. Invernizzi 120??100??220??
Maccoppi, S. S. Maccoppi 282??91??373??
Mattei, L. L. Mattei 251??110??361??
Mazzucato, V. V. Mazzucato ----10??100+0+
Moz, L. L. Moz 50??20??70??
Notaristefano, E. E. Notaristefano 81??61??142??
Paradisi, M. M. Paradisi 30-32??11-11??41-43??
Tempestilli, A. A. Tempestilli 271??100??371??
Todesco, E. E. Todesco 241??102??343??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianni Brera, Ha vinto la squadra di oggi e di sempre, in la Repubblica, 29 aprile 1986.
  2. ^ Panini, 9
  3. ^ Panini, 8-9.
  4. ^ Beltrami, 135.
  5. ^ Beltrami, 172.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1987. Modena, Panini, 1986.
  • Calciatori 1985-86, Modena-Milano, Panini-L'Unità, 1994.
  • Carlo F. Chiesa, Il grande romanzo dello scudetto, da «Calcio 2000», annate 2002 e 2003.
  • Enrico Levrini, Como 1907-2007. Cent'anni in azzurro, Como, Editoriale Corriere di Como, 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio