Commissione centrale per la navigazione del Reno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Commissione centrale per la navigazione del Reno
(EN) Central Commission for Navigation on the Rhine
(FR) Commission Centrale pour la Navigation du Rhin
(DE) Zentralkommission für die Rheinschifffahrt
(NL) Centrale Commissie voor de Rijnvaart
Commission centrale pour la navigation du Rhin - Drapeau.svg
Bandiera
AbbreviazioneCCNR
Tipoorganizzazione internazionale
Fondazione1815
Sede centraleFrancia Strasburgo
Area di azioneBacino del Reno
Membri5
Sito web

La Commissione centrale per la navigazione del Reno (CCNR) (inglese: Central Commission for Navigation on the Rhine; francese: Commission Centrale pour la Navigation du Rhin) è un'organizzazione internazionale la cui funzione è di favorire la prosperità europea garantendo un alto livello di sicurezza per la navigazione del Reno e dintorni. È la più antica organizzazione internazionale esistente del mondo.[1]

Segretariato[modifica | modifica wikitesto]

L'entrata della sede, con la bandiera

La Commissione ed il suo Segretariato hanno sede a Strasburgo (Francia), nel Palais du Rhin. Il Segretariato ha un personale di 18 membri e si occupa della gestione generale delle 50 riunioni annuali e della rappresentanza esterna, amministra la sicurezza sociale per gli equipaggi delle navi sul Reno e funge da sede del tribunale per la navigazione sul Reno.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sala principale delle assemblee della Commissione

Legalmente, l'autorità della Commissione viene da accordi fatti al Congresso di Vienna, tenutosi nel 1815 nel periodo successivo alle Guerre napoleoniche. La prima riunione ebbe luogo il 15 agosto 1816 a Magonza. Nel 1831, fu adottata la Convenzione di Magonza, che stabiliva una prima serie di leggi che governavano la navigazione sul Reno. Nel 1861, la sede della commissione fu trasferita a Mannheim, e il 17 ottobre 1868 fu approvata la Convenzione di Mannheim.

Questo accordo governa ancora oggi i principi della navigazione del Reno. Allora, come ora, gli stati membri erano Germania, Belgio, Francia, Paesi Bassi e Svizzera.[2] (Gli Stati Uniti furono temporaneamente un membro immediatamente dopo la Seconda guerra mondiale, mentre la Germania era sotto occupazione alleata.)

L'attuale convenzione riveduta è quella firmata a Strasburgo dai cinque membri della commissione e dal Regno Unito il 20 novembre 1963 e fatta entrare in vigore il 14 aprile 1967. Da allora vi sono stati protocolli aggiuntivi.[3]

Poco dopo la fine della Prima guerra mondiale, la sede centrale della commissione fu spostata a Strasburgo come parte del Trattato di Versailles. Nel 2003 la Commissione europea cheiese il permesso del Consiglio dell'Unione europea di negoziare l'adesione dell'Unione europea ai regolamenti della CCNR e della Commissione del Danubio, data anche la prospettiva di allargamento della UE.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Tsimaratos, P. Leuprecht e J. Schwietzke, Annuaire européen. 42.1994(1996), Martinus Nijhoff Publishers, 1996, ISBN 978-90-411-0193-8.
  2. ^ The Integration of European Waterways, p. 12 Archiviato il 27 giugno 2008 in Internet Archive.
  3. ^ Revised Convention for Rhine Navigation Archiviato il 21 settembre 2009 in Internet Archive. of 17 October 1868 as set out in the text of 20 November 1963

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN123814084 · ISNI (EN0000 0001 2156 6458 · BNF (FRcb12022926h (data)