Comete (figlio di Stenelo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Comete
SagaCiclo troiano
Nome orig.Κομήτης
SessoMaschio
Luogo di nascitaArgo

Comete (in greco antico: Κομήτης, Kométēs) è un personaggio della mitologia greca, uno dei figli di Stenelo e fratello di Cilarabe.[1]

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Comete ricevette da Diomede il compito di controllare la sua famiglia ed i suoi averi mentre questi combatteva a Troia. Tuttavia, per l'intervento della dea Afrodite, Comete si innamorò della moglie dell'eroe, Egialea.[2]

Secondo un'altra versione invece fu Nauplio a convincere la donna a cedere alle attenzioni del ragazzo.

In ogni caso Comete cercò anche di uccidere Diomede al suo ritorno, ma senza riuscirci, così Diomede partì per le coste adriatiche.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca