Combinata nordica ai XXI Giochi olimpici invernali - Trampolino normale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Nordic combined pictogram.svg
Trampolino normale
Vancouver 2010
Informazioni generali
Luogo Whistler Olympic Park Ski Jumps
Whistler Olympic Park
Periodo 14 febbraio
Partecipanti 45 da 14 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Jason Lamy-Chappuis Francia Francia
Medaglia d'argento Johnny Spillane Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo Alessandro Pittin Italia Italia
Edizione precedente e successiva
Torino 2006 Soči 2014

Nella combinata nordica ai XXI Giochi olimpici invernali la gara dal trampolino normale si disputò nella località di Whistler il 14 febbraio 2010 e presero il via 45 atleti. Detentore del titolo era il tedesco Georg Hettich, che nella precedente edizione di Torino 2006 aveva vinto la competizione allora prevista, la 15 km Gundersen. Come già sperimentato ai Mondiali dell'anno precedente, a Whistler fu modificata la distanza della frazione di fondo, portata da 15 km a 10 km[1].

Prima frazione: salto con gli sci[modifica | modifica wikitesto]

Delle due prove che i combinatisti nordici devono affrontare, la prima che fu effettuata fu quella di salto con gli sci; un salto preliminare di prova si svolse a partire dalle ore 9.00, cui seguì la competizione vera e propria alle ore 10.00. Sul trampolino K95 del Whistler Olympic Park Ski Jumps si effettuò un solo salto, con valutazione della distanza e dello stile. S'impose il finlandese Janne Ryynänen, con un salto di 105 m di lunghezza, davanti allo statunitense Todd Lodwick, all'austriaco Christoph Bieler, all'altro statunitense Johnny Spillane, al francese Jason Lamy-Chappuis e all'italiano Alessandro Pittin. Ryynänen poté quindi partire con un vantaggio sul secondo classificato, Lodwick, pari a 34 centesimi di secondo[1].

Seconda frazione: sci di fondo[modifica | modifica wikitesto]

L'ordine di partenza della 10 km di sci di fondo a inseguimento a tecnica libera, che prese il via alle ore 13:45, fu stabilito secondo lo schema proprio del metodo Gundersen: un punto in meno nel salto corrisponde a una partenza ritardata di quattro secondi. Il percorso si snodava nel Whistler Olympic Park con un dislivello massimo di 40 m[1].

Il miglior tempo della manche di fondo fu realizzato dal norvegese Magnus Moan (24:16,7), risultato comunque insufficiente a far salire sul podio l'atleta a causa della prestazione realizzata nel salto (40°). Nemmeno gli autori del secondo e del terzo tempo, l'austriaco Felix Gottwald e lo statunitense Bill Demong, riuscirono a colmare il divario accumulato nella gara di salto e a competere per le medaglie. Il vincitore della competizione, ovvero il combinatista nordico che giunse per primo sul traguardo, fu Lamy-Chappuis (medaglia d'oro), che precedette nell'ordine Spillane (argento) e Pittin (bronzo). Per gli Stati Uniti e per l'Italia si trattò della prima medaglia assoluta conquistata nella specialità da un loro atleta[1].

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Atleta Nazione Lunghezza
salto
Punteggio
salto
Handicap
fondo
Tempo
fondo
Distacco
finale
1 Jason Lamy-Chappuis Francia Francia 100,0 124,0 +0'46" 25'01"1 -
2 Johnny Spillane Stati Uniti Stati Uniti 100,5 124,5 +0'44" 25'03"5 +0"4
3 Alessandro Pittin Italia Italia 100,0 123,5 +0'48" 24'59"9 +0"8
4 Todd Lodwick Stati Uniti Stati Uniti 101,5 127,0 +0'34" 25'14"6 +1"5
5 Mario Stecher Austria Austria 99,5 122,5 +0'52" 25'08"7 +13"6
6 Bill Demong Stati Uniti Stati Uniti 96,5 115,5 +1'20" 24'45"0 +17"9
7 Norihito Kobayashi Giappone Giappone 99,0 121,0 +0'58" 25'11"0 +21"9
8 Anssi Koivuranta Finlandia Finlandia 99,5 122,0 +0'54" 25'22"9 +29"8
9 Magnus Moan Norvegia Norvegia 91,5 104,0 +2'06" 24'16"7 +35"6
10 Eric Frenzel Germania Germania 98,0 119,0 +1'06" 25'17"2 +36"1
11 Ronny Heer Svizzera Svizzera 97,0 116,5 +1'16" 25'09"2 +38"1
12 Pavel Churavý Rep. Ceca Rep. Ceca 99,0 121,5 +0'56" 25'32"7 +41"6
13 Hannu Manninen Finlandia Finlandia 97,0 116,0 +1'18" 25'12"4 +43"3
14 Felix Gottwald Austria Austria 91,0 102,5 +2'12" 24'20"2 +45"1
15 David Kreiner Austria Austria 97,5 117,5 +1'12" 25'24"5 +49"4
16 Lukas Runggaldier Italia Italia 98,5 119,0 +1'06" 25'30"7 +49"6
17 Petter Tande Norvegia Norvegia 97,0 116,0 +1'18" 25'29"2 +1'00"1
18 Tino Edelmann Germania Germania 98,5 119,0 +1'06" 25'41"6 +1'00"5
19 Sébastien Lacroix Francia Francia 96,0 113,0 +1'30" 25'26"3 +1'09"2
20 Tomáš Slavík Rep. Ceca Rep. Ceca 96,5 115,5 +1'20" 25'36"8 +1'09"7
21 Akito Watabe Giappone Giappone 96,5 114,5 +1'24" 25'41"0 +1'17"9
22 Björn Kircheisen Germania Germania 98,0 118,5 +1'08" 26'01"3 +1'22"2
23 Jan Schmid Norvegia Norvegia 94,5 110,0 +1'42" 25'27"6 +1'22"5
24 Taihei Katō Giappone Giappone 96,5 114,0 +1'26" 25'43"9 +1'22"8
25 Christoph Bieler Austria Austria 100,5 125,0 +0'42" 26'32"0 +1'26"9
26 Janne Ryynänen Finlandia Finlandia 105,0 135,5 0'00" 27'21"6 +1'34"5
27 Daito Takahashi Giappone Giappone 98,0 119,5 +1'04" 26'21"0 +1'37"9
28 Johannes Rydzek Germania Germania 95,5 112,0 +1'34" 25'51"3 +1'38"2
29 Seppi Hurschler Svizzera Svizzera 94,0 109,0 +1'46" 25'40"6 +1'39"5
30 Jonathan Félisaz Francia Francia 95,5 112,0 +1'34" 26'03"7 +1'50"6

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Risultati ufficiali, Nordic Combined/Combiné nordique ( Referto FIS (PDF), fis-ski.com. URL consultato il 14 agosto 2010.).
    Scheda Sports-reference sulla gara, sports-reference.com. URL consultato il 14 agosto 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENFR) Scheda FIS, data.fis-ski.com. URL consultato il 2 maggio 2010.
  • (EN) Scheda Sports-reference, sports-reference.com. URL consultato il 14 agosto 2011.