Coltellino svizzero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'interfaccia informatica, vedi Coltellino svizzero (informatica).
Un coltellino svizzero Victorinox
Un coltellino svizzero Wenger

Il coltellino svizzero, o più precisamente coltello dell'esercito svizzero, è un utile strumento multifunzione. È un piccolo coltello dalla lama ripiegabile dotato di molti altri attrezzi, che possono comprendere stuzzicadenti, forbici, pinzette, apribottiglie e cacciaviti. Tutti gli attrezzi sono ripiegati all'interno del manico e vengono estratti per l'uso. Esistono molti tipi diversi di coltellino svizzero, ma non tutti sono autentici.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sino al 2013 sono due i produttori di coltellini svizzeri, ciascuno con oltre cento anni di storia alle spalle: Victorinox e Wenger, che riforniscono l'esercito svizzero con circa 50 000 esemplari all'anno (25 000 a testa). Il grosso della produzione (7 milioni di pezzi all'anno), è riservata all'esportazione, soprattutto negli Stati Uniti. Nel 2013 Victorinox, che dal 2005 ha il controllo di Wenger, decide di trasferire nella propria gamma produttiva anche quella della società controllata.[1] I coltellini svizzeri di Victorinox e Wenger possono essere riconosciuti immediatamente dai loro loghi; la croce della Victorinox è racchiusa in uno scudo con simmetria bilaterale, mentre quella della Wenger è racchiusa da un diamante arrotondato con simmetria quadrilaterale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1891, Karl Elsener, il fondatore della Victorinox, iniziò a rifornire l'esercito svizzero di coltelli fabbricati in Svizzera, e non in Germania come avveniva prima. L'originale aveva il manico in legno (rispetto ai composti in metallo/plastica usati oggi), ed era dotato di una lama, un cacciavite, un apribottiglie e un punteruolo. In seguito, nel 1897, Elsener sviluppò una versione che usava uno speciale meccanismo a molla che permetteva a più utensili di essere contenuti in un manico di pari dimensioni.[2]

La gamma dei modelli è vastissima, si va dai modelli base a due lame fino a coltellini svizzeri che dispongono di cinquanta utensili. Il tipo di utensili che si possono trovare in un coltellino svizzero è limitato solo dalle dimensioni dell'oggetto e dalla fantasia dei progettisti. Ad esempio si possono trovare vari tipi di cacciaviti, brugole, lame, altimetri, lenti d'ingrandimento, posate, limette per unghie. Negli ultimi modelli sono addirittura comparsi strumenti come i puntatori laser per le lavagne luminose e le memorie USB.

Negli ultimi anni, accanto alla produzione del classico coltellino, Victorinox produce e commercializza anche il cosiddetto SwissTool: uno strumento multifunzione (una pinza ripiegabile con lame ed accessori a scomparsa nei manici) simile all'americano Leatherman Tool. Victorinox è proprietaria del marchio "Swiss Army".

Sembra che il tradizionale colore rosso del manico sia stato scelto perché è facilmente visibile se il coltello cade nella neve oltre a richiamare, assieme alla croce bianca, la bandiera svizzera.

Modelli delle forze armate svizzere[modifica | modifica wikitesto]

Modelli delle forze armate tedesche[modifica | modifica wikitesto]

Modelli di altre forze armate[modifica | modifica wikitesto]

Trivia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ogni astronauta della NASA ha in dotazione un Victorinox Master Craftsman.[3]
  • Ogni membro delle forze armate svizzere ha lo stesso coltellino in dotazione, non esiste una variante da ufficiali.
  • Per i collezionisti esistono varianti con brillanti, oro o platino.
  • Nella serie televisiva MacGyver viene usato un Victorinox e un Wenger dal protagonista.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Victorinox absorbe la marque Wenger, su tdg.ch, 30 gennaio 2013. URL consultato il 16 maggio 2018.
  2. ^ Informationsblätter Zeittafel der Geschichte Soldatenmesser, Geschichte der Firma Victorinox und Hersteller der Soldatenmesser auf der Sonderausstellung „Schweizer Soldatenmesser 1890–2007“ im Schloss Thun, einsehbar auf messerforum.net.
  3. ^ Information auf der Website des Herstellers Victorinox (abgerufen am 28. Januar 2012).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]