Colli Euganei (vini)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search


Colli Euganei è la denominazione di alcuni vini compresi nella "DOC Colli Euganei" e nella "DOCG Colli Euganei Fior d'Arancio", prodotti nella provincia di Padova nella la zona dei colli Euganei[1] e che comprende le seguenti tipologie di vini tutti aderenti al "Consorzio Vini D.O.C. - Colli Euganei" con sede a Vo':

Elenco dei vini "Colli Euganei"[modifica | modifica wikitesto]

Vigneti sui Colli Euganei; sullo sfondo il monte Lozzo.
DOC Colli Euganei
Colli Euganei bianco Colli Euganei bianco spumante
Colli Euganei rosso Colli Euganei rosso riserva
Colli Euganei garganega Colli Euganei tai
Colli Euganei Sauvignon Colli Euganei pinot bianco
Colli Euganei chardonnay Colli Euganei Manzoni bianco
Colli Euganei pinello frizzante Colli Euganei pinello spumante
Colli Euganei serprino frizzante Colli Euganei serprino spumante
Colli Euganei merlot (anche novello) Colli Euganei merlot riserva
Colli Euganei cabernet Colli Euganei cabernet riserva
Colli Euganei cabernet sauvignon Colli Euganei cabernet sauvignon riserva
Colli Euganei cabernet franc Colli Euganei cabernet franc riserva
Colli Euganei cabernet franc carmenere Colli Euganei cabernet carmenere riserva
Colli Euganei cabernet raboso Colli Euganei cabernet raboso riserva
Colli Euganei moscato Colli Euganei moscato spumante
DOCG Colli Euganei Fior d'Arancio
Colli Euganei Fior d'Arancio
Colli Euganei Fior d'Arancio passito
Colli Euganei Fior d'Arancio spumante

Zona di produzione[modifica | modifica wikitesto]

Comprende in tutto il territorio dei comuni di Arquà Petrarca, Galzignano Terme, Torreglia ed in parte quello dei comuni di Abano Terme, Montegrotto Terme, Battaglia Terme, Due Carrare, Monselice, Baone, Este, Cinto Euganeo, Lozzo Atestino, Vo', Rovolon, Cervarese Santa Croce, Teolo, Selvazzano Dentro tutti in provincia di Padova.

Tecniche produttive[modifica | modifica wikitesto]

Sono da considerarsi inadatti i vigneti a fondo valle. I nuovi impianti ed i reimpianti dovranno avere una densità non inferiore ai 4 000 ceppi/ettaro. Sono consentite solo forme di allevamento a controspalliera. È vietata ogni pratica di forzatura, ma consentita l'irrigazione di soccorso. Tutte le operazioni di vinificazione e imbottigliamento debbono essere effettuate nella zona DOCG ma sono ammesse deroghe.

Informazioni sulla zona geografica[modifica | modifica wikitesto]

Colli Euganei sono colline di origine vulcanica con forma tipicamente conica, che si elevano in gruppo nella pianura padana nei pressi delle città termali di Abano Terme, Montegrotto Terme e Galzignano Terme, in provincia di Padova, all'interno del Parco regionale dei Colli Euganei, isola naturalistica di quasi 19 000 ha. L'altitudine alla quale si trovano la maggior parte dei vigneti varia da 50-300 metri slm arrivando fino a sfiorare i 400.[1]

Il clima dei Colli Euganei è temperato, caratterizzato da condizioni termiche quasi mediterranee, inverni miti, estati calde e asciutte e buone escursioni termiche fra il giorno e la notte. Nelle giornate limpide e nelle prime ore del mattino è frequente il fenomeno dell'inversione termica, per cui le zone collinari godono di una temperatura superiore rispetto alla pianura. Per queste peculiarità la zona, rinomata e ricercata dai turisti, è ideale per la coltivazione della vite. La piovosità media annuale oscilla tra i 700 e i 900 mm con due punte massime, in primavera e autunno. L'umidità relativa è variabile tra la pianura e la collina, dove i valori sono notevolmente inferiori; i venti prevalenti provengono da NNE, NE e N con velocità e frequenze basse.[1]

La giacitura dei terreni coltivati a vite è situata prevalentemente in pendii e declivi che consentono il deflusso delle acque evitando i ristagni. La zona, per la maggior parte collinare, consente ai produttori di scegliere per ogni tipologia di vino, le esposizioni e le giaciture più idonee a far risaltare le qualità specifiche; infatti, a seconda dell'esposizione "più o meno fresca", la scelta enologica cambia passando da uve destinate a vini fermi o a base spumante nei terreni ad esposizione prevalentemente a nord, ad uve per ottenere vini passiti per i versanti più soleggiati e caldi. I suoli sono originati dalla disgregazione delle rocce vulcaniche, presentano un buon scheletro, sono ben drenati e ricchi di minerali e microelementi. A seconda del livello di disgregazione delle rocce vulcaniche nei millenni, nelle diverse zone dei Colli, emergono tipologie di suoli differenziati: vulcaniti (rioliti trachiti, basalti, tufi basaltici), rocce sedimentarie (biancone, scaglia rossa e marna), alluvioni (conoidi di deiezione, fondovalle alluvionale). La combinazione tra natura del terreno e fattori climatici fanno dei Colli Euganei un territorio altamente vocato alla produzione di vini di pregio.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La presenza più antica della vite e del vino nella zona dei Colli Euganei è testimoniata da reperti archeologici in terracotta, ciotole e coppe legati al consumo del vino, risalenti della civiltà preromana (VII - VI secolo a.C). In epoca romana la diffusa presenza della vite in ambito padovano è citata da diversi storici latini.[1] Documenti sull'agricoltura del 1879 attestano già in quegli anni la presenza di varietà autoctone quali il Moscato nei Colli Euganei. I produttori hanno continuato l'azione di qualificazione del prodotto tanto che già nel 1969 i vini dei Colli Euganei hanno ottenuto il riconoscimento della DOC Colli Euganei (D.P.R. 13 agosto 1969). Il continuo miglioramento e caratterizzazione qualitativa di una tipologia di Moscato giallo, il "Fior d'Arancio", ha portato al riconoscimento della DOCG Colli Euganei Fior d'Arancio. Oggi la denominazione Colli Euganei, valorizzata anche dalla "Strada del vino Colli Euganei', è rinomata e conosciuta dai turisti sia italiani sia stranieri che frequentano la zona termale dei colli; i suoi vini, sono commercializzati anche in molti Paesi europei ed extraeuropei, dall'America all'Asia.[1]

Riconoscimenti e premi[modifica | modifica wikitesto]

Grazie alle loro peculiarità, numerosi sono i riconoscimenti ottenuti dai vini a DOC Colli Euganei sia in ambito locale (come la Festa dell'uva di Vo Euganeo iniziata nel 1950, "Vini Euganei a Primavera" sul Monte Gemola, la manifestazione "Calici di Stelle" e molte altre) sia nazionale che internazionale. Ben figurano inoltre sulle principali guide nazionali tra le quali Vini d'Italia del Gambero Rosso, Slow Wine di Slow Food, I vini d'Italia de L'Espresso, l'Annuario dei migliori vini di Luca Maroni, Il Golosario di Massobrio, e molti altri che riservano sempre maggior spazio al Colli Euganei Fior d'Arancio DOCG. Anche nei concorsi sia nazionali, sia internazionali (Concorso internazionale del Vinitaly, Concurs Mondial de Bruxelles, Japan Wine Challenge, India Wine Challenge, Los Angeles County Fair ecc.) i vini dei Colli Euganei hanno ricevuto e continuano a ottenere numerosi riconoscimenti.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]