Collegio Araldico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Collegio Araldico
Collegio Araldico.jpg
Logo del Collegio Araldico
Tipo Associazione senza scopo di lucro
Fondazione 1853
Scopo sociale, culturale
Sede centrale Italia Roma
 


una copertina del periodico "Libro d'Oro della Nobiltà Italiana" già pubblicato dalla ditta individuale Roberto Colonnello editore già di proprietà del Segretario generale del Collegio Araldico, Roma, quest'ultima associazione che risulta essere stata l'editore apparente del periodico.

Il Collegio Araldico è un'associazione senza scopo di lucro ed ha sede in Roma. Riunisce studiosi di scienze araldico-genealogiche e di discipline affini per fini culturali.

Dichiara di essere stato istituito nel 1853 con il nome "Istituto Araldico Romano" ma questo non corrisponde al vero in quanto l'"Istituto Araldico Romano" [1] e il Collegio Araldico erano due enti differenti ed il secondo venne fondato solo nel 1903 [2]. Contrariamente a quanto dichiarato ripetutamente su diverse fonti, tra le quali la Rivista Araldica, esso non venne riconosciuto nel 1858 dalla Sacra Congregazione degli Studi per Decreto del Cardinale Bonelli, sedicente presidente del dicastero, in realtà mai esistito. Il Collegio Araldico ebbe vari indirizzi e, negli ultimi 60 anni vita, ebbe sede in via dell'Anima in Roma.

L'associazione è nota per la pubblicazione dal 1910 al 2010 del Libro d'oro della nobiltà italiana (periodico) e dal 1903 al al 2010 della Rivista Araldica.

Il Collegio Araldico è stato guidato, come segretario ereditario, fino al 2015, dal conte Roberto Colonnello Bertini Frassoni.

Il 19 marzo 2015 nell'ultimo consiglio di presidenza il conte Roberto Colonnello Bertini Frassoni dichiarava decaduti gli organi elettivi e statuari dell'associazione.

Attualmente esistono due associazioni che si ritengono eredi del disciolto Collegio Araldico, una rifondata a Roma ed avente sede in via Roccaporena al civico 51, l'altra rifondata in Torino, ambedue denominate "Collegio Araldico". La prima, con sede in Roma, edita sia il Libro d'oro della nobiltà italiana (periodico) e sia la Rivista Araldica, mentre la seconda edita altro periodico intitolato "Rivista del Collegio Araldico" che si dichiara ugualmente continuatrice della Rivista Araldica demandando la pubblicazione del suo Libro d'oro della nobiltà italiana (periodico) ad una ditta commerciale esterna, la "Libro d'oro srl", avente sede in Torino.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guida Monaci: Guida commerciale di Roma e provincia, industriale, statistica, amministrativa e religiosa ... Fondata nel 1871 da Tito Monaci, Roma, 1890.
  2. ^ Guida Monaci: Guida commerciale di Roma e provincia, industriale, statistica, amministrativa e religiosa ... Fondata nel 1871 da Tito Monaci, Roma, 1903.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]