Collegiata di Saint-Didier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Collegiata Saint-Didier
Avignon - église Saint Didier 1.JPG
Navata della chiesa
StatoFrancia Francia
RegioneProvenza-Alpi-Costa Azzurra Provenza-Alpi-Costa Azzurra
LocalitàAvignone
ReligioneCattolica romana
TitolareDesiderio di Vienne
Arcidiocesi Avignone
Consacrazione20 settembre 1359
Stile architettonicogotico
Inizio costruzione22 novembre 1355

Coordinate: 43°56′48.68″N 4°48′24.88″E / 43.946855°N 4.806911°E43.946855; 4.806911

Monumento storico di Francia dal 1983

La collegiata Saint-Didier d'Avignon è una chiesa gotica edificata alla metà del XIV secolo in Avignone e classificata fra i monumenti storici francesi il 27 luglio 1983[1].

Extérieur
La chiesa vista dalla piazza antistante

La prima chiesa[modifica | modifica wikitesto]

Sita nel centro della città, la chiesa occupa il luogo di una chiesa precedente, che la tradizione agiografica vuole fosse stata fondata nel VII secolo da Agricol di Avignone. Ciononostante, appare in un testo per la prima volta nel 1008, all'occasione di una donazione fatta dal vescovo Rostaing d'Avignone all'abbazia di Montmajour[2].

La chiesa gotica[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione di una nuova chiesa è dovuta alla presenza dei papi ad Avignone. Il cardinale Bertrando di Deaux impose ai suoi eredi di far edificare una chiesa con la sua eredità. Questa clausola venne avallata da Innocenzo VI il 22 novembre 1355 ed il costo di realizzazione venne fissato il 4 maggio 1356.

La collegiata venne costruita in tre anni e quattro mesi. Venne consacrata il 20 settembre 1359. L'edificio è oggi considerato come il più emblematico del gotico avignonese[3]

Mobilio[modifica | modifica wikitesto]

La collegiata possiede due quadri di Simone di Châlons , intitolati La Flagellazione e la Scesa dello Spirito Santo. All'interno vi è anche un bassorilievo della Salita al Calvario, ordinata nel 1478 dal re Renato d'Angiò a Francesco Laurana; quest'opera doveva decorare l'altare maggiore della chiesa dei Celestini ad Avignone, ma oggi adorna la prima cappella a destra della collegiata. Questo bassorilievo di Laurana è considerato una delle primissime opere in stile Rinascimentale di Francia[4].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Base Mérimée n. PA00081832, Monuments historiques, 1992. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  2. ^ Girard, p. 326.
  3. ^ Girard, p. 327.
  4. ^ Girard, p. 328.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Joseph Girard, Évocation du Vieil Avignon, Parigi, Les Éditions de Minuit, 2000, ISBN 270731353X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]