Colle Salario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colle Salario
frazione
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Città metropolitana di Roma Capitale - Stemma.png Roma
Comune Roma-Stemma.png Roma Capitale
Territorio
Coordinate 41°58′57″N 12°30′47″E / 41.9825°N 12.513056°E41.9825; 12.513056 (Colle Salario)Coordinate: 41°58′57″N 12°30′47″E / 41.9825°N 12.513056°E41.9825; 12.513056 (Colle Salario)
Abitanti 15,000[senza fonte]
Altre informazioni
Cod. postale 00138
Prefisso 06
Fuso orario UTC+1
Patrono San Giovanni della Croce
Giorno festivo 9, 10, 11 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Colle Salario
Colle Salario

Colle Salario è un una frazione di Roma Capitale, situata in zona Z. II Castel Giubileo, nel territorio della zona urbanistica 4E Serpentara del Municipio Roma III (ex Municipio Roma IV).

Sorge nella zona nord di Roma, nell'angolo delimitato dalla via Salaria a ovest e dal Grande Raccordo Anulare a nord.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Colle Salario sorge a metà degli anni ottanta, secondo il Piano Regolatore autorizzato dal Comune di Roma, in diretta prossimità del Grande Raccordo Anulare (Uscita 7-8-9) con servizi, parcheggi e negozi, a nord della frazione di Fidene, con la quale condivide una fermata delle (allora) Ferrovie dello Stato lungo la tratta Fara Sabina - Stazione Tiburtina.

Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di San Giovanni della Croce

Siti archeologici[modifica | modifica wikitesto]

Nella zona dove adesso sorge Colle Salario, si trovano i resti di diverse villae.

Odonomastica[modifica | modifica wikitesto]

Le strade di Colle Salario sono dedicate a comuni delle Marche:

La frazione è collegata a Fidene tramite la via Incisa in Val d'Arno, comune della Toscana in provincia di Firenze.

In seguito alla realizzazione, nel 2007, del progetto residenziale Porta di Roma, si sono aggiunte due strade per collegare Colle Salario al nuovo centro commerciale, dedicate a Carmelo Bene e Vittorio Caprioli. Il largo dove si trova la stazione di Fidene è intitolato a Don Antonio Penazzi.

Infine troviamo il viadotto intitolato a Sandro Pertini, facente parte del complesso dei "viadotti dei presidenti".

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovia regionale laziale FR1.svg
 È raggiungibile dalla stazione di: Fidene.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Villa di via Serrapetrona dal sito Romamontesacro.it
  2. ^ Marina De Franceschini, cap. 12. Villa di Castel Giubileo (sito I), pp. 56-57.
  3. ^ Marina De Franceschini, cap. 13. Villa di Castel Giubileo (sito XV), pp. 57-59.
  4. ^ a b Dal 2009 sono passati alla provincia di Rimini, nell'Emilia-Romagna

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marina De Franceschini, Ville dell'Agro romano, Roma, L'Erma di Bretschneider, 2005, ISBN 978-88-8265-311-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma