Colle Isarco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colle Isarco
frazione
(IT) Colle Isarco
(DE) Gossensaß
Panoramica di Colle Isarco
Panoramica di Colle Isarco
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Stemma Südtirol.svg Bolzano
Comune Brennero-Stemma.png Brennero
Territorio
Coordinate 46°59′00″N 11°30′00″E / 46.983333°N 11.5°E46.983333; 11.5 (Colle Isarco)Coordinate: 46°59′00″N 11°30′00″E / 46.983333°N 11.5°E46.983333; 11.5 (Colle Isarco)
Altitudine 1.098 m s.l.m.
Abitanti 1 740 (1994)
Altre informazioni
Cod. postale 39041
Prefisso 0472
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti (IT) di Colle Isarco
(DE) Gossensasser (o Goußner)
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Colle Isarco

Il paese di Colle Isarco (Gossensaß in tedesco), è una frazione del comune italiano di Brennero, situato all'incrocio tra l'alta Val d'Isarco, tra Brennero e Vipiteno, e la Val di Fleres (continuazione geografica dell'austriaca Wipptal), a 1.098 m s.l.m..

Storia[modifica | modifica sorgente]

Origini[modifica | modifica sorgente]

4000 anni fa Colle Isarco era già utilizzato dai viandanti che valicavano le Alpi, come luogo di sosta. Il maggior sviluppo lo ebbe però nel Medioevo, quando si iniziarono a sfruttare le miniere di argento e di piombo della Val di Fleres, attive fino al 1918.[1]

Nel 1908 il paese fu elevato dall'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria a Marktgemeinde (Comune mercato), prima di essere poi stata aggregata al comune di Brennero durante il fascismo.

Ora Colle Isarco è anche una modesta stazione termale, dove soggiornò anche lo scrittore Henrik Ibsen, abitando al Grandhotel Gröbner, distrutto in un incendio del 1945. Inoltre al centro del paese si trova una vecchia caserma dell'esercito, che attualmente è sede di un soggiorno montano per le forze armate.

Poco a sud di Colle Isarco sorge il centro abitato di Novale (Ried), dove sorge il piccolo Castel Strada (in tedesco Strassberg).

Sulla strada che dal paese porta in direzione del Brennero, si trova il Sacrario militare di Colle Isarco.

A Colle Isarco sono presenti inoltre numerose opere fortificate (bunker), che vanno a formare lo Sbarramento di Tenne-Novale, sistema difensivo del Vallo Alpino in Alto Adige.

Nei pressi del paese sono situati gli impianti della stazione sciistica di Ladurns.

Colle Isarco è stato l'unico Comune italiano ad aver eretto un monumento all'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria. Nel centro del paese si trovano alcune caserme, dove oggi si trova uno dei soggiorni montani dell'Esercito Italiano.

In questo paese vive il campione del mondo 2007 di Super Gigante Patrick Staudacher.

Toponimo[modifica | modifica sorgente]

Il toponimo tedesco Gossensaß si riconduce alla proprietà di un certo "Gozzo" (e non ai Goti). Si tratta pertanto di un patronimico germanico, attestato nel 1204 come Gozzensaze, nel 1288 come Gozzensaz e nel 1434 come Gossensaz.[2]

Persone legate a Colle Isarco[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Harald Kofler, Die Anfänge der Erzbergbaus und die Entstehung des Berggerichts, in "Der Schlern", 78, 2004, pp. 34-39.
  2. ^ Egon Kühebacher, Die Ortsnamen Südtirols und ihre Geschichte, vol. 1, Bolzano, Athesia, 1995, p. 133. ISBN 88-7014-634-0

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Engelbert Auckenthaler, Geschichte der Höfe und Familien des obersten Eisacktals: Brenner, Gossensaß, Pflersch. Mit besonderer Berücksichtigung des 16. Jahrhunderts (Schlern-Schriften, 96), Innsbruck, Wagner, 1953 (storia dei singoli masi ed edifici)
  • (DE) Harald Kofler (a cura di), Heimatbuch Gossensaß und Pflersch mit den Weilern Giggelberg und Pontigl, 2 voll., Bressanone, Athesia, 2004-05.
  • (DE) Günther Ennemoser, 100 Jahre Markt Gossensaß: Zeit für einen Blick zurück, Colle Isarco, Bildungsausschuss, 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]