Collatino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il console romano, vedi Lucio Tarquinio Collatino.
Q. XXII Collatino
Villa Gordiani - Park of Rome a.jpg
Mausoleo di Villa Gordiani
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaRoma Roma
CittàRoma-Stemma.png Roma Capitale
CircoscrizioneMunicipio Roma IV
Municipio Roma V
Data istituzione13 settembre 1961[1]
Codice222
Superficie6,1646 km²
Abitanti66 829 ab.[2] (2016)
Densità10 840,77 ab./km²
Mappa dei quartieri di

Coordinate: 41°54′13.5″N 12°33′17.6″E / 41.90375°N 12.554889°E41.90375; 12.554889

Collatino è il ventiduesimo quartiere di Roma, indicato con Q. XXII.

Deve il suo nome alla via Collatina, che inizia all'interno del quartiere dal lato sinistro della via Prenestina e che conduce a Lunghezza.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Si trova nell'area est della città. Si presenta di forma pressoché quadrangolare, suddiviso in sei settori dal tratto urbano della A24 e dalla ferrovia Roma-Sulmona-Pescara, che lo attraversano da ovest ad est, e dalle vie della Serenissima e Filippo Fiorentini che lo tagliano centralmente da sud a nord.

Il quartiere confina:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Diventa ufficialmente quartiere nel 1961, soppiantando il suburbio Tiburtino[1], del quale si possono ancora trovare alcune targhe stradali con la numerazione S. III.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

Siti archeologici[modifica | modifica wikitesto]

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

  • Parco Baden Powell, da viale Sacco e Vanzetti.
  • Parco Domenico Taverna, lungo via San Gusto e via Pisino.
  • Parco Achille Grandi, fra via Collatina e via Mario Chiri.
  • Giardino Danilo di Veglia, lungo via Dino Penazzato.
  • Giardino Aldo Tozzetti, da via Piero Caleffi.
  • Parco Tiburtino III, fra via del Frantoio e via del Badile.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Urbanistica[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio del Collatino si estendono le zone urbanistiche 5A Casal Bertone, 5B Casal Bruciato (intera), 5D Tiburtino Sud, 6D Gordiani e 7A Centocelle.

Fanno inoltre parte del Collatino le aree urbane di Portonaccio, Santa Maria del Soccorso (già borgata Tiburtino III), Verderocca, la sezione ovest di Colli Aniene, Villa Gordiani e Parco Prampolini.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma B.svg È raggiungibile dalle stazioni Santa Maria del Soccorso e Ponte Mammolo.
Ferrovia regionale laziale FL2.svg
 È raggiungibile dalle stazioni di: Roma PrenestinaSerenissima e Palmiro Togliatti.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio
  • A.S.D. P. Vigor Perconti che, nel campionato 2019-20, milita nel campionato maschile di Eccellenza.[12]
  • A.S.D. Atletico Vescovio che, nel campionato 2019-20, milita nel campionato maschile di Eccellenza.[13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Delibera del Commissario Straordinario n. 2453 del 13 settembre 1961.
  2. ^ Roma Capitale - Roma Statistica. Popolazione iscritta in anagrafe al 31 dicembre 2016 per suddivisione toponomastica.
  3. ^ Separato da via Tiburtina, nel tratto da via di Portonaccio a viale Palmiro Togliatti.
  4. ^ Separata da viale Palmiro Togliatti, nel tratto da via Tiburtina alla Autostrada A24.
  5. ^ Separata da viale Palmiro Togliatti, nel tratto dalla Autostrada A24 a via Prenestina.
  6. ^ Separato da via Prenestina, nel tratto da viale Palmiro Togliatti a via Tor de Schiavi.
  7. ^ Separato da via Prenestina, nel tratto da via Tor de Schiavi a largo Preneste.
  8. ^ Separato da via di Portonaccio, da largo Preneste a via Tiburtina.
  9. ^ Stefano Buonaguro, pp. 75-102.
  10. ^ Catacomba di via Rovigno.
  11. ^ Cisterna di piazza Ronchi.
  12. ^ La squadra sul sito Tuttocampo
  13. ^ La squadra sul sito Tuttocampo

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Carpaneto e altri, I quartieri di Roma, Roma, Newton Compton Editori, 1997, ISBN 978-88-8183-639-0.
  • Mauro Quercioli, QUARTIERE XXII. COLLATINO, in I Rioni e i Quartieri di Roma, vol. 8, Roma, Newton Compton Editori, 1991.
  • Claudio Rendina e Donatella Paradisi, Le strade di Roma, vol. 1, Roma, Newton Compton Editori, 2004, ISBN 88-541-0208-3.
  • Claudio Rendina, I quartieri di Roma, vol. 2, Roma, Newton Compton Editori, 2006, ISBN 978-88-541-0595-9.
  • Stefano Buonaguro, La cosiddetta catacomba anonima di Via Rovigno d'Istria, in Rivista di archeologia cristiana, vol. 82, Città del Vaticano, Pontificio Instituto de Archeologia Cristiana, 2006.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma