Colangio-pancreatografia endoscopica retrograda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Immagine duodenoscopica di due calcoli dovuti a colelitiasi estratti dal coledoco dopo una sfinterotomia

La colangio-pancreatografia endoscopica retrograda (CPRE), in inglese Endoscopic retrograde cholangiopancreatography (ERCP), è la procedura endoscopica attraverso la quale si possono visualizzare le vie biliari e pancreatiche.

La tecnica consiste nella cannulazione della papilla di Vater (normale sbocco del dotto coledoco e del dotto di Wirsung) e nell'iniezione di mezzo di contrasto che viene visualizzato tramite una tecnica radiologica. Successivamente alla cannulazione e alla contrastografia, possono essere praticate sempre per via endoscopica tecniche terapeutiche quali la sfinterotomia (o papillotomia), la rimozione di calcoli, la litotrissia (frantumazione di calcoli), la protesizzazione o tecniche diagnostiche quali lo studio istologico o citologico dei dotti epatici o pancreatici. La tecnica prevede l'utilizzo di endoscopi dedicati, chiamati duodenoscopi, la cui peculiarità è la visione laterale del lume intestinale (e non frontale come per i gastro- e colon-scopi).

Preparazione all'esame[modifica | modifica sorgente]

La preparazione all'esame consiste solo nel mantenere il paziente digiuno. Dopo l'esame porre particolare attenzione a quelle che possono essere le complicanze (sanguinamento, infezioni, pancreatite, perforazione del duodeno) attenendosi a quanto previsto dai protocolli vigenti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina