Col cuore in gola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Col cuore in gola
Col cuore in gola brass.png
Jean-Louis Trintignant e Ewa Aulin
Titolo originale Col cuore in gola
Paese di produzione Italia
Anno 1966
Durata 85 min
Genere drammatico
Regia Tinto Brass
Soggetto Tinto Brass
Sceneggiatura Tinto Brass, Francesco Longo, Pierre Levy Corti
Casa di produzione Panda Cinematografica
Fotografia Silvano Ippoliti
Montaggio Tinto Brass
Musiche Armando Trovajoli
Scenografia Carmelo Patrono
Costumi Bice Brichetto
Interpreti e personaggi

Col cuore in gola, è un film del 1966 diretto da Tinto Brass. È stato liberamente ispirato dal romanzo Il sepolcro di carta di Sergio Donati.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bernard (attore francofono) si trova a Londra per lavoro ed una notte rimane folgorato da una giovane donna molto sexy, Jane, che è rimasta incredula e spaventata davanti ad un uomo appena deceduto.

Jane si troverà al centro di varie peripezie e pericoli e Bernard, innamorato di lei, la proteggerà al meglio delle sue forze.

Intanto altri delitti si susseguono e Bernard scopre, a caro prezzo, che è proprio la sua amata l'assassina: ma ormai è troppo tardi.

Il film[modifica | modifica wikitesto]

È il primo film di Brass girato a Londra, seguito da Nerosubianco e Dropout. Il film è ricco di riferimenti al mondo dell'arte contemporanea (op-art), della musica e del fumetto, e si avvalse della collaborazione di Guido Crepax, che disegnò una quarantina di tavole di storyboard.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Col cuore in gola, su Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema