Codice Forster III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Foster III
Leonardo da Vinci - Forster III - 25r.jpg
Gamba di cavallo (c. 25r)
AutoreLeonardo da Vinci
Epoca1493-1505
Supportocarta
Linguaitaliano rinascimentale
Dimensioni9 × 6 cm
Fogli94
Ubicazione attualeLondra, Victoria and Albert Museum

Il codice Foster III è uno codice di Leonardo da Vinci conservato presso il Victoria and Albert Museum di Londra.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Codici Forster.

I tre codici Forster ebbero probabilmente una storia comune, passando da Leonardo da Vinci a Francesco Melzi e poi a Pompeo Leoni (il codice Forster III riporta una numerazione attribuita da Pompeo Leoni).

Non si conosce la loro storia nei dettagli. Si suppone che i codici siano quelli giunti nel Settecento in un paese di area tedesca, perché il codice Forster I riporta sul primo foglio un'annotazione in quella lingua.

Furono poi acquistati a Vienna attorno al 1862[1] da Robert Bulwer-Lytton per una piccola somma.[2]

Robert Bulwer-Lytton donò in seguito i tre codici al critico John Forster, che nel 1876 li lasciò in eredità al South Kensington Museum (denominato dal 1899 Victoria and Albert Museum).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ E. Neill Raymond, Victorian Viceroy. The Life of Robert, the First Earl of Lytton, 1980, p. 53.
  2. ^ «For a small sum» Cfr. Jean Paul Richter, The Literary Works of Leonardo da Vinci, vol. 2, 1883, p. 490.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • C. Pedretti e M. Cianchi, Foster III, in Leonardo. I codici, Art Dossier, nº 100, aprile 1995, p. 35.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Leonardo da Vinci Portale Leonardo da Vinci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Leonardo da Vinci